Find the latest bookmaker offers available across all uk gambling sites www.bets.zone Read the reviews and compare sites to quickly discover the perfect account for you.
Home / Attualità / “Serata Liszt”: una nuova prima mondiale di MaggioDanza

“Serata Liszt”: una nuova prima mondiale di MaggioDanza

Ultima replica questa sera per Serata Liszt, nuova prima mondiale, dittico contemporaneo e produzione di MaggioDanza dedicata al genio di Franz Liszt, di cui il prossimo 22 Ottobre si celebrano i 200 anni dalla nascita. Le musiche del celebre compositore ungherese, raramente impiegate nell’ambito della danza, sono state liberamente rielaborate da Mauro de Candia, che ha scelto il Maggio per la sua prima creazione in Italia, e da Simona Bucci, coreografa fiorentina, già danzatrice solista della Alwin Nikolais Dance Company di New York e assistente di Carolyn Carlson.

Attraverso Spazio Inverso, ad incipit dello spettacolo, Mauro de Candia pone l’accento sull’abilità che Liszt dimostrò nel rielaborare musiche già composte, attraverso trasposizioni, interpretazioni che esasperarono melodie già note e le caricarono di virtuosismi e difficoltà tecniche. La coreografia di de Candia si staglia sulle trascrizioni dei Sei preludi e fughe per organo di Johann Sebastian Bach R. 119. Intimo ed energico allo stesso tempo, Spazio inverso lascia in campo i danzatori, liberi in un complesso paesaggio dalle intrecciate costruzioni spaziali e dinamiche di tempo. Lo spazio della rappresentazione, apparentemente vuoto, permette al movimento, la luce e il suono di trasfigurare il pensiero coreografico per renderlo quasi palpabile.

Le fantasie della mente e del corpo prendono forma, riconsiderando quanto già acquisito per andare oltre, in un viaggio-metafora dell’intimo e della mente. Con Rebelltanz, Simona Bucci ha invece voluto fornire una fotografia d’inizio secolo, cercando d’immortalare le pulsioni e le passioni dei giovani di quel periodo. A Paki Zennaro sono state affidate le rielaborazioni elettroniche di Über allen Gipfeln ist Ruh R. 610, della Rapsodia ungherese n. 2 R. 106, del Gran Duo concertant per violino e pianoforte R. 462, e di Oh! quand je dors R. 569. La musica di Liszt viene qui esplorata come fonte suggestiva ed evocativa attraverso l’utilizzo di frammenti di partiture in seguito rielaborati elettronicamente, creando un panorama musicale dinamico ed espressivo all’interno dell’azione coreografica.

ORARI & INFO

19 Ottobre ore 20.30

Teatro Goldoni

Via Santa Maria, 15
Firenze

Tel: +39 055 2779350

tickets@maggiofiorentino.com

www.maggiofiorentino.com

Valentina Clemente

Check Also

Roberto Capucci firma i costumi di Prometeo per il Festival dei Due Mondi di Spoleto

Quando la danza incontra una delle più grandi firme dell’alta moda italiana non può che ...

Le dodici cose che solo i ballerini possono capire

Chi ha ballato nella sua vita, professionalmente o a livello amatoriale ma con passione, lo ...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. E maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Puoi consultare per maggiore informazione l'apposita pagina sulla nostra Privacy Policy

Chiudi