Find the latest bookmaker offers available across all uk gambling sites www.bets.zone Read the reviews and compare sites to quickly discover the perfect account for you.
Home / News / PROSPETTIVE 01 – “Napoli Ballet Gala”: la Danza che unisce le anime migranti

PROSPETTIVE 01 – “Napoli Ballet Gala”: la Danza che unisce le anime migranti

"Napoli Ballet Gala"

“Prospettive01” è una rubrica rivolta ad artisti e contesti che rappresentano un mondo di talenti in continua evoluzione. Ideata e curata da Lorena Coppola, la rubrica si propone di raccogliere una serie di interviste e di articoli mirati a dar voce e spazio a tutte le fasce creative del mondo coreutico che costituiscono giovani realtà in via di sviluppo ed espansione, progetti innovativi, o realtà già consolidate, di spiccato talento, meritevoli di attenzione. Un luogo di rivelazione e di incontro di nuove prospettive.

Venerdì  8 Novembre 2019  il Teatro Mediterraneo di Napoli ospiterà  “Napoli Ballet Gala”, uno spettacolo che ha l’intento di riunire il pubblico e la Città di Napoli, in una serata di grande danza internazionale, in un momento di riflessione, di condivisione culturale ed emotiva, attraverso una performance di grandi danzatori e artisti, inserita all’interno di un luogo simbolo di quel popolo guida del mondo antico​ “TEATRO MEDITERRANEO” (che al Mediterraneo diede l’appellativo di Mare nostrum)​ e della loro capacità di accogliere nella nostra terra, persone provenienti dai tanti paesi​ del loro sconfinato impero. Un contesto di umanità, fratellanza, solidarietà e arte, a cui possono orgogliosamente sentirsi di appartenere, tutti i Napoletani.

La Direzione Artistica è affidata a Gennaro Carotenuto, Moscow Ballet La Classique e Andrey Lyapin, rispettivamente collaboratore italiano e direttore artistico del Moscow Ballet La Classique di Mosca.  Lo spirito della serata è di sensibilizzare il vasto pubblico alla bellezza, al valore e pregio culturale della musica classica e del balletto, con interpreti di rinomata fama mondiale, quali i primi ballerini del Mariinsky Ballet Theatre, del Mikhailovsky Theatre, del Kremlin Ballet Theatre, del Grigorovich Ballet Theatre del Teatro San Carlo, nel convincimento congiunto che il linguaggio universale della musica e della danza non abbia barriere fisico-geografiche. In scena Oksana Bondareva e Andrei Yermakov, Ekaterina Pervushina e Dmitry Prusakov; Marina Fadeeva e Vladimir Morozov; Nika Tskhvitaria e Vitaly Amelishko; Claudia D’Antonio e Salvatore Manzo.

Gli artisti, già sensibili al tema dell’integrazione e dell’accoglienza, si sono da subito dichiarati disposti a partecipare all’evento, diventandone i protagonisti, entusiasmandosi all’idea della collaborazione funzionale a dare concretezza a un progetto di beneficenza, che riguardi una terra anche diversa dalla loro area di provenienza, consapevoli del fatto che la liberazione dalle sovrastrutture mentali, suscettibili di forzare cose e persone in categorie falsate e luoghi comuni, renda tutti noi integrati e felici, parte di una comunità cosmopolita (che Napoli già rappresenta), recuperando all’umanità dignità e decoro. Una parte del ricavato della serata andrà a finanziare il progetto “Una goccia d’acqua per Broudoumé”.               

A Broudoumé (Costa d’Avorio) vivono più di 3000 persone: utilizzavano 4 pompe idrauliche per l’acqua che serve per vivere, lavorare, irrigare. Le pompe furono realizzate nel 1978 ma dal 2000 non funzionano più.Da 19 anni gli abitanti sono costretti ad attingere acqua all’unica fonte naturale che viene utilizzata per tutti gli usi: questa fonte dista 3 chilometri, e nessuno ne ha certificato la potabilità. L’obiettivo è ripristinare le 4 pompe. Gli abitanti di Broudoumé hanno bisogno di soli 20.000 euro per riavere l’acqua: con questa cifra è possibile installare 4 nuove pompe idrauliche e formare due persone del villaggio che ne cureranno la manutenzione.

Nel corso della serata sarà presentata la coreografia Sognatori di Francesco Capuano per 30 giovani danzatori che si esibiranno durante l’evento internazionale. Il viaggio ha sempre rappresentato l’emblema del cambiamento, ed è oggi più che mai attuale, in un mondo in pieno movimento, frenetico, instabile. Sognatori vuole soffermarsi proprio su questo: sull’aspetto emozionale del viaggio, sul bagaglio di paure, incertezze che ognuno di noi porta con sé, ma anche sulle speranze e sui sogni di chi deve lasciare la propria terra e le proprie origini verso un futuro ancora da conoscere.

ORARI & INFO

Venerdì 8 Novembre 2019, ore 21:00

Teatro Mediterraneo   

Via Enrico Caruso, Napoli

“Napoli-Ballet-Gala”
Andrey Ermakov

Lorena Coppola

www.giornaledelladanza.com

Photo Credits: Press Office “Napoli Ballet Gala”

Check Also

Magia e acrobazie danzate nello spettacolare “The Wolf-Cappuccetto Rosso” di Michelangelo Campanale

Il 17 novembre 2019, al Teatro Momo di Mestre (VE) sarà in scena The Wolf ...

Raffaella Giordano danza “Celeste – appunti per natura”

In un solo, molto personale, Raffaella Giordano porta in scena Celeste appunti per natura, una scrittura ...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. E maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Puoi consultare per maggiore informazione l'apposita pagina sulla nostra Privacy Policy

Chiudi