Find the latest bookmaker offers available across all uk gambling sites www.bets.zone Read the reviews and compare sites to quickly discover the perfect account for you.
Home / Tag Archives: Festival Oriente Occidente

Tag Archives: Festival Oriente Occidente

Al via la 40ª edizione di Oriente Occidente Dance Festival a Rovereto

Prende il via dal 3 al 12 settembre 2020 la 40 esima edizione di Oriente Occidente Dance Festival a Rovereto. La kermesse torna in una versione rivisitata a causa del covid-19. L’evento sarà caratterizzato dal distanziamento fisico, ma anche da tanta voglia di ripartire e di tornare nuovamente a sognare e a ballare. L’edizione di quest’anno punterà tutto sui temi di forza e fragilità, presenza e movimento, contatto e distanza, solitudine e socialità. Come siamo cambiati in questo tempo di isolamento? Qual è oggi la nostra visione sul corpo? Cosa ci hanno fatto l’assenza di contatto fisico, la paura del contagio, l’incertezza diffusa sul futuro, le contraddizioni delle tecnologie, la fragilità che ha invaso il mondo? Siamo oggi più consapevoli della nostra finitezza? Quali pratiche per sopravvivere? Oriente Occidente Dance Festival si interroga sul particolare momento attuale che stiamo vivendo. A tal proposito si coinvolgeranno artisti, intellettuali e pubblico in una riflessione che si sintetizza nel binomio corpo politico/corpo poetico. Per far fronte al propagarsi della pandemia abbiamo tutti assunto comportamenti responsabili. Ciò ci ha portato a modificare le nostre abitudini quotidiane. Ma anche il nostro modo di lavorare, di relazionarci con l’altro. Così è stato per l’Oriente Occidente Dance Festival. Gli ...

Read More »

“Hatched”: Johanna Nuutinen porta in scena il suo viaggio interiore

  Una prima, per raccontare l’identità e l’anonimato, rigorosamente attraverso la tecnologia, in grado di realizzare un viaggio personale ed interiore: Johanna Nuutinen, finlandese, con alle spalle una brillante carriera come danzatrice nel Finnish National Ballet, si orienta a creare performance nelle quali il rapporto con la tecnologia e il video traducono un viaggio interiore e personalissimo. Con l’assolo Hatched, in scena per la prima volta in Italia al Festival Oriente Occidente, l’artista tratta il tema dell’identità e dell’anonimato immersa seminuda in proiezioni digitalizzate. Intraprende, come nel rito della nascita, un viaggio viscerale che scuote le emozioni e risveglia in chi osserva nuovi interrogativi. Hatched è il primo germe per una definizione, i primi passi per la determinazione del sé. Che l’artista, con questo lavoro, vuole esprimere attraverso la “sua” danza. ORARIO & INFO 3 settembre ore 20.30 Auditorium Melotti Corso Angelo Bettini 43 Rovereto (Tn) www.orienteoccidente.it/it/   www.giornaledelladanza.com

Read More »

Al Festival Oriente-Occidente in prima regionale Pa|Ethos di Sang Jijia e Spellbound Contemporary Ballet

Il primo settembre 2017, all’interno del prestigioso Festival Oriente-Occidente 2017, il Teatro Zandonai di Rovereto (TN) ospita Spellbound Contemporary Ballet con la prima regionale di Pa|Ethos, coreografia Sang Jijia, musiche Dickson Dee, live video artist Luca Brinchi e Roberta Zanardo, progetto nato dalla collaborazione artistica tra la famosa compagnia italiana creata nel 1994 da Mauro Astolfi e il coreografo di origine tibetana attivo in Cina. Partendo da spunti tratti dalla Retorica di Aristotele che per primo introdusse nella comunicazione i concetti morale e sentimento, Pa|Ethos prende vita da contaminazioni tra le antiche arti orientali e l’espressività della danza contemporanea occidentale, con cenni al formalismo di William Fosythe, con cui Jijia ha collaborato per molto tempo. Nella prima parte l’opera indaga sul gesto connesso alle regole della società (ethos, intesa come morale, etica sociale) caratterizzata da rapporti interpersonali rigidi, rigorosamente scanditi dalla cultura e dalle abitudini; nella seconda al contrario, si mette l’accento sulle emozioni (pathos, passione e sentimenti) che si esprimono nella fisicità dei danzatori, fino alla totale trasparenza del corpo, che permette all’anima di manifestarsi nella sua totalità. La rappresentazione è preceduta dalla replica di Impact, spettacolo acrobatico e danzato di circo contemporaneo della compagnia francese (Rêve)², firmato dal coreografo ...

Read More »

Al Festival Oriente-Occidente in prima nazionale due emozionanti opere di Emio Greco, “Two” e “Bolero”

L’11 settembre 2016, all’interno di Festival Oriente-Occidente 2016, il Teatro Zandonai di Rovereto (TN) ospita la prima nazionale di due opere Two e Bolero, ideazione e coreografie di Emio Greco, drammaturgia di Pieter C. Scholten, produzione Ballet National de Marseille, in collaborazione con ICKamsterdam. L’italiano Greco e l’olandese Scholten, già direttori della compagnia di danza ICKamsterdam, sono stati nominati nel 2014 direttori artistici anche del Ballet National de Marseille dal Ministro francese della cultura e della comunicazione, al fine di condurre un progetto di collaborazione tra le due istituzioni che promuova l’innovazione nella danza contemporanea europea e lo sviluppo del talento a livello internazionale. Con Bolero, Greco rivisita un suo famoso assolo creato sul Bolero di Ravel, riscrivendolo per nove danzatori del Ballet National de Marseille (Gaël Alamargot, Alejandro Alvarez Longines, Andrés Garcia Marquez, Vito Giotta, Gen Isomi, Angel Martinez-Hernandez, Anton Zvir), che ci accompagnano nel percorso di scoperta e accettazione della dualità che alberga dentro ognuno di noi, in uno scontro tra corpi e musica, tra il ritmo incalzante del Bolero e la grazia dei danzatori. Precede quest’opera, il duetto Two, interpretato da Helena Volkok e Quentin Dahaye, frutto della ricerca artistica di Greco e Scholten incentrata sul tema ...

Read More »

“BLOCK”: a Rovereto la prima nazionale dell’ensemble Motionhouse

Quarantacinque minuti di danza, gioco, desiderio di spingersi verso il limite, sfidare stupore e meraviglia del pubblico. È questa la specialità di Motionhouse, storica compagnia britannica fondata nel 1988 da Kevin Finnan e Louise Richards da sempre orientata a creare uno stile unico frutto della fusione di elementi di teatro fisico e danza contemporanea. Si presentano per la prima volta in Italia con BLOCK, spettacolo per spazi urbani ispirato dal celebre gioco Jenga in cui il giocatore deve costruire una torre. Nello spettacolo in scena al Festival Oriente Occidente di Rovereto, i parallelepipedi, in inglese blocks, sono una ventina: a tratti rimandano a un ammasso di roccia erosa dai forti venti, a tratti a un quartiere cittadino in costruzione o demolizione. E qui il gioco è vedere come questa struttura modulare si riforma e si ricostruisce a seconda di come i performer vi si posizionano sopra e intorno con la loro danza al limite del consentito. Grazie anche alla collaborazione tra Motionhouse e NoFit State, danza e acrobazia estrema collidono, si scontrano, si amalgamano in un costante riverbero di forme transitorie, la stessa natura transitoria delle nostre città, del nostro panorama urbano e naturale in cui è l’essere umano con ...

Read More »

In prima nazionale a Rovereto, “UTT” emozionante assolo di Ko Murobushi

Il 10 settembre 2016, all’interno di Festival Oriente-Occidente 2016, l’Auditorium Melotti di Rovereto (TN) ospita la prima nazionale di UTT, coreografia di Ko Murobushi, su musiche originali di Osamu Goto. Creata originariamente nel 1981 da Murobushi con e per Carlotta Ikeda, danzatrice di riferimento della danza butoh al femminile, UTT è una delle opere più emblematiche dei fondatori della compagnia Ariadone, entrambi recentemente scomparsi, che hanno affidato il loro patrimonio artistico a giovani danzatori della compagnia che portano avanti il loro lavoro. Assolo originale ed emozionante, UTT racconta le donne nei diversi momenti della loro vita attraverso il movimento e il corpo della danzatrice Maï Ishiwata, che non proviene dalla danza butoh tradizionale, ma da quella contemporanea. E’ un corpo in costante trasformazione, avvolto in diversi costumi e poi nudo, dipinto di bianco, che alterna movimenti lenti a ritmi più frenetici e ci accompagna nel viaggio di una donna verso la morte o forse dalla morte alla vita. ORARI & INFO 10 settembre 2016, ore 20.30 Auditorium Fausto Melotti Corso Bettini, 43 38068 Rovereto TN Telefono: +39 0464 452159 E-mail: festival@orienteoccidente.it Stefania Napoli Fotografie: Denis Lonchampt www.giornaledelladanza.com

Read More »

“Casual bystanders”: Salvo Lombardo presenta il suo lavoro di ricerca

Un progetto di ricerca che lo tiene impegnato da oltre due anni, un lavoro che altro non è che una creazione formata da due correlate istallazioni visive e sonore. L’autore di questo progetto è Salvo Lombardo, classe 1986, performer, coreografo e regista, Casual Bystanders il titolo dato all’opera, in scena al Festival Oriente Occidente il 6 settembre. Ad attrare Lombardo, i gesti quotidiani di passanti in varie situazioni urbane, i suoni ambientali che li accompagnano e una possibile riscrittura coreografica di questa ‘semplicità’. Posture, gesti, andamento ritmico e porzioni di discorsi sono il materiale su cui è costruita l’azione scenica interpretata con Lucia Cammalleri e Daria Greco, che condivideranno la scena con l’autore. Questa pièce è stata realizzata anche grazie a CID Cantieri, progetto del Centro Internazionale della Danza di Rovereto rivolto alla valorizzazione di artisti emergenti italiani a cui vengono offerti residenze produttive, sostegno economico e confronto con il pubblico nell’ambito di Oriente Occidente. ORARI & INFO 6 settembre ore 20.30 Auditorium Melotti Corso Angelo Bettini 43 Rovereto (TN) www.casualbystanders.wix.com/casualbystanders http://www.orienteoccidente.it/   www.giornaledelladanza.com Foto di Andrea Settanni e Stefano Ridolfi

Read More »

“Three”: Batsheva Dance Company al Festival Oriente Occidente

Three, ovvero tre. Tante quante sono, infatti, le parti che compongono lo spettacolo che la compagnia israeliana Batsheva Dance Company porta in scena al Festival Oriente Occidente di Rovereto, crocevia di culture e danze da tutto il mondo. Una ensemble in grado di sedurre con la danza viscerale e contagiosa concepita dal suo mentore Ohad Naharin e, proprio questa composizione, mostra tutta la stratificazione del movimento che Naharin sa creare come incarnazione tangibile delle emozioni umane. Strutturata appunto in tre parti, la seconda e la terza introdotte da un danzatore che si presenta in proscenio con un monitor in mano a descrivere ciò che lo spettatore dovrà vedere, la pièce apre con un magistrale assolo maschile sulle Variazioni Goldberg di Bach nell’interpretazione per pianoforte di Glen Gould. All’arrivo del gruppo si dispiega una danza oscillante tra muscoli e fragilità, che si anima nel contrappunto musicale e si propaga di corpo in corpo cogliendo nella forma ogni sfumatura dell’animo. Questa prima parte si intitola Bellus, titolo perfetto. A questo segue Humus, affidato alla forza generatrice femminile: la contemporaneità del gesto è assoluta eppure il pezzo emana qualcosa di ancestrale, nei versi emessi dalle interpreti, nelle camminate ritmiche e nelle percosse delle ...

Read More »

A Rovereto la prima nazionale di “Pavement” della compagnia americana Abraham.In.Motion

Il 9 settembre 2016, all’interno di Festival Oriente-Occidente 2016, il Teatro Zandonai di Rovereto ospita la compagnia americana A.I.M. Abraham.In.Motion che presenta in prima nazionale di Pavement, coreografia di Kyle Abraham. Considerato il volto nuovo della danza americana, Abraham è un coreografo eclettico e versatile il cui stile nasce dall’unione tra danza afroamericana e modern dance, i cuoi lavori raccontano la sua storia personale e la ricerca di identità, attraverso un  riuscito mix che coniuga la vivacità dell’hip hop e della urban dance con la solida tecnica contemporanea. La Abraham.In.Motion ha sede a New York e combina ballerini provenienti da diverse discipline e diversi background personali, rappresentando perfettamente l’originalità del suo fondatore e dando vita a una compagnia fresca e unica nel suo genere. Ispirato al film Boyz in the Hood e al classico della letteratura americana Souls of Black Folk di W.E.B. Du Bois, Pavement racconta la vita di strada dei sobborghi afroamericani, tra gang rivali e polizia violenta, la lotta contro la discriminazione, il genocidio e la ricerca di un modo per conquistarsi la libertà. L’insolita e coinvolgente colonna sonora, un collage di jazz, arie di Vivaldi e Bach, arrivando fino al Peter Grimes di Benjamin Britten, fa ...

Read More »

L’inusuale e il tradizionale in scena con “Instrument 1 – Scoprire l’invisibile” di Roberto Zappalà

L’8 settembre 2016, all’interno di Festival Oriente-Occidente, l’Auditorium Melotti di Rovereto (TN) ospita la Compagnia Zappalà Danza con Instrument 1 – Scoprire l’invisibile, coreografia e regia di Roberto Zappalà, musica originale dal vivo del gruppo catanese di musica folk I Lautari. Diretta da Zappalà, fondatore anche di Scenario Pubblico, centro di eccellenza per la danza contemporanea a Catania, la Compagnia viene considerata come una delle realtà più vive e dinamiche del panorama artistico italiano. Instrument 1 è la prima tappa di un percorso coreografico attraverso cui il coreografo catanese vuole rileggere e mostrare la Sicilia, utilizzando il suo personalissimo linguaggio scenico, basato sullo studio di strumenti musicali inusuali, come in questo caso il marranzano (volgarmente detto scacciapensieri), strumento della tradizione siciliana spesso associato alla mafia, del quale vengono esaltate le possibili declinazioni ritmiche e acustiche. In scena, assieme a Insieme al musicista Puccio Castrogiovanni, leader del gruppo musicale I Lautari, che suona dal vivo il marranzano, sette danzatori della Compagnia, tutti maschi, a rappresentare il vigore di una Sicilia in cui tradizione e modernità si ritrovano e si fondono. ORARI & INFO 8 settembre 2016, ore 20.30 Auditorium Melotti Corso Bettini, 43 38068 Rovereto TN Telefono: +39 0464 452159 E-mail: ...

Read More »

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. E maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Puoi consultare per maggiore informazione l'apposita pagina sulla nostra Privacy Policy

Chiudi