Find the latest bookmaker offers available across all uk gambling sites www.bets.zone Read the reviews and compare sites to quickly discover the perfect account for you.
Home / Tag Archives: Roberto Zappalà

Tag Archives: Roberto Zappalà

Audizione MoDem Pro Compagnia Zappalà Danza

Audizione MoDem Pro Compagnia Zappalà Danza  Le prossime edizioni del MoDem PRO si terranno nei periodi: sezione autunnale: 26 settembre – 17 dicembre 2022 sezione invernale:  09 gennaio – 01 aprile 2023   Le candidature saranno accettate sino al raggiungimento del numero massimo di partecipanti. Al momento della conferma si potrà indicare la preferenza del periodo prescelto.   Data l’emergenza Coronavirus, effettuiamo la selezione tramite candidatura da video e CV (vedi link sotto). I selezionati saranno direttamente contattati per integrazione materiali e definitivo esito della selezione. MoDem PRO é il percorso di approfondimento del linguaggio della Compagnia Zappalà Danza, della durata di 2 mesi e mezzo, pensato per professionisti e semiprofessionisti di minimo 20 anni. Al termine del percorso verranno selezionati sino ad un massimo di 6 danzatori che andranno ad integrare la CZD2 – giovane compagnia zappalà danza. La partecipazione avviene solo ed esclusivamente per selezione ed è a numero chiuso.

Read More »

La Nona / dal caos, il corpo di Roberto Zappalà in tour

La Nona / dal caos, il corpo di Roberto Zappalà, una riflessione sull’uomo e sull’umanità, sulla sua condizione di perenne conflitto e sulle speranze di solidarietà e fratellanza universale  riprende la tournée a partire dall’affascinante tappa il 16 agosto, ospite del Segesta Teatro Festival diretto da Claudio Collovà. La tournée 2022 de La Nona coincide con un traguardo importante appena raggiunto, ovvero, il riconoscimento di Centro di rilevante interesse nazionale assegnato a Scenario Pubblico/Compagnia Zappalà Danza da parte del Ministero della Cultura.  Dopo Segesta lo spettacolo è in scena: 19 novembre Teatro Ristori di Verona; 23 novembre al Teatro Comunale di Bolzano; 30 novembre al Teatro Fraschini di Pavia; 10-11 dicembre al Teatro Bellini di Napoli.  Sara Zuccari

Read More »

“Rifare Bach”, creatività infinita e potenzialità del corpo che danza

Il 25 Febbraio 2022, al Teatro Comunale Luigi Russolo – Portogruaro (VE) sarà in scena la Compagnia Zappalà con Rifare Bach, regia e coreografia Roberto Zappalà su musiche di Johann Sebastian Bach. Interpreti: Corinne Cilia, Aya Degani, Filippo Domini, Anna Forzutti, Gaia Occhipinti, Delphina Parenti, Silvia Rossi, Joel Walsham, Valeria Zampardi, Erik Zarcone. Da sempre appassionato e ispirato dai capolavori di Bach, Zappalà ritiene che le note del compositore tedesco siano ‘strumento di creatività infinita così come lo è la natura.’ I componimenti di Bach si contraddistinguono per l’originalità, la complessità dell’armonia e per l’invenzione della tecnica contrappuntistica. Al centro di Rifare Bach c’è il corpo, con la sua fragilità, la sua bellezza, la sua forza e le sue potenzialità di movimento e di rinnovamento. L’esperienza artistico-estetica del lavoro di Bach si unisce a quella più fisica e materiale della danza. La fusione tra le due arti crea un linguaggio innovativo che colpisce lo spettatore e gli permette di rivivere sotto nuove forme artistiche la musica dell’età barocca. Informazioni 25 febbraio 2022, ore 21.00 Teatro Comunale Luigi Russolo Piazza Marconi (via Silvio Pellico) Portogruaro (VE)  Telefono: +39 0421 270069 Stefania Napoli Fotografia: SalvatorePastore © www.giornaledelladanza.com

Read More »

Due appuntamenti con la danza, sabato 29 gennaio su RAI 5: Roberto Zappalà e Merce Cunningham

Due appuntamenti con la danza, sabato 29 gennaio su RAI 5. Alle 21.16 va in onda I am beautiful, in replica domenica 30 gennaio ore 17.00, spettacolo di Roberto Zappalà per la sua compagnia con sede a Catania, ispirato a Baudelaire e al primo verso della sua lirica La Beauté a sua volta ispiratore di una scultura di Rodin. Qui la danza dei nove danzatori si plasma in sculture e ricerca visceralmente la bellezza sulla partitura percussiva dei Lautari. La straordinaria carriera del coreografo americano e lo sforzo compiuto per preservare la sua eredità artistica. Li ripercorre il documentario “Merce Cunningham. The Legacy”, in onda sabato 29 gennaio ore 22.25 su Rai5 e in replica domenica 30 gennaio ore 17.00. Realizzato tre anni dopo la morte di Merce Cunningham (1919 – 2009), il documentario è accompagnato da una domanda: come assicurare la sopravvivenza della sua opera nonostante la sua morte e lo scioglimento della sua compagnia? Avvocati, danzatori, musicisti, archivisti e insegnanti di danza hanno unito le forze e accettato la sfida di rafforzare il Cunningham Legacy Plan, elaborato dallo stesso coreografo prima del decesso.   Redazione

Read More »

Compagnia Zappalà Danza in “Romeo Giulietta 1.1”

Continuano gli appuntamenti di Paesaggi del Corpo Festival Internazionale Danza Contemporanea il 17 ottobre alle ore 19 con uno spettacolo-evento a cura della Compagnia Zappalà Danza, fondata dal coreografo di fama internazionale Roberto Zappalà: Romeo Giulietta 1.1 La Sfocatura dei Corpi, una riproposizione di Romeo e Giulietta che non vuole “parlare” d’amore ma essere un atto d’amore verso la vita. Nelle note vicissitudini scespiriane si arriva all’amore sublimato dalla morte (e viceversa), la versione 1.1 vuole riflettere e al contempo “ribellarsi” ad un tempo storico (oggi) dove la pulsione di morte è sublimata solo da sé stessa e contrapporre passione e rispetto nei confronti della vita.  Bastano solo i due innamorati a tracciare e sintetizzare la celebre storia d’amore attraverso i loro corpi vibranti, morbidi e tesi, ansimanti e impetuosi nel loro avvinghiarsi, distanziarsi e ricongiungersi. Cosa ci fa sentire sfocati, quando ci sentiamo sfocati? Tecnicamente, (in ottica, fotografia, cinema), la sfocatura è una questione di distanza. La distanza tra il centro focale dell’obiettivo e l’oggetto inquadrato; se questa distanza è inferiore o superiore ad una certa misura l’oggetto risulta, appunto, sfocato. Riportando tutto ai due amanti di Verona ci sentiamo sfocati quando percepiamo che la distanza tra noi e il mondo, tra noi e l’amato non è ...

Read More »

L’estetica e il linguaggio del corpo di Roberto Zappalà per il Campania Teatro Festival

«Gli esseri umani hanno da sempre guardato alla natura per comprendere il senso del loro essere qui e delle loro azioni. La natura è comune a tutti ed è la madre di tutti, considerare la natura equivale a considerare l’universalità delle cose. Uno spazio dove silenzio, ascolto, percezione e gesto saranno presenti in modo unitario nel rispetto delle singole differenze». (Roberto Zappalà)   Continua con grande successo la rassegna di grandi nomi per il  Campania Teatro Festival, il 29 settembre ore 21.00 al  Teatro Politeama, Napoli  in scena la Compagnia Zappalà Danza con la nuova opera di Roberto Zappalà – Rifare Bach – .  Con questa creazione Roberto Zappalà cura in profondità l’estetica e il linguaggio del corpo, e lo fa dedicando un’intera serata a Johann Sebastian Bach, che con la sua musica cristallina e preziosa incarna per il coreografo l’ideale di un’arte pura e “onesta”. Al centro della creazione un universo coreografico che mette il corpo, con la sua naturale bellezza e tutta la sua fragilità, quale elemento fondante e transito ineludibile. La naturale bellezza del corpo dei danzatori e della musica di Bach ha nella creazione un corollario di suoni della natura e del mondo animale, come delle ...

Read More »

Fabbrica del Vapore al via Anteprima Zed Festival 2021

Alla Fabbrica del Vapore, giovedì 9 settembre, dalle 16 alle 20.30 Anteprima Zed Festival, proiezione di filmati a 360° in un’esperienza tra realtà e virtuale; dalle 21 proiezione del film Timecode di Juanjo Giménez Peña. A seguire La naturale bellezza del creato di Michele Bernardi e Roberto Zappalà. Dalle 16 alle 21, è possibile visitare l’installazione NO CRASH – DITTICO risonante che racconta – attraverso musica, danza e architettura – il tema delle morti bianche sul lavoro. Un’esperienza unica, che proietta lo spettatore all’interno di uno spettacolo di danza. Essere avvolti dalla luce o dalle ombre. Circondati da danzatori che appaiono nel visore VR, ma che si materializzano dal vivo in un continuo scambio tra realtà e virtuale. È OmbraLuce uno dei titoli che compongono la programmazione pomeridiana di giovedì 9 settembre 2021 alla Fabbrica del Vapore per l’ultimo appuntamento di The Risico screening@Vapored’Estate dedicata all’Anteprima di Zed Festival: proiezioni e installazioni per immergersi nel mondo della realtà virtuale (VR), aumentata (AR) o nelle proiezioni a 360°. OmbraLuce è un’opera che si interroga sulla percezione del reale e dell’irreale con una performance di realtà mista in cui danzatori reali e danzatori virtuali emergono dall’oscurità per dare corpo, visione, materia a percezioni ...

Read More »

Audizione Modem e CZD2 giovane Compagnia Zappalà Danza

AUDIZIONI MODEM E CZD2 GIOVANE COMPAGNIA ZAPPALÀ DANZA INDETTE LE AUDIZIONI per accedere al percorso MoDem PRO e alla CZD2 giovane compagnia zappalà danza. Il termine ultimo per la presentazione delle candidature é il 16 luglio 2021. Data l’emergenza Coronavirus, effettueremo la selezione tramite candidatura da video e CV (vedi link sotto). I selezionati saranno direttamente contattati per integrazione materiali e definitivo esito della selezione. MoDem PRO é il percorso di approfondimento del linguaggio della Compagnia Zappalà Danza, della durata di 2 mesi e mezzo (ottobre-dicembre 2021), pensato per professionisti e semiprofessionisti di minimo 20 anni. Al termine del percorso verranno selezionati sino ad un massimo di 6 danzatori che andranno ad integrare la CZD2 – giovane compagnia zappalà danza. La partecipazione avviene solo ed esclusivamente per selezione ed è a numero chiuso. MoDem e CZD2 sono progetti realizzati in collaborazione con la rete europea DQD Danse Qui Danse   © www.giornaledelladanza.com

Read More »

“Panopticon/Il teatro igienico” al Museo Civico Castello Ursino

Dopo il debutto annunciato pochi mesi fa ma fermato dalla zona arancione, ora Panopticon / il teatro igienico, l’opera installativa di Roberto Zappalà è pronta a tornare in scena, fino al 13 giugno al Museo Civico Castello Ursino, in co-organizzazione con l’Assessorato alla Cultura del Comune di Catania. Panopticon vede finalmente la luce in una dei luoghi più affascinanti e importanti della città siciliana: un progetto versatile, che intreccia arte, architettura e danza. Il Panopticon di Roberto Zappalà assolve ad una funzione sociale di riavvicinamento perché il pubblico entra ed è parte dell’opera d’arte. Al Museo Civico Catello Ursino l’installazione diventa quotidianamente parte integrante del percorso museale e, al suo interno in alcuni giorni si potrà “incorrere” in brevi performance in alcuni giorni e orari specifici. INFO Dal 21/05 al 13/06: installazione visitabile tutti i giorni in orario museo (ore 9.00/18.00) Le Performance fruibili esclusivamente nei giorni di ven-sab-dom (ore 11.00 e 12.00 e ore 17.00 e 18.00) Museo Civico Castello Ursino, Piazza Federico di Svevia, Catania INFO: tel. 095.2503147/095.315459 (lun-ven 10.00>13.00 | 16.00>19.00) info@scenariopubblico.com – www.scenariopubblico.com © www.giornaledelladanza.com Foto di Serena Nicoletti    

Read More »

“Panopticon” di Roberto Zappalà al Museo Castello Ursino di Catania

Dopo mesi di chiusura dovuta all’emergenza sanitaria il progetto Panopticon / il teatro igienico, opera installativa di Roberto Zappalà, prende forma dal vivo dal 19 marzo al 17 aprile al Museo Civico Castello Ursino in co-organizzazione con l’Assessorato alla Cultura del Comune di Catania. Panopticon vede finalmente la luce in una dei luoghi più affascinanti e importanti della città siciliana, mostrando così di essere un progetto versatile ed esportabile.  «L’accostamento con il Panopticon di Jeremy Bentham – che progettò un carcere ideale nel 1721 – è molto semplice: il nostro progetto esalta infatti la dimensione della segregazione/prigione così come del distanziamento/isolamento sociale oltre che del voyeurismo. L’intenzione è di far diventare protagonista il contenitore, lo spazio, almeno quanto il contenuto, il performer e il messaggio del suo gesto». (Roberto Zappalà) E, come dice l’Assessore alla Cultura del Comune di Catania, Barbara Mirabella: «Lo scenario del Castello Ursino, anche in ragione della sua storia nei secoli di fortezza, dimora reale, carcere e infine luogo di bellezza e cultura, è il palcoscenico ideale sul quale rappresentare questa dicotomia fra la libertà dell’espressione artistica e la condizione umana soggetta a limitazioni continue e contingenti». Il Panopticon di Roberto Zappalà assolve ad una funzione sociale di riavvicinamento perché il pubblico entra ed è parte dell’opera d’arte. Al Museo Civico Catello Ursino l’installazione Panopticon diventa quotidianamente parte integrante del percorso museale e, al suo ...

Read More »

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. E maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Puoi consultare per maggiore informazione l'apposita pagina sulla nostra Privacy Policy

Chiudi