Find the latest bookmaker offers available across all uk gambling sites www.bets.zone Read the reviews and compare sites to quickly discover the perfect account for you.
Home / Attualità / Tornano al Teatro Olimpico di Roma per il Festival Internazionale della danza i Momix

Tornano al Teatro Olimpico di Roma per il Festival Internazionale della danza i Momix

 

Definito dalla critica ‘the wonder  of wonders’, meraviglia delle meraviglie, torna a Roma, al Teatro  Olimpico, ‘Bothanica’ dei Momix. Lo spettacolo, ideato da Moses  Pendleton, geniale fondatore della compagnia di ballerini illusionisti, sara’ in scena dall’8 al 22 marzo in apertura del Festival  Internazionale della Danza, un progetto ideato dall’Accademia  Filarmonica Romana, cui sono legati e che li ha ospitati dal 1984, e  dal Teatro Olimpico.

 ‘Bothanica’, spettacolo dal fascino incontrastato per le  mirabolanti serie di coreografie, nasce da una fortissima passione per la natura del coreografo Moses Pendleton. Si avvale delle coreografie  dello stesso Pendleton e co-diretto da Cynthia Quinn.  Entrambi ne disegnano i costumi insieme a Phoebe Katzin. Gli  interpreti sono: Autumn Burnette, Jonathan Bryant, Jennifer  Chicheportiche, Simona Di Tucci, Rory Freeman, Morgan Hulen, Donatello Iacobellis, Anila Mazhari, Emily Mcardle e Matt Schanbacher. Il design dei pupazzi e’ di Michael Curry, mentre quello delle luci e’ firmato  da Joshua Starbuck e Moses Pendleton.

Da sempre vicino all’ecologia, l’autore di coreografie  imprevedibili guida il pubblico nell’esplorazione di una natura  affascinante, ma minacciata dall’irragionevolezza dell’uomo. Lo  spunto, in ‘Bothanica’, e’ la morte delle api, guerrieri sconfitti in  battaglia dalle forze dell’inquinamento. Uno spettacolo il cui tema e’ il rapporto dell’essere umano col mondo naturale, quello fatto di  piante, animali e anche minerali, come spiega Moses Pendleton in una  recente intervista, ma che “resta comunque un work in progress”.

 Secondo il coreografo americano questo e’ “un  viaggio all’interno di una natura meravigliosa e affascinante,  minacciata dalla sconsiderate azioni dell’uomo. L’ispirazione viene  dal mondo dei fiori, degli insetti -aggiunge il leader dei Momix  ma  anche dalla vita segreta degli alberi e delle rocce, che per me sono  dotate di vita. In un momento dello spettacolo si vede una roccia che, come se fosse un utero, partorisce una donna bellissima“.

 Bothanica inizia con l’inverno di un’aurora boreale, attraversa  le tinte vivaci della primavera, continua con l’estate e finisce con  l’autunno. “Il mio approccio e’ stato simile a quello poetico di  Pablo Neruda -prosegue Pendleton- il mio poeta preferito, che leggo  ogni mattina prima di andare a nuotare in un lago freddissimo. Ma ho  cercato ispirazione anche nel ciclo delle ‘Quattro Stagioni’ di  Vivaldi, seguendone la scansione attraverso il violino di Anne Sophie  Mutter, e nell’apporto suggestivo della musica di Peter Gabriel. In  ‘Bothanica’ ci sono ben trentacinque diverse fonti sonore. Nei nostri  spettacoli cerchiamo di provocare quella che io chiamo ‘optical  confusion’: un modo per eccitare i nervi del cervello e stimolare la  creativita“.

Dopo le ultime repliche di ‘Bothanica’ il Festival  Internazionale della Danza ospitera’ al Teatro Olimpico dal 24 al 27  marzo – per la prima volta in Italia – la compagnia American Ballet  Theatre II , compagnia ‘da camera’ dell’American Ballet, con lo  spettacolo ‘U.S.A. Great Dance’ dallo straordinario programma tutto  dedicato ai coreografi della danza americana: Balanchine, Tudor,  Robbins, Van Fleteren, Jodie Gates. Ultimo ospite del Festival sara’,  dal 29 marzo al 10 aprile, Emiliano Pellisari che dopo il successo di  ‘Inferno’, ritorna a Roma con il suo nuovo spettacolo ‘Cantica II –  Divina Commedia’.

 

Sara Zuccari

Direttore del www.giornaledelladanza.com

Check Also

Otto strategie per affrontare la paura del palcoscenico

Indipendentemente dallo stile e dal livello di danza praticati, l’esibizione sul palcoscenico genera sempre una ...

Eleonora Abbagnato protagonista della sfilata di Laura Biagiotti al Campidoglio

Charme, eleganza, talento, bravura e bellezza. Eleonora Abbagnato, l’etoile che tutto il mondo ci invidia, ...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. E maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Puoi consultare per maggiore informazione l'apposita pagina sulla nostra Privacy Policy

Chiudi