Find the latest bookmaker offers available across all uk gambling sites www.bets.zone Read the reviews and compare sites to quickly discover the perfect account for you.
Home / Attualità / “Trittico Novecento”: in scena a Napoli il Balletto dell’Esperia

“Trittico Novecento”: in scena a Napoli il Balletto dell’Esperia

 

Il Balletto dell’Esperia di Paolo Mohovich approda stasera a Napoli, al Teatro delle Palme, con la produzione Trittico Novecento, lo spettacolo in cui la compagnia piemontese propone tre capolavori del balletto del ‘900 entrati di diritto nella letteratura coreo-musicale moderna e di cui offre la sua rivisitazione da parte di tre coreografi contemporanei: La morte del cigno di Thierry Malandain, direttore del Malandain Ballet Biarritz, L’après-midi d’un faune, creazione esclusiva per il BdE di Eugenio Scigliano e I quattro temperamenti di Paolo Mohovich.

Il primo brano è ispirato al celeberrimo lavoro coreografato nel 1904 da Fokine per l’interpretazione di Anna Pavlova, qui interpretato da un trio femminile che evoca in un momento di danza pura la grazia e la potenza del cigno, simbolo di luce.

L’apres-midi d’un faune di Scigliano evoca quello stesso spirito animalesco e quell’erotismo che già caratterizzavano l’opera originale di Nijinsky sulla celebre musica di Debussy; ma, ispirandosi a Mallarmé, il coreografo trae spunto per dare vita a una riflessione sulla natura dell’essere umano, sul processo di crescita che accompagna il percorso di ogni uomo e che determina la propria  sessualità e il proprio essere.

Il brano di Paolo Mohovich, che chiude lo spettacolo, è invece un omaggio al grande Balanchine, che compose I quattro temperamenti, uno dei suoi maggiori capolavori, nel 1946 sull’omonimo brano di poco precedente di Paul Hindemith; anche qui l’intento originario, in questo caso quello di trasformare in danza la teoria greca e poi medievale sull’esistenza di quattro “temperamenti” fondamentali (malinconico, sanguigno, flemmatico e collerico), è occasione di omaggio e, al contempo, di un’indagine più profonda che approda, nel brano di Mohovich, in una danza caratterizzata da estrema purezza e musicalità, nella netta distinzione tra danza maschile, sinuosa e a tratti animalesca, e femminile, elegante e raffinata.

Il filo che tiene insieme le parti di cui si compone lo spettacolo è la comunanza di due tratti particolari, denominatori comuni dei tre lavori: l’esaltazione della musicalità delle coreografie, già centrale nei lavori originari, e la netta distinzione tra danza maschile e danza femminile che permette di esaltare ogni aspetto dei rispettivi generi di danza.

OARAI & INFO

Martedì 28 febbraio ore 21.00

Teatro delle Palme

Via Vetriera, 12

Napoli

Tel. +39081418134

http://www.teatrodellepalme.it

Francesca Romana Famà

Foto di Corrado Buzzi

Check Also

Roberto Altamura

PROSPETTIVE01 – Roberto Altamura: “Mi piace pensare che questo strano 2020 possa essere una sorta di anno 0 da cui ripartire”

“Prospettive01” è una rubrica rivolta ad artisti e contesti che rappresentano un mondo di talenti ...

Il Presidente Elisabetta Casellatti premia Carla Fracci e omaggia la danza in Senato

“Più leggera dell’aria, più lieve di un sospiro”. Così la critica ha definito negli anni Carla Fracci, ...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. E maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Puoi consultare per maggiore informazione l'apposita pagina sulla nostra Privacy Policy

Chiudi