Find the latest bookmaker offers available across all uk gambling sites www.bets.zone Read the reviews and compare sites to quickly discover the perfect account for you.
Home / Attualità / Al Teatro Ariosto di Reggio Emilia in prima italiana la nuova produzione di Shantala Shivalingappa

Al Teatro Ariosto di Reggio Emilia in prima italiana la nuova produzione di Shantala Shivalingappa

 

Artista originale, danzatrice e coreografa, grande interprete  di Kuchipudi, la danza indiana classica che ha sapientemente rielaborato grazie alle influenze delle sue esperienze professionali (da Maurice Bèjart fino a Bartabas, passando per Peter Brook e Pina Bausch), Shantala Shivalingappa dà vita a una nuova creazione in cui metafora della vita e della danza diventano un’unica cosa.

Swayambhu (suaya-mbu) è il termine sanscrito usato per designare una pietra o una roccia che presenta in modo naturale le sembianze di una divinità, come Ganesh, il dio dalla testa di elefante, o Shiva, il dio della danza. Fuori metafora, Swayambhu è l’esperienza spontanea e improvvisa di una presa di coscienza della realtà, è l’attimo in cui si rivela la natura essenziale del reale, inteso come un campo infinito di unità, fluidità e energia.

Tale è anche la danza dell’artista indiana, in cui gli strumenti del danzatore, vale a dire i gesti, la ritmica, la dinamica, l’estetica, vengono acutizzati, soppesati, maneggiati con cura, amore e delicatezza come se fossero  la manifestazione di una espressione pura. Una sorta di visione in cui la luce lascia indovinare e mai vedere con chiarezza le forme, per lasciare spazio solo a veloci rivelazioni lunghe solo un istante, che è l’istante in cui cade il velo di Maya e in cui, come per una magica alchimia, affiora la verità.

Ancora una volta la danza rapida e sospesa, terrena e aerea, simmetrica e asimmetrica di Shivalingappa conferma uno stile personale e inimitabile in cui l’essenza dell’arte e la sua incarnazione contemporanea si fondono all’unisono. Swayambhu verrà presentato in prima italiana stasera, sabato 25 febbraio, presso il Teatro Ariosto di Reggio Emilia.

ORARI & INFO

Sabato 25 febbraio ore 20.30

Teatro Ariosto

Piazza dei Martiri del 7 Luglio, 7

Reggio Emilia

Tel. 0522.458811

http://www.iteatri.re.it

Francesca Romana Famà

Check Also

Il Presidente Elisabetta Casellatti premia Carla Fracci e omaggia la danza in Senato

“Più leggera dell’aria, più lieve di un sospiro”. Così la critica ha definito negli anni Carla Fracci, ...

“Ink”: il nuovo lavoro di Dimitris Papaioannou in scena a Torinodanza Festival 2020

A Torinodanza Festival debutta, al Teatro Carignano, in prima assoluta e in esclusiva per l’Italia, ...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. E maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Puoi consultare per maggiore informazione l'apposita pagina sulla nostra Privacy Policy

Chiudi