Find the latest bookmaker offers available across all uk gambling sites www.bets.zone Read the reviews and compare sites to quickly discover the perfect account for you.
Home / Tag Archives: Ohad Naharin (page 3)

Tag Archives: Ohad Naharin

Batsheva Ensemble in scena al Teatro Grande con “Deca Dance”

  Ohad Naharin e il Bastheva Ensemble presentano al Teatro Grande di Brescia lo spettacolo Deca Dance, un mosaico di nove creazioni estratte da alcuni lavori del coreografo israeliano. Realizzato con il sostegno di Harkness Foundation for dance, mercoledì 30 ottobre alle ore 21:00, i quattordici danzatori dell’Ensemble Batsheva si esibiranno in un lavoro coreografico, soggetto a variazioni e integrazioni di sera in sera, in grado di testimoniare l’abilità creativa e la sensibilità di Ohad Naharin (coreografo acclamato a livello internazionale) e la ricchezza del suo repertorio brillantemente interpretato dalla Batsheva Dance Company, della quale ne è direttore artistico dal 1990. In Deca Dance l’attenzione dello spettatore verrà catturata da grandi scene d’insieme, in uno spazio scenico interamente vuoto in cui la danza non rievoca narrazioni esterne ma descrive e racconta della bellezza e della gioia della danza stessa. L’Ensemble Batsheva, parte della storica compagnia Batsheva Dance Company, è uno dei giovani gruppi israeliani più conosciuti e apprezzati nel panorama internazionale della danza: grazie a un quotidiano allenamento basato sulle tecniche del Gaga, i danzatori di Batsheva portano avanti una particolare ricerca sulle infinite possibilità del movimento e sullo sviluppo della propria sensibilità. Formatosi alla Bat-Dor School of Dance in Israele, e in seguito alla Juilliard e alla School of American Ballet di ...

Read More »

“Political Mother”: la connessione tra il calore di una madre e una patria politica al Sadler’s Wells di Londra

Dal 3 al 7 luglio la Hofesh Shechter Company presenterà Political Mother presso il Sadler’s Wells di Londra. Coreografia e musica sono create entrambe dall’artista Hofesh Shechter, uno dei nomi di punta della nuova coreografia inglese. Political Mother, del 2010, è stato visto in Italia a Roma durante il Romaeuropa Festival ed è il primo lavoro a serata intera del coreografo che da una decina d’anni ha base a Londra, dopo la formazione in Israele con Ohad Naharin alla Batsheva Dance Company. Attraverso il gesto, il suono e la voce, undici danzatori, un’orchestra di sette elementi e un cantante, condividono col pubblico quella che potrebbe essere una rievocazione storico-politica, tanto opprimente quanto capace di generare una danza popolare liberatoria. Lo spettacolo ha inizio con un cavaliere che fa harakiri con la propria spada, e che sancisce così la fine della classicità del mito dell’eroe solitario e dà inizio alla contemporaneità del mito della moltitudine solidale e corale. I musicisti ed il cantante sono posti su un praticabile posizionato in alto, al di sopra del palco. In Political Mother ci sono inserti classici verdiani tra la libera percussione di tamburi e giri di basso elettrico. Sul palco c’è una folla impazzita ...

Read More »

L’evoluzione di Ohad Naharin in “Sadeh21”

  Ancora pochi giorni di attesa e poi il TorinoDanza Festival sarà invaso dall’energia di ben 18 danzatori della famosissima Batsheva Dance Company, pronti a portare in scena la pièce Sadeh21 di Ohad Naharin. Il coreografo, che ha fatto il suo debutto mondiale al Festival di Israele2011, ha creato un lavoro “audace”, una coreografia assai densa di sensazioni da non aver paura di confrontarsi con il silenzio, il vuoto e l’impatto pieno di emozioni nude. Atmosfere sottili, sfumate, in cui l’assenza – di suono, luce e colore – sono forti come una presenza, mosse da una colonna sonora ovattata, con suoni appena percettibili. Sadeh21 è un fertile campo di contrasti, un lavoro coinvolgente, dove i movimenti dei danzatori esprimono una forte immersione nell’isolamento, abisso di curiose dissonanze. Uomini in abito da sera neri incuranti dei diktat sociali, donne che suonano chitarre immaginarie e un ballerino che arringa il pubblico in una lingua incomprensibile: Sadeh21 è un lavoro pieno di sorprese, che congeda il pubblico con una sensazione di luminosa libertà e l’esperienza liberatrice di sentimenti contraddittori. Naharin si allontana dalle classiche categorie narrative, ma tutto ciò non significa che non stia raccontando una storia. Ogni movimento e ogni scena, ogni singolo elemento ...

Read More »

Una delle più entusiasmanti realtà di danza contemporanea al mondo, arriva al Roma Europa Festival

  L’8 Novembre all’Auditorium della conciliazione, arriva all’Europa Roma Festival il Deca Dance Batsheva Dance Company, in uno spettacolo dall’esplosione selvaggia che riassume il percorso creativo del suo direttore Ohad Naharin. Nato nel 2000 per celebrare i primi dieci anni di direzione artistica di Naharin, questo lavoro in continua evoluzione si presenta oggi in una nuova forma dopo un ulteriore montaggio creativo di intere sezioni delle coreografie del repertorio di Ohad Naharin per la Batsheva Dance Company. La Batsheva Dance Company è considerata una delle più entusiasmanti realtà di danza contemporanea al mondo. Insieme alla giovanile Batsheva Ensemble, vanta una rosa di 40 danzatori di Israele e di altri Paesi. Entrambe le formazioni presentano oltre 25 spettacoli all’anno in tutto il mondo. Ohad Naharin è direttore artistico dal 1990 e dal 2009 Adi Salant è direttore artistico associato. Grazie a un quotidiano allenamento basato sulle tecniche del Gaga, i danzatori di Batsheva portano avanti una particolare ricerca sulle infinite possibilità del movimento e sullo sviluppo della propria sensibilità. La loro curiosità e il loro entusiasmo fanno sì che partecipino attivamente al processo creativo, esprimendo il proprio talento individuale in occasione dell’annuale Batsheva Dancers Create project. In collaborazione con Torino Danza, ...

Read More »

“Deca Dance” in prima nazionale al festival Oriente Occidente

Il Trentino Alto Adige come crocevia di culture, Trento cuore di un festival che rende il Mediterraneo protagonista: sono queste le ambizioni della trentunesima edizione del Festival Oriente Occidente. Dall’1 all’11 settembre, a Rovereto e Trento si alterneranno le migliori compagnie provenienti da tutti i Paesi che si affacciano sul mare nostrum: dalla Spagna alla Turchia, passando per Francia, Italia, Grecia, Medioriente, Nord Africa. La manifestazione da sempre punto di riferimento per la più significativa danza internazionale,  guarda questa volta a sud, a quello che per secoli è stato un mondo perfettamente autosufficiente in cui civiltà, imperi, culture, saperi, religioni si sono incontrate, rapportate e scontrate. Oggi nel Mediterraneo il confronto fra Oriente e Occidente è sempre più animato: le guerre del Golfo, le ostilità in terra di Palestina tra israeliani e palestinesi, quelle greco-turche attorno a Cipro, i fenomeni migratori, le sollevazioni delle popolazioni del Nord Africa sono fatti che continuano a occupare la cronaca. Malgrado tutto ciò, l’arte è più viva che mai. Si anima in questi scenari, ma diventa linguaggio universale quasi a superare le contingenze storiche. Lo dimostrano i coreografi ospiti del Festival, che porteranno “giù al nord” pièce di rilievo: dalla spagnola Mercedes Ruiz col ...

Read More »

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. E maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Puoi consultare per maggiore informazione l'apposita pagina sulla nostra Privacy Policy

Chiudi