Find the latest bookmaker offers available across all uk gambling sites www.bets.zone Read the reviews and compare sites to quickly discover the perfect account for you.
Home / Tag Archives: Luciana Savignano (page 4)

Tag Archives: Luciana Savignano

“Tango di luna”: la magia della milonga in scena a Torino

La 36ma stagione internazionale di danza e arti integrate Il Gesto e l’Anima 2014-15, organizzata e promossa dalla Fondazione Teatro Nuovo, propone un appuntamento di particolare fascino nel contesto del Teatro Erba, mercoledì 3 dicembre, l’Associazione ContART, in collaborazione con Teatro Franco Parenti e con Luciana Savignano, sarà protagonista con Tango di luna. Di notte, sotto la luna, in un posto qualsiasi di questo mondo, nasce il Tango di Luciana. Una grande artista incontra il tango, e il tango incontra la sua vita, i suoi pensieri. Passato, presente e futuro scorrono su tre linee parallele: si rincorrono, si afferrano, si sovrappongono, si lasciano, si riprendono. Uno sguardo viene fuori dalla luna, dall’ombra e dal silenzio, dallo spazio, si abbandona nell’abbraccio. Arriva e il tempo si ferma e la luna fa nascere un inizio. Imparando a camminare si comincia a imparare il tango, e ogni passo di Luciana è ogni volta il primo. Un cameriere e un maestro sono un tutt’uno con questo luogo come se non esistesse vita fuori di li. L’arrivo di Luciana modifica l’equilibrio della milonga, fino a stravolgerlo. “Scusi, è qui che s’impara il Tango?” Il primo incontro è un abbraccio. L’abbraccio tra una donna che continuamente ...

Read More »

Luciana Savignano: una vita per la danza, la carriera di una grande ballerina

Luciana Savignano nasce a Milano il 30 novembre del 1943. La sua è la classica fiaba della semplice bambina che scopre dentro di sé una passione ed un talento così forte da trasformarla presto in una stella. All’età di nove anni fu infatti portata dai genitori alla Scala di Milano a vedere il balletto classico per antonomasia: Il “Lago dei Cigni”; la musica, il teatro, i tutù… capì subito che quella sarebbe stata la sua vita. Decise così in quell’occasione che voleva diventare una ballerina e trovò subito il consenso del padre, egli stesso amante del teatro. Nel 1953 superò l’esame di ammissione alla scuola di ballo del teatro alla Scala di Milano e qui si formò conseguendo il diploma nel 1962. Sin dall’infanzia rivelò un insopprimibile istinto al movimento, al quale sapeva abbandonarsi con facilità grazie all’agilità del suo corpo, alla sua grazia innata, alla flessibilità e versatilità delle sue membra  che sembravano ascoltare e rispondere al ritmo interiore. Di quegli anni ricorda con tenerezza la sua prima insegnante, Edda Martgnoni, che riuscì a darle quella dolcezza di cui una bambina timida come lei aveva strettamente bisogno. Appena diplomata partì per mosca, per perfezionarsi presso il teatro Bolshoi, insieme ...

Read More »

Dentro la Danza: GAFFE? – RACCOMANDAZIONI – CASA DOLCE CASA – PAOLO BORTOLUZZI

La rubrica del giornaledelladanza.com, Dentro la Danza, è un mix di notizie a volte importanti altre piccanti, divertenti, raccontate con ironia e leggerezza per svelare cosa avviene dietro le quinte del mondo della danza e del balletto. Anche i nostri lettori possono diventare protagonisti delle news del giornale scrivendoci all’indirizzo mailto:redazione@giornaledelladanza.com specificando nell’oggetto Dentro la Danza e raccontandoci in anteprima le indiscrezioni di cui sono a conoscenza.   GAFFE?       Si sarà trattato davvero di un fraintendimento oppure Kledi Kadiu voleva davvero gongolare di alcune situazioni del nostro paese? Qualche giorno fa il ballerino ha pubblicato una foto che ritraeva alcuni studenti italiani in fila alla facoltà di medicina a Tirana, in Albania, per accedere ai test d’ingresso, e sotto la foto ha commentato: LA RUOTA GIRA! L’espressione ha sollevato ovviamente un polverone e Kledi è corso ai ripari specificando di aver voluto dire di essere felice che molti italiani vadano a studiare nella sua terra. Lo so, il chiarimento non è convincente, l’intento sembra più quello di dire: ieri è toccato a me espatriare ed oggi finalmente a voi! Io però voglio credere alla sua spiegazione, e non pensare che oggi Kledi tenti di sputare nel piatto in cui ...

Read More »

Un “Tango di luna” per Luciana Savignano

Luciana Savignano mette da parte le punte che l’hanno resa famosa in tutto il mondo e si dona al tango, regalando uno spettacolo a dir poco meraviglioso anche a chi conosce poco di questa straordinaria arte argentina. Di notte, sotto la luna, in un posto qualsiasi di questo mondo, nasce il Tango di Luciana.Sotto le luci al neon di una milonga abbandonata vive un mondo a parte, fatto di ombre e di tracce, di scarpe consumate e di gesti meccanici, ripetitivi, di nostalgia e di regole rigide e acquisite. Un cameriere continua a svolgere i suoi riti quotidiani a passo di tango, come se il luogo fosse pieno di gente. È una figura, ambigua, rigida, fredda. Dipende totalmente dallo spazio e dalla situazione in cui si trova, tanto da assorbirne ogni volta i climi e da mettersi sempre al servizio di ciò che accade. Un uomo, seduto per terra con lo sguardo fisso, lucida ossessivamente le sue scarpe da tango. L’arrivo di Luciana modifica l’equilibrio della milonga, fino a stravolgerlo. “Scusi, è qui che s’impara il Tango?” Il primo incontro è un abbraccio. Susanna Beltrami, coreografa che ha creato questa pièce appositamente per Luciana Savignano, porta in scena un tango magico. ...

Read More »

Etoile del mese di Paolo Bonciani: Luciana Savignano

  Luciana Savignano, ballerina italiana, si forma presso la Scuola di Ballo della Scala di Milano nella quale si diploma in seguito ad un periodo di perfezionamento al Teatro Bol’šoj di Mosca. Nel 1968 Mario Pistoni la sceglie come ballerina solista per il Mandarino Meraviglioso, su musica di Béla Bartók, con il quale ottiene la consacrazione nel mondo della danza. Nel 1972 diventa prima ballerina alla Scala e Maurice Béjart la invita nella compagnia Du XXème siècle dove interpreta la Nona Sinfonia; in seguito Béjart crea per lei Leda e il Cigno e Ce que l’amour me dit con Jorge Donn.Interpreta inoltre Romeo e Giulietta, Buaki, Il Bolero, Il Lago dei Cigni, La Bisbetica Domata e Cinderella. Nel 1994 Maurice Béjart la fa danzare ne La Voce tratta da La Voix Humaine di J. Cocteau. Nello stesso anno diviene ballerina negli spettacoli A la memoire (Mahler), Carmina Burana (Orff) e inOrfeo (Stravinsky). Dal 1995 collabora con la coreografa Susanna Beltrami con la quale ha fondato nel 1998 la Compagnia Pier Lombardo Danza. Dal 2009 è uno dei giudici del talent show di Rai 2 Italian Academy 2.   ________________________________________________________________________________ “Io non sono una ballerina, ma un essere che ha bisogno di esprimersi danzando” ________________________________________________________________________________   Luciana Savignano negli scatti d’autore di PAOLO BONCIANI     Foto Copyright Paolo Bonciani

Read More »

Don Juan, apre la rassegna “Ottobre Danza”, al Teatro di San Carlo di Napoli

  Mercoledì 25 Settembre, alle ore 20.30, al Teatrino di Corte, di Palazzo Reale, aprirà la rassegna autunnale di “Ottobre Danza” del Teatro San Carlo, sotto la direzione di Alessandra Panzavolta, direttrice del corpo di ballo, uno dei balletti più rappresentativi della storia della danza, Don Juan di Massimo Moricone, interpretata  dalla straordinaria musa di Maurice Béjart, l’étoile Luciana Savignano. Il balletto è un mix di seduzione, azione e di grande tensione, come nelle scene di duello o del ballo e nella suggestiva apparizione del Convitato di Pietra che trascinerà il suo assassino alla morte. Don Juan si risveglierà in un aldilà dove tutto al femminile, uno spazio in cui intraprenderà una iniziazione che lo restituirà alla vita, proprio come un nuovo Orfeo a cui è data un’unica possibilità di portare con sé la propria amata: trasformarsi in lei. Appuntamento quindi al 25 settembre per inaugurare insieme, questa che senz’altro sarà una grande stagione per il balletto al Teatro San Carlo di Napoli. ORARI & INFO 25, 26 e 27 settembre, ore 20.30 Teatrino di Corte Palazzo Reale, Napoli Biglietteria Teatro di San Carlo Tel. (+39) 081 7972331-412 biglietteria@teatrosancarlo.it www.teatrosancarlo.it Mattia Aversa  

Read More »

L’arte delle punte riparte al Real Teatro di San Carlo, con la terza edizione di”Ottobre Danza 2012”

  Dal 25 Settembre al 31 Ottobre l’arte di tersicore riprende vita nel suggestivo Real Teatro San Carlo con la terza edizione di “Ottobre Danza” a cura, della  direttrice del corpo di ballo, Alessandra Panzavolta. La rassegna si aprirà, Mercoledì 25 Settembre, alle ore 20.30, al Teatrino di Corte, di Palazzo Reale,  con uno dei balletti più rappresentativi della storia della danza, Don Juan di Massimo Moricone, interpretata  dalla straordinaria musa di Maurice Béjart, l’étoile Luciana Savignano. Il 4 Ottobre sarà la volta di Body Against Body, un trittico composto da Spent Days Out Yonder, Continuous Replay  e  l’anteprima Ravel: Landscape or Portrait?  del ballerino e coreografo statunitense definito «un insostituibile tesoro della danza», Bill T. Jones.  Il 31 Ottobre il festival si concluderà Gran Gala per i duecento anni della Scuola di Ballo del teatro, la più antica d’Italia, una grande serata di festa  dove si esibiranno non solo i giovani allievi dei corsi, diretti da Anna Razzi, ma anche ballerini ospiti come Giuseppe Picone e Ambra Vallo che, dopo aver studiato a Napoli, sono diventati importanti étoiles nei Teatri di tutto il mondo. Un  grande appuntamento, in uno dei teatri più belli  d’Europa, con un  grande festival, che porterà nel ...

Read More »

Social Network Estate: Luciana Savignano

Social Network Estate è la rubrica per l’estate, ideata dal direttore Sara Zuccari, in cui la redazione h24 del giornaledelladanza.com avrà i riflettori puntati sui personaggi della danza italiana ed internazionale per seguirli nella loro estate 2012, tramite i social network: facebook, twitter, Flickr, etc…   Domenica 26 agosto 2012 Facebook Luciana Savignano ” Io non sono una ballerina , ma un essere che ha bisogno di esprimersi danzando . Il mio non è un lavoro ,ma qualcosa che mi permette di vivere le sfumature della mia anima “

Read More »

Su Rai 5 Kledi Kadiu ci racconta “Raymonda” ed i suoi “Progetti di Danza”

Rai 5, il nuovo canale Rai dedicato all’intrattenimento culturale, ospiterà prossimamente due importanti appuntamenti legati al mondo della danza, la diretta dalla Scala di Milano del balletto Raymonda ed il nuovo programma intitolato Progetti di Danza, entrambi sotto la conduzione del danzatore Kledi Kadiu. Il ballerino di origine albanese, ma con una carriera tutta italiana, è reduce dagli ottimi risultati ottenuti nella scorsa stagione televisiva col programma Step – Passi di danza scritto dalla produttrice televisiva Vittoria Cappelli. Nelle vesti di conduttore, Kledi andrà in onda il sabato alle ore 23.30, a partire dal 22 ottobre per 12 puntate, raccontanto il mondo dell’arte coreutica a 360 gradi, si parlerà dei coreografi e dei danzatori, degli scenografi, dei costumisti, dei grandi luoghi in cui la danza viene accolta, dai teatri alle piazze, ai musei. Durante le 12 puntate Kledi ci porterà in un luogo che farà da spunto per incontrare uno o più personaggi con cui discorrere di un tema fissato per ogni singola puntata. In occasione della prima puntata l’avventura di Progetti di danza partirà da Rovereto, città famosa anche perché ospita dal 1981 il Festival Oriente e Occidente i cui direttori artistici, Paolo Manfrini e Gianfranco Cis, saranno intervistati ...

Read More »

Le dichiarazioni di Luciana Savignano, Anna Maria Prina e Giuseppe Carbone a favore del Prof. Alberto Testa

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO Giuseppe Carbone – Nel 1969 sono stato il primo a ricevere questo premio: è stato sicuramente un onore, anche perchè in Italia ero uno sconosciuto. Lavoravo in Germania e il Maestro Testa ha visto in me il talento, è stato lui ad invitarmi a Spoleto. Alberto ha fatto un lavoro straordinario: lui è stato in grado di dare il premio alle persone giuste, ai talenti, ai giovani. Ha avuto sempre moltissimo coraggio. Ora se ne va un pezzo di storia: il mio augurio più grande è che Daniele Cipriani possa avere il Maestro Testa al suo fianco. Di meglio, sicuramente, non potrà essere fatto nulla: Alberto Testa ha fatto un ottimo lavoro, che nessuno potrà mai dimenticare. Luciana Savignano – L’unica cosa che mi riserbo di dire è che sono molto dispiaciuta. Sono molto legata alla figura del Maestro Alberto Testa, sono stata a Positano in molte occasioni e la professionalità che l’ha sempre contraddistinto è immensa. Sono molto rattristata da quanto accaduto, posso soltanto dire questo. Anna Maria Prina – Il Maestro Testa è una persona eccezionale: ha l’immenso merito di aver fondato, sviluppato e portato avanti questo premio. E’ pur vero che i tempi cambiano ...

Read More »

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. E maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Puoi consultare per maggiore informazione l'apposita pagina sulla nostra Privacy Policy

Chiudi