Find the latest bookmaker offers available across all uk gambling sites www.bets.zone Read the reviews and compare sites to quickly discover the perfect account for you.
Home / Attualità / Luciana Savignano in Bolero di Milena Zullo: Ogni volta mi sorprendo! [INTERVISTA ESCLUSICA]

Luciana Savignano in Bolero di Milena Zullo: Ogni volta mi sorprendo! [INTERVISTA ESCLUSICA]

Padova Danza Project, diretto da Gabriella Furlan Malvezzi, porta in scena per la prima volta a Padova e in prima regionale lo spettacolo Bolero – Prigionia di un Amore con la divina Luciana Savignano.

Interprete sensibile, étoile internazionale, un corpo esile e sinuoso teso verso un’espressività sempre intensa: Luciana Savignano torna in scena con Bolero – Prigionia di un Amore, spettacolo di danza e teatro firmato da Milena Zullo. Bolero qui diviene urlo di prigionia: l’urlo che squarcia il silenzio in una società martoriata dal femminicidio. Una “Festa della donna” che attraverso l’arte di Tersicore si veste di denuncia rilanciando la dignità che, in una società che si vanta di avere uno sguardo aperto e civile, dovrebbe appartenere di diritto di ogni donna.

Come nasce Bolero?

Mi è stato proposto un anno fa da Gabriella Furlan, ci ho pensato un pochino, poi mi sono detta si, perché no! Oggi posso dire che mi è piaciuto lavorare con la coreografa Milena Zullo. Certo è molto diverso dal Bolero che ho danzato per tutta la mia vita, ma è altrettanto entusiasmante per me, perché parla delle donne, dell’attualità, una tematica forte  molto vicina al mio modo di pensare. Il risultato è stata ottimo.

Lavorare con la coreografa Milena Zullo?

E’ bravissima ha saputo tirare fuori tutto il mio meglio di me, mi piace sperimentare cose nuove, e poi ho trovato profondo l’argomento. Io in sena sono stata sempre abituata ad immedesimarmi, a scendere nel personaggio con grande profondità, e Milena è stata brava in questo, mi ha supportata.

La compagnia Padova Danza Project diretta da Gabriella Furlan Malvezzi?

Lavorare con loro è stato bellissimo, una compagnia giovane, forte e molto professionale. Credo di aver dato loro delle cose, sicuramente i ragazzi hanno dato tantissimo a me, energia, profondità e passione: sono affascinata!

La Danza per Luciana Savignano?

La danza per me non è mai stato un lavoro, ma una passione: ogni volta mi sorprendo! La danza riesce a tirare fuori quello che la parola non riesce a dire, questa è la danza per me.

La morte della Signora Carla Fracci è stato un duro colpo per lei, il suo pensiero lo porterà in scena domani?

La scomparsa di Carla mi ha molto toccato, veniamo tutte è due da Milano,  con due percorsi diversi, ma vicini. La penso ogni giorno, certo che sarà con me in scena. Per me era come una di famiglia ed era una garanzia, una sicurezza averla nella danza.

In scena Luciana Savignano, interprete divina della danza internazionale diventa icona di femminilità e, attraverso le coreografie di Milena Zullo che firma anche regia e testi, si fa portavoce di questo stato di prigionia, incarnando la forza di una donna e il racconto di un amore malato: una rivolta silenziosa contro ogni sorta di violenza e di sopruso. Musa prediletta di Maurice Béjart nel suo leggendario Bolero al femminile e ipersensuale, Savignano si è prestata con generosità a questa nuova sfida coreografica che l’ha vista dare corpo a un grido contro il femminicidio, tema della composizione di Zullo. “È tanto tempo che sento forte il richiamo e l’esigenza di cimentarmi e perdermi, lasciando scorrere il mio racconto a partire da queste note – dichiara Milena Zullo – ma il profondo rispetto e l’ammirazione per il capolavoro bejartiano mi hanno paralizzata e, al tempo stesso, hanno alimentato il desiderio di liberare altri umori, altre immagini. La presenza di Luciana Savignano, limpido gioiello di noi tutti e dell’arte tersicorea, regala ancor più a questo lavoro, il desiderio umile di continuità.”

LA TOURNÉE DI LUGLIO VEDE LE SEGUENTI DATE:

 

  • Venerdì 16 Luglio 2021 alle ore 21:00
    Acqui in Palcoscenico 2021

Palazzo dei Congressi, Acqui Terme (Alessandria)

  • Martedì 20 Luglio 2021 ore 21:00
    Teatro Sociale
    Via Paolo Oss-Mazzurana, 19, 38122 – Trento

 

  • Giovedì 22 Luglio 2021 ore 21:00
    Castello Festival – Arena Live Geox
    Via Giuseppe Tassinari, 1, 35129 – Padova

Sara Zuccari

© www.giornaledelladanza.com

Check Also

Grande successo per il Gala finale del Concorso Internazionale di Danza di Spoleto 2021

Il Galà dei vincitori del Concorso Internazionale di Danza di Spoleto, con l’impeccabile direzione artistica ...

Raffaella Carrà, in arrivo il musical ispirato alla sua vita

Raffaella Carrà in vita è stata tante cose e ora – che purtroppo non c’è più ...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. E maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Puoi consultare per maggiore informazione l'apposita pagina sulla nostra Privacy Policy

Chiudi