Find the latest bookmaker offers available across all uk gambling sites www.bets.zone Read the reviews and compare sites to quickly discover the perfect account for you.
Home / Attualità / Roma in Danza: con Sara Zuccari alla scoperta di Lindsay Kemp e Giovanni Di Palma

Roma in Danza: con Sara Zuccari alla scoperta di Lindsay Kemp e Giovanni Di Palma

 

Roma in Danza non è solo lezioni, stage, concorsi e audizioni, ma si riconferma anche quest’anno come un’occasione di approfondimento e conoscenza dei grandi artisti della danza e dei temi d’attualità sul mondo tersicoreo. Per questo è stata pensata le sezione Convegni, una serie di appuntamenti dedicati alle figure portanti della danza nazionale e internazionale e all’approfondimento di tematiche legate al mondo del balletto con la partecipazione degli esperti del campo.

E per ben due occasioni il ruolo di moderatrice spetterà a Sara Zuccari, che utilizzerà le sue conoscenze di critico di danza e la sua esperienza di direttore del giornaledelladanza.com per ripercorrere insieme ai presenti i successi di due grandi artisti contemporanei: Lindsay Kemp e Giovanni Di Palma. Insieme a Lorena Coppola, vicedirettore del giornaledelladanza.com e presidente della Fondazione Léonide Massine, il direttore della prima rivista on line sulla danza, vincitore lo scorso 12 dicembre del Premio Anita Bucchi 2011, guiderà la conferenza di mercoledì 4 gennaio Incontro con…Lindsay Kemp e quella di venerdì 6 gennaio Incontro con…Giovanni Di Palma.

Lindsay Kemp, cresciuto nell’Inghilterra del nord ma legato all’Italia fin dal 1978, quando il successo di Flowers condusse la sua compagnia fuori i confini dell’isola di nascita per esibirsi in ogni angolo del mondo, è l’inventore della cosiddetta danza onirica, quel genere in cui danza, teatro, mimo e acrobazia si fondono per ottenere effetti spettacolari grazie anche all’uso sapiente di luci e musiche. Precursore di una moda a cui si ispireranno molti altri gruppi attivi negli anni settanta (basti pensare ai Momix, allora agli inizi), la sua carriera lo ha visto impegnarsi non solo nella danza, che ha profondamente rinnovato, ma anche nel cinema (in Italia ha lavorato con Celestino Coronado, e con Memè Perlini in Cartoline italiane) e nella pittura.

Giovanni Di Palma, campano, inizia la sua carriera di ballerino professionista molto presto, quando, ancora allievo dell’Accademia Nazionale di Danza di Roma, firma un contratto prima con il Balletto di Roma, poi con il Teatro dell’Opera per il Romeo e Giulietta di John Cranko. Dal 1995 gli impegni professionali si fanno sempre più importanti e lo conducono all’Opera di Nizza, dove resta per due anni prima di entrare nel Dresden Ballet diretto da Vladimir Derevianko nel 1997 dove ha la possibilità dimostrare le sue capacità di danzatore nei ruoli più diversi, dal classico al contemporaneo. Negli anni successivi (dal 2000) lavora presso il Leipziger Ballett, dove ottiene il ruolo di primo ballerino dopo prove importanti come l’interpretazione del principe Désiré nella Bella addormentata sul palco dell’Opera di Lispia. Il suo valore è stato premiato con riconoscimenti importanti, tra cui il Premio Anita Bucchi per la produzione di Giorgio Madia del Lago dei cigni (2009).

ORARI & INFO

Mercoledì 4 gennaio ore 16.00

Incontro con…Lindsay Kemp

Venerdì 6 gennaio ore 12.00

Incontro con…Giovanni Di Palma

Accademia Nazionale di Danza

Sala Conferenze

Largo Arrigo VII, 5

Roma

http://www.romaindanza.it

Francesca Romana Famà

 

Check Also

Al via il Futuro Fantastico del “Santarcangelo Festival”, giunto alla 50esima edizione

Un anomalo rituale propiziatorio a cui prenderanno parte 30 persone, fra l’equipe del festival, le ...

Galyn Gorg è morta: la ballerina di “Fantastico” avrebbe compiuto proprio oggi 56 anni

Il 15 luglio è morta a 56 anni l’attrice e ballerina statunitense Galyn Gorg. Gorg, ...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. E maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Puoi consultare per maggiore informazione l'apposita pagina sulla nostra Privacy Policy

Chiudi