Find the latest bookmaker offers available across all uk gambling sites www.bets.zone Read the reviews and compare sites to quickly discover the perfect account for you.
Home / Attualità / Napoli Teatro Festival Italia 2012 – Focus Danza Israeliana

Napoli Teatro Festival Italia 2012 – Focus Danza Israeliana

La quinta edizione del Napoli Teatro Festival Italia, la prima interamente firmata dal direttore artistico Luca De Fusco, organizzata dalla Fondazione Campania dei Festival e presieduta dalla Professoressa Caterina Miraglia, si terrà dal 7 al 24 giugno (con il patrocinio del Comune di Napoli) per poi proseguire, dopo la pausa estiva, a settembre dal 25 al 30.

A dare il via sarà una serata speciale, un’anteprima al Teatro di San Carlo, il 6 giugno, con un concerto della cantante israeliana Noa, che anticipa anche un Focus tutto dedicato alla Danza Israeliana che si caratterizza per l’incrocio e la mescolanza di generi e tecniche provenienti dall’est europeo e dai paesi arabi: una sintesi di stili, una danza molto fisica, sensuale, antiretorica, simbolo di un Paese giovane e vitale.

In scena due delle più importanti compagnie israeliane del momento: Kibbutz Contemporary Dance Company e Vertigo Dance Company. In più sarà presentato il lavoro di una giovane coreografa, Dafi Altabeb. Una prima assoluta, quattro prime europee e una coreografia site-specif.Vertigo Dance Company presenterà Null, e Birth of the Phoenix,) entrambe firmate da Noa Wertheim.

La prima è un debutto europeo e vede i danzatori giocare in scena con l’acqua. Un gioco al rallentatore che regala la sensazione che si stia assistendo a una sorta di misterioso rituale in un contesto contemporaneo. Una contrapposizione di grande fascino che viene raggiunta dalla Noa Wertheim anche grazie alla collaborazione del musicista Ran Begano, del light designer Danny Fishof e del costumista e scenograf Rakefet Levi.

Birth of the Phoenix nasce invece da un progetto sul dialogo tra uomo e ambiente ed è una coreografia site-specific che si adatta, cioè, alla peculiarità del sito che la ospita. In questo caso il sito è il Parco Archeologico Pausilypon, un teatro di epoca romana adagiato su un promontorio a picco sul mare. Il luogo-simbolo della V edizione del Napoli Teatro Festival Italia. La Kibbutz Contemporary Dance Company presenterà Bein Kodesh Le’ Hol (Sacred and Profane) e If at all, produzioni entrambe firmate da Rami Be’er.

Nella prima coreografia l’elemento dominante della scena è la sabbia che lentamente cade dal cielo su un ballerino solitario, suggerendo una sensazione di “apocalisse”. Nella seconda, invece, i danzatori si muovono sfidando la forza di gravità e in questo modo ripercorrono come in un viaggio le fasi della vita, attraversando metaforicamente “il proprio cammino”.

A chiudere la sei giorni di danza israeliana al Napoli Teatro Festival Italia sarà Dafi Altabeb, giovane coreografa, che, con la prima assoluta Sensitivity to heat, regalerà al pubblico italiano un omaggio al melodramma italiano facendo danzare 7 ballerini al suono della voce di Maria Callas.

ORARI & INFO

VERTIGO DANCE COMPANY

Null

Teatro San Ferdinando

Piazza Eduardo de Filippo – Napoli

19 giugno, ore 20:00

20 giugno, ore 19:30

Birth of the Phoenix

Teatro Pausilypon

Villa imperiale di Posillipo, discesa Cordoglio – Napoli

21, 22 e 23 giugno, ore 20:00

KIBBUTZ CONTEMPORARY DANCE COMPANY

Bein Kodesh Le’ Hol (Sacred and Profane)

Teatro Politeama

Via Monte di Dio 80 – Napoli

19 giugno, ore 21:45

20 giugno, ore 21:30

If at all

22 giugno, 22:15

23 giugno, ore 21:00

DAFI ALTABEB

Sensitivity to heat

Teatro Pausilypon

23 giugno, ore 22:00

24 giugno, ore 21:30

Napoli Teatro Festival Italia

Tel/fax (+39) 081 19560383

info@napoliteatrofestival.it

www.napoliteatrofestival.it

 

 

 

Lorena Coppola

 

Check Also

Torna in scena il Balletto di Milano: Carmen e lo Schiaccianoci

Tornato finalmente in scena, il Balletto di Milano è atteso da oltre 18 mesi anche ...

La danza è un bisogno, una vocazione e un’opportunità

Tutti noi, atavicamente, sentiamo il bisogno di danzare e tutti dovrebbero avere la possibilità di ...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. E maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Puoi consultare per maggiore informazione l'apposita pagina sulla nostra Privacy Policy

Chiudi