Find the latest bookmaker offers available across all uk gambling sites www.bets.zone Read the reviews and compare sites to quickly discover the perfect account for you.
Home / Attualità / Alcuni cervelli sono ‘cablati’ per la danza?

Alcuni cervelli sono ‘cablati’ per la danza?

Ballare produce effetti positivi per il nostro benessere fisico e mentale a qualunque età. Aiuta a mantenere e sviluppare tono muscolare, flessibilità e resistenza, e rilascia endorfine che alleviano i sintomi di stress e ansia.

Alcune persone, tuttavia, sembrano possedere un talento naturale che consente loro di danzare con grazia e ricordare i passi con apparente facilità, mentre altri trovano difficile muoversi con eleganza.

Si pensa che alcune persone siano nate per ballare e che altre abbiano i cosiddetti “due piedi sinistri”. In realtà, la Scienza e  e l’esperienza dimostrano tutt’altro: chiunque può imparare a ballare bene, con allenamento, dedizione e costanza.

I bambini sono in grado di riconoscere il ritmo di un brano musicale e muoversi seguendo quel ritmo già a pochi mesi di età. In effetti, quella umana non è l’unica specie a rispondere ritmicamente alla musica, possono farlo anche i pappagalli e una specie di elefante.

Quindi sono altri i fattori che consentono di diventare bravi ballerini, professionisti o amatori.

Ballare richiede l’integrazione di musica, movimento e consapevolezza spaziale, elementi controllati dal cervello.

Quando balliamo, la corteccia premotoria e l’area motoria supplementare fondono la consapevolezza spaziale con i ricordi dei passi e delle azioni precedenti.

I segnali viaggiano verso quindi la corteccia motoria primaria che trasmette queste istruzioni ai muscoli attraverso il midollo spinale.

Nel frattempo, il cervelletto riceve informazioni dai sistemi uditivi e visivi, e un’area chiamata ‘verme cerebellare’ sincronizza i passi di danza con la musica.

Il cervelletto regola anche l’equilibrio e la coordinazione, e riceve informazioni dagli organi vestibolari. Quanto tutte queste aree cerebrali si attivano, la danza inizia.

Sebbene alcuni cervelli quindi sembrino essere ‘cablati’ per ballare in virtù delle caratteristiche fisiche e genetiche che contribuiscono all’esternazione delle emozioni e alla comunicazione, tutti possiamo ‘ricablare’ i nostri cervelli. Tutti possiamo diventare ballerini migliori e progredire attraverso il duro lavoro, mentre godiamo dei numerosi benefici sociali e per la salute apportati dalla danza.

 

Stefania Napoli
© www.giornaledelladanza.com

Check Also

“ParmaDanza 2025” in una nuova veste al Teatro Regio

Cinque gli appuntamenti di “Parma Danza 2025”: da gennaio maggio, con compagnie di danza nazionali ...

“Afanador”: Premio Godot 2024 per la migliore coreografia di danza spagnola

Il Premio Godot 2024 per la migliore coreografia di danza spagnola e flamenco è stato ...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. E maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Puoi consultare per maggiore informazione l'apposita pagina sulla nostra Privacy Policy

Chiudi