Find the latest bookmaker offers available across all uk gambling sites www.bets.zone Read the reviews and compare sites to quickly discover the perfect account for you.
Home / Attualità / Operaestate Festival 2021: Aterballetto apre la kermesse con “Storie”

Operaestate Festival 2021: Aterballetto apre la kermesse con “Storie”

Sabato 17 luglio si alza il sipario sulla 41^ edizione di Operaestate Festival, il ricco programma estivo promosso dalla Città di Bassano del Grappa, con il sostegno del Ministero dei Beni e Attività Culturali, la Regione Veneto, le Città Palcoscenico e le aziende aderenti agli Amici del Festival.

Un’estate di grandi emozioni da condividere, inaugurata dalla grande danza italiana che abita luoghi storici e dalla musica che va ad abitare gli splendidi scenari naturali del Monte Grappa. Un triplo appuntamento per il weekend di apertura, che riassume il festival tra eccellenza e valorizzazione del territorio.

Ad inaugurare quest’edizione del Festival, sabato 17 luglio alle 21.20 al Teatro al Castello “T.Gobbi” di Bassano del Grappa, gli straordinari danzatori di Aterballetto, che in Storie portano in scena un’antologia di quattro coreografie firmate da due trentenni curiosi e in fase di maturità creativa: Diego Tortelli, coreografo residente ricercato anche all’estero come freelance, e Philippe Kratz, da anni danzatore di punta della compagnia già premiato con il premio Danza & Danza per la coreografia.

Storie è una piccola antologia di frammenti danzati. Costituiscono solo una parte infinitesimale del ricchissimo universo artistico e umano di due trentenni di oggi: Diego Tortelli, coreografo residente ricercato anche all’estero come free lance, e Philippe Kratz, da anni danzatore di punta della compagnia già premiato con il premio Danza & Danza per la coreografia.

Tortelli crea due pezzi: Preludio, in apertura di serata, è una lettera d’amore al corpo per cinque danzatori, Another story è un duetto sul gesto impossibile di questi mesi, l’abbraccio.
Tra passato e futuro le due creazioni di Kratz. Il duo “O” propone due corpi / automi, che obbligano a interrogarsi su come potrebbe mutare il senso del contatto fisico: resterà emotivo e sentito, o diventerà seriale e alienato? L’ultima creazione Alpha Grace, invece, è una riflessione sull’empatia, una forma di comunicazione gentile messa a dura prova dai tempi presenti.

 

Sara Zuccari

Photo Celeste Lombardi – Aterballetto

© www.giornaledelladanza.com

Check Also

Comune di Milano, Carla Fracci sarà sepolta al Famedio con altri nomi illustri

Carla Fracci, l’ètoile della danza scomparsa lo scorso 27 maggio, sarà sepolta al Famedio di ...

Notre-Dame de Paris, la grande Danza è tornata a Roma, al Costanzi con Roland Petit

Colori, misticismo, emozioni visive e inconsce. Un corpo di Ballo “ritrovato”, quello dell’Opera di Roma, ...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. E maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Puoi consultare per maggiore informazione l'apposita pagina sulla nostra Privacy Policy

Chiudi