Find the latest bookmaker offers available across all uk gambling sites www.bets.zone Read the reviews and compare sites to quickly discover the perfect account for you.
Home / Attualità / Alcuni cervelli sono ‘cablati’ per la danza?

Alcuni cervelli sono ‘cablati’ per la danza?

Ballare produce effetti positivi per il nostro benessere fisico e mentale a qualunque età. Aiuta a mantenere e sviluppare tono muscolare, flessibilità e resistenza, e rilascia endorfine che alleviano i sintomi di stress e ansia.

Alcune persone, tuttavia, sembrano possedere un talento naturale che consente loro di danzare con grazia e ricordare i passi con apparente facilità, mentre altri trovano difficile muoversi con eleganza.

Si pensa che alcune persone siano nate per ballare e che altre abbiano i cosiddetti “due piedi sinistri”. In realtà, la Scienza e  e l’esperienza dimostrano tutt’altro: chiunque può imparare a ballare bene, con allenamento, dedizione e costanza.

I bambini sono in grado di riconoscere il ritmo di un brano musicale e muoversi seguendo quel ritmo già a pochi mesi di età. In effetti, quella umana non è l’unica specie a rispondere ritmicamente alla musica, possono farlo anche i pappagalli e una specie di elefante.

Quindi sono altri i fattori che consentono di diventare bravi ballerini, professionisti o amatori.

Ballare richiede l’integrazione di musica, movimento e consapevolezza spaziale, elementi controllati dal cervello.

Quando balliamo, la corteccia premotoria e l’area motoria supplementare fondono la consapevolezza spaziale con i ricordi dei passi e delle azioni precedenti.

I segnali viaggiano verso quindi la corteccia motoria primaria che trasmette queste istruzioni ai muscoli attraverso il midollo spinale.

Nel frattempo, il cervelletto riceve informazioni dai sistemi uditivi e visivi, e un’area chiamata ‘verme cerebellare’ sincronizza i passi di danza con la musica.

Il cervelletto regola anche l’equilibrio e la coordinazione, e riceve informazioni dagli organi vestibolari. Quanto tutte queste aree cerebrali si attivano, la danza inizia.

Sebbene alcuni cervelli quindi sembrino essere ‘cablati’ per ballare in virtù delle caratteristiche fisiche e genetiche che contribuiscono all’esternazione delle emozioni e alla comunicazione, tutti possiamo ‘ricablare’ i nostri cervelli. Tutti possiamo diventare ballerini migliori e progredire attraverso il duro lavoro, mentre godiamo dei numerosi benefici sociali e per la salute apportati dalla danza.

 

Stefania Napoli
© www.giornaledelladanza.com

Check Also

Romaeuropa Festival 2022 inaugura con Emio Greco e Pieter C. Scholten

La trentasettesima edizione del Romaeuropa Festival diretto da Fabrizio Grifasi, in programma dall’8 settembre al 20 novembre, ...

Virgilio Sieni ospite al Segesta Teatro Festival 2022

Al via il Segesta Teatro Festival, con la direzione artistica di Claudio Collovà, il programma di arti ...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. E maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Puoi consultare per maggiore informazione l'apposita pagina sulla nostra Privacy Policy

Chiudi