Find the latest bookmaker offers available across all uk gambling sites www.bets.zone Read the reviews and compare sites to quickly discover the perfect account for you.
Home / Tag Archives: Verona (page 3)

Tag Archives: Verona

Verdi, Wagner, Ciaikovsky: Tris d’assi per la danza al Teatro Camploy

Come già anticipato, l’Estate Teatrale Veronese quest’anno si è estesa anche al palcoscenico del Teatro Camploy, che sarà dedicato, oltre alla prosa, anche alla danza, con i tre spettacoli finalmente resi noti, dal 5 al 26 luglio. Si comincia con uno scontro tra titani che festeggiavano insieme l’anniversario nel 2013: Verdi e Wagner, abilmente combinati in una coreografia che abbina Aida e Tristan, presentata da Artemisdanza. La doppia notte, infatti, è un’opera non narrativa che oscilla continuamente da un personaggio all’altro per mettere in scena le mutabili emozioni umane, come mutabile è la scena (creata da luci e proiezioni) che passa dalle foreste oscure di Tristan ai deserti infiniti di Aida. Danzato sulle partiture originali dei due grandi compositori, i due personaggi sono privati di voce per concentrarsi sul movimento dei corpi (vestiti della nuova collezione di La Perla); movimento che è vita, vita che è anche soprattutto amore, motore originario dei personaggi, fino alla fine. Si continua poi con due serate di Ersiliadanza che presenta qui una coreografia di Laura Corradi, in prima nazionale: Camping paradise, i cui dettagli però non sono ancora noti. Possiamo però già aspettarci una coreografia che coniughi forza e leggerezza, fortemente contemporanea e con ...

Read More »

Viaggio nel mondo della danza sul palcoscenico del Teatro Romano di Verona

Al grido di “Happy Birthday William!” si apre il 2 luglio a Verona il Festival Shakespeariano, giunto alla 66° edizione, parte della più ampia manifestazione detta Estate Teatrale Veronese, che ha luogo in vari luoghi della città, tra cui il Teatro Romano. Ed è proprio al Teatro Romano che sarà ospitata la sezione dedicata alla danza (con alcuni spettacoli, ancora però da confermarsi, al Teatro Camploy), che quest’anno propone un programma che fa davvero il giro del mondo. Si parte il 9 luglio con i Carmina Burana del Ballet de l’Opéra National de Bordeaux, balletto creato da Mauricio Wainrot e basato sulla versione per pianoforte e percussioni della musica composta da Carl Orff (che trasse ispirazione dai testi dei Carmina Burana, ma senza cercare una ricostruzione storica della base musicale). Alleggerita così la parte musicale, è la coreografia a riempirsi di rimandi al testo, come nella prima sezione Fortuna imperatrix mundi in cui la fortuna è rappresentata da danze in cerchio e da colori diversi. E il testo viene rispettato anche nelle cosiddette canzoni di risveglio della primavera, di satira e d’amore, ma la coreografia si ferma prima di cadere in temi più crudi, o di arrivare a temi sacri, ...

Read More »

Un’esclusiva per la prima: il Ballet Béjart inaugura la stagione del Teatro Ristori

Il Teatro Ristori di Verona inaugura la stagione di danza 2013-2014 con un’esclusiva italiana, l’eccezionale performance del Ballet Béjart Lausanne. L’ente lirico scaligero prosegue, quindi, nella via tracciata nelle prime due stagioni, presentando i lavori dei grandi coreografi di oggi e del Novecento, interpretati dalle migliori compagnie internazionali. Si sono visti lavori di Balanchine, Forsythe, Kylián, Neumeier, Preljocaj, Robbins, Shechter, fra gli altri. Ecco il ritorno a Verona dopo undici anni del Béjart Ballet, una  compagnia che è frequentemente  in tournée: solo negli ultimi dodici mesi ricordiamo Parigi (Théâtre de Chaillot), San Pietroburgo (il Teatro Mariinskij), Mosca (Teatro Bolshoi), Tokio, Bogotà, São Paulo, oltre naturalmente a numerose  città in Francia, Svizzera, Germania, Spagna; e, dopo Verona, la Compagnia sarà al Festival Internazionale di Shangai. In programma sul palco del teatro scaligero Le Manteau, del 1999,  in prima italiana, ispirato al racconto di Gogol Il cappotto; la musica è di Hugues Le Bars, compositore che spesso ha collaborato con Béjart, la cui produzione va dai cd alle colonne sonore (film di Blier e di  Serreau, tra gli altri), alle serie tv, alle sigle (Radio France, Air France), alla pubblicità. Segue  Liebe und Tod, del 2002, in prima italiana, musica di Mahler. ...

Read More »

Al via la stagione 2013/14 del Teatro Ristori di Verona

Il Teatro Ristori si conferma e si rinnova. Ma soprattutto continua a dedicare un ampio spazio alla danza di qualità, presente sin da quando, restituito ai veronesi nel gennaio 2012, è tornato a far parte della storia della città. Abbandonato per decenni, il Ristori è stato restituito ai veronesi dopo un lungo e complesso lavoro di recupero e restauro. Le prime due stagioni si sono articolate nel segno della grande danza internazionale, di progetti speciali dedicati alla Musica e al Teatro Musicale, di collegamenti live con i teatri internazionali; con risultati di pieno successo, avviando nel contempo collaborazioni con le grandi organizzazioni culturali della città. Il Ristori, quindi, prosegue sulla via tracciata nelle prime due stagioni, offrendo al suo pubblico i lavori dei grandi coreografi di oggi e del Novecento, interpretati dalle migliori Compagnie. Si sono visti infatti lavori di Balanchine, Forsythe, Kylián, Neumeier, Preljocaj, Robbins, Shechter. La Stagione 2013-14 si apre il 19-20 ottobre con  il ritorno a Verona dopo undici anni del Béjart Ballet, uniche date italiane della celebre Compagnia, sempre in tournée (dopo Verona sarà al Festival Internazionale  di Shangai). Ecco la possibilità di vedere quattro lavori di uno fra i grandi Maestri della danza dell’ultimo cinquantennio, ...

Read More »

Thierry Malandain : « Adoro creare per poter, poi, trasportare le persone che partecipano ai miei spettacoli. La danza è anche questo! »

Uno scenario mozzafiato, il Teatro Romano di Verona, le musiche della nuovissima pièce “Cenerentola”, i colori del tramonto su Ponte Pietra: sono questi gli ingredienti che hanno fatto da contorno ad un’interessante incontro con Thierry Malandain, coreografo della Compagnia Malandain Ballet Biarritz. Una chiacchierata con uno dei creatori più geniali del panorama della danza internazionale. In Italia per presentare la sua ultima fatica, Malandain ci racconta anche la sua storia: già messosi in luce come danzatore dell’Opéra di Parigi, del Ballet du Rhin e del Ballet Théâtre Français de Nancy, Il Maestro lega il suo nome di coreografo e direttore artistico alla compagnia di Biarritz con esemplari risultati di eccellenza, apprezzati dal pubblico ed elogiati dalla critica. Spesso artefice di produzioni realizzate in collaborazione con altre importanti istituzioni francesi, il Malandain Biarritz Ballet si è affermato per il grande interesse suscitato dal lavoro artistico svolto, fra tradizione e modernità. Ecco cosa ha raccontato al Giornale della danza. In Italia con la sua compagnia per la prima volta di “Cenerentola”. È felice di essere qui? Moltissimo. Il vostro paese mi accoglie sempre in maniera fantastica: poter portare la mia nuova creazione qui a Verona, in un Teatro come questo, consente alla mia pièce di diventare ancor più ...

Read More »

Ready, set, Momix! La magica compagnia presenta “Alchemy” al Teatro Romano di Verona

La chiamano alchimia, noi la chiamiamo magia.  Se allo splendido scenario del Teatro Romano di Verona uniamo la particolarità, la fantasia e l’essenza surreale quasi inspiegabile dei Momix il gioco è fatto:  se ne resta estasiati. Provare per credere. Tre anni dopo l’ultima performance in terra veronese, l’inesauribile Moses Pendleton torna nella città di Giulietta e porta tra le mura scaligere Alchemy, la nuova creazione per i magnifici Momix. Uno spettacolo multimediale realizzato dai suoi superbi ballerini, un lavoro pieno di fantasia, ironia, bellezza e mistero. Mentre con Bothanica il pubblico era trascinato in un viaggio surreale attraverso le stagioni dell’anno, in Alchemy il Wizard of Dance svela i segreti dei quattro elementi primordiali – terra, aria, fuoco, acqua – e crea uno spettacolo che sprigiona arcane suggestioni, attirando lo spettatore in una dimensione misteriosa. Miscelando le sostanze base nei loro alambicchi e fornaci, gli antichi alchimisti cercavano l’elisir di lunga vita o la formula dell’oro. Gli alchimisti non lavoravano da soli: evocavano gli spiriti per ricevere aiuti nei loro riti segreti. Ad ispirare l’immaginazione del coreografo americano è stata, però, l’eterna ricerca dell’oro segreto che vive nel profondo dell’essenza umana. Una favola moderna dove viene narrato il prodigio maggiore, ...

Read More »

Angelin Preljocaj presenta in prima nazionale Royaume Uni

Al via il secondo spettacolo della stagione 2012/2013 del Teatro Ristori di Verona; dal 5 al 6 febbraio i membri del Ballet Preljocaj calcheranno il palcoscenico veronese con tre creazioni del coreografo francese Angelin Preljocaj: Annonciation (1995), Centaures (1998)  e, per la prima volta in Italia, Royaume Uni (2012). Annonciation, creato su musiche di Antonio Vivaldi e Stephane Roy, danza il momento dell’incontro in cui l’angelo Gabriele annuncia a Maria di essere stata scelta per portare in grembo il Figlio dell’Altissimo. Una pièce potente e drammatica danzata da due interpreti femminili. Centaures, coreografato sulle musiche di György  Ligeti, vede in scena due uomini a torso nudo  che evocano il mondo segreto dei deserti di sabbia. Una coreografia forte e misteriosa che sviluppa un’estetica sensuale dell’intrico articolata dai movimenti dei danzatori. Royaume Uni è una delle recenti creazioni del coreografo che entra quest’anno nel repertorio della Compagnia. Per la prima volta presentato in Italia, Royaume Uni è una coreografia per quattro danzatrici che si sviluppa con immagini molto pulite. Un pezzo costruito intorno all’armonia e alla precisione sulle musiche del duo 79D: esse danzano all’unisono, in quattro o a coppie, fino a mettere alla prova la propria capacità di resistenza umana. ORARI&INFO Teatro Ristori ...

Read More »

“Open” al Teatro Camploy di Verona con Daniel Ezralow

Daniel Ezralow, 56 anni, nato a Los Angeles da famiglia ebraica, è considerato uno dei più geniali coreografi di tutto il mondo, famoso per essere stato tra i fondatori delle compagnie Momix e Iso Dance e aver creato coreografie sia per corpi di ballo come The Paris Opera Ballet, Hubbard Street Dance Chicago e Batsheva. Un coreografo che non si è fatto mancare nessuna esperienza, ha spaziato dal teatro ai musical, dal cinema fino alla moda e poi ancora alla musica. Ezralow, torna con una nuova proposta teatrale dopo quattro anni di assenza dai palcoscenici italiani, con il suo nuovo spettacolo Open, scritto a quattro mani con la moglie Arabella Holzbog. Sul palco del Teatro Camploy di Verona, saliranno otto danzatori totali, sei statunitensi e due italiani, della neonata D.E Contructions Dance Company. Uno spettacolo che vestirà la danza contemporanea con la musica classica di Bach, Beethoven, Chopin, Wagner e perfino Rossini e Verdi, poiché come afferma Ezralow “L’ho trovata una novità in un periodo in cui tutti ballano su hip hop, rock e pop”. Questo commubio è volto a trasportare il pubblico in una nuova dimensione dove umorismo e intensità potranno dar vita a una miscela esplosiva di straordinaria ...

Read More »

Ballet du Capitole de Toulouse sul palcoscenico del Teatro Ristori di Verona

Il Teatro Ristori di Verona apre il sipario, in esclusiva italiana, al Ballet Du Capitole de Toulouse: la compagnia andrà in scena il 20 ed il 21 dicembre interpretando La Stravaganza di Angelin Preljocaj, e Symphony of Psalms di Jiří Kylián. Ad aprire la serata sarà La Stravaganza, lavoro originariamente creato per il New York City Ballet nel 1997. Creata sulle musiche di Vivaldi e su brani contemporanei, l’opera mira a raffigurare un conflitto tra passato e presente che viene rappresentato da due gruppi  formati da tre coppie di danzatori i quali indossano rispettivamente costumi che ricordano l’epoca barocca di Vivaldi e abiti moderni. A seguire il Ballet Du Capitole de Toulouse salirà sul palcoscenico interpretando Symphony of Psalms, coreografato da Kylián nel 1978 sull’omonima partitura del Maestro Igor Stravinskij. L’opera celebra la spiritualità dell’essere umano attraverso la composizione musicale e la poeticità di 16 danzatori che interpretano sentimenti caratteristici dell’uomo come la speranza e la sofferenza. ORARI&INFO Teatro Ristori Via Teatro Ristori 7, Verona Dal 20 al 21 dicembre Infoline: (+39) 045.69.63.00.00 www.teatroristori.org info@teatroristori.org www.theatre-du-capitole.fr Antonietta Mazzei Foto David Herrero

Read More »

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. E maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Puoi consultare per maggiore informazione l'apposita pagina sulla nostra Privacy Policy

Chiudi