Find the latest bookmaker offers available across all uk gambling sites www.bets.zone Read the reviews and compare sites to quickly discover the perfect account for you.
Home / Attualità / Teatro alla Scala su RaiPlay: Le Corsaire martedì 21 aprile con la coppia Nicoletta Manni e Timofej Andrijashenko

Teatro alla Scala su RaiPlay: Le Corsaire martedì 21 aprile con la coppia Nicoletta Manni e Timofej Andrijashenko

Grazie alla collaborazione tra la rai e la Scala – Rai Play, martedì 21 aprile, il Teatro alla Scala offre agli appassionati danza Le Corsaire nella meravigliosa versione coreografica di Anna-Marie Holmes andata in scena nel 2018 con gli scaligeri Nicoletta Manni e Timofej Andrijashenko 

Le Corsaire

Adolphe Adam, Cesare Pugni, Léo Delibes, Riccardo Drigo, Peter von Oldenburg

Coreografiadi Anna-Marie Holmes da Marius Petipa e Konstantin Sergeyev, scene e costumi diLuisa Spinatelli, direttorePatrick Fournillier con Nicoletta Manni, Timofej Andrijashenko, Martina Arduino, Marco Agostino, Antonino Sutera, Mattia Semperboni e Antonella Albano. Con la partecipazione degli allievi della scuola di Ballo dell’Accademia Teatro alla Scala. Teatro alla Scala 2018

La produzione scaligera di questo classico del balletto ottocentesco su libretto di Jules-Henry Vernoy de Saint-Georges e Joseph Mazilier, ha debuttato con enorme successo ad aprile 2018 al Teatro alla Scala nell’ambito dei festeggiamenti per i 200 anni dalla nascita del coreografo Marius Petipa. La versione coreografica proposta è firmata da Anna-Marie Holmes, autorevole specialista dei grandi balletti ottocenteschi ed è basata su The Corsair (1814) di Lord Byron e sulle versioni coreografiche di Marius Petipa revisionata sempre in Russia da Konstantin Sergeyev.

L’evoluzione di questo balletto è complessa e articolata: allestito nella versione di Joseph Mazilier all’Opéra di Parigi nel 1856, è stato portato in Russia da Jules Perrot e poi allestito in due versioni, sempre in Russia, per il Teatro Mariinsky di San Pietroburgo, da Marius Petipa nel 1868 e nel 1899. E’ proprio di questa ultima versione nel 1899, rivisitata da Petipa per la prima ballerina italiana Pierina Legnani, il celebre pas de deux, portato a fama immortale da Rudolf Nureyev e Margot Fonteyn negli anni Sessanta, interpretato dai principali ballerini in tutto il mondo e sempre atteso nei Gala di danza classica.

La versione coreografica di Anna-Marie Holmes, ha debuttato nel 1997 con il Boston Ballet, ed è stata poi rimontata per l’American Ballet Theatre nel 1998 con l’italiano Giuseppe Picone nel ruolo di Conrad. Da allora la Holmes lo ha rimontato per innumerevoli compagnie.

La Scala di Milano lo ha presentato nel 2018 con una veste tutta nuova, con una nuova scenografia e costumi espressamente realizzati da Luisa Spinatelli. E’ questa la prima produzione di Il Corsaro in repertorio al Teatro alla Scala da quando, nel 1826, su questo palcoscenico, venne messo in scena da Giovanni Galzerani il primo balletto basato su The Corsair di Lord Byron, e nel 1857 da Domenico Ronzani.

Nel balletto azione, passione e romanticismo si miscelano in una trama che mette in grande evidenza le danze di gruppo e i tanti momenti virtuosistici che richiedono tecnica straordinaria. Il balletto sui muove in un’ambientazione esotica, tra pirati e schiavi, tempeste e rapimenti, uccisioni e cospirazioni, una grotta, un pascià e il sogno in un bellissimo giardino, le avventure del pirata Conrad per salvare la sua amata Medora riempiono la storia d’amore con un irresistibile spirito d’avventura.

In scena in questa produzione scaligera oltre un centinaio di artisti tra primi ballerini solisti e artisti del Corpo di Ballo a cui si affiancano comparse e 16 allievi della Scuola di Ballo dell’Accademia Teatro alla Scala.

Nei ruoli principali, Nicoletta Manni (Medora), Martina Arduino (Gulnare), Timofej Andrijashenko (Conrad), Marco Agostino (Lankendem),  Antonino Sutera (Birbanto) e  Antonella Albano (Zulmea). Nel ruolo dello schiavo Alì, Mattia Semperboni, giovane danzatore dai giri inarrestabili, e pluripremiato proprio per questo ruolo. Le tre odalische sono interpretate da Virna Toppi,  Maria Celeste Losa e Alessandra Vassallo; il pascià è Alessandro Grillo e le due coppie di Corsari Emanuela Montanari, Mariafrancesca Garritano, Christian Fagetti e Massimo Garon.

La partitura musicale riorchestrata da Kevin Galiè e che utilizza brani di Adolphe Adam, Cesare Pugni, Léo Delibes, Riccardo Drigo, Prince Oldenbourg è eseguita dall’Orchestra del Teatro alla Scala diretta da Patrick Fournillier.

Sara Zuccari

Direttore www.giornaledelladanza.com

Check Also

“Eppur si muove” di Francesca Lattuada Fondazione Nazionale della Danza / Aterballetto

Dopo il primo spettacolo della Compagnia Artemis danza, il prossimo appuntamento in Fonderia è domenica ...

Carla Fracci il nuovo libro per ragazzi: “Più luminosa di una stella”

Un passaggio di testimone ai giovani sognatori fortemente voluto dalla “eterna fanciulla danzante”. La storia ...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. E maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Puoi consultare per maggiore informazione l'apposita pagina sulla nostra Privacy Policy

Chiudi