Find the latest bookmaker offers available across all uk gambling sites www.bets.zone Read the reviews and compare sites to quickly discover the perfect account for you.
Home / Attualità / “Lucia di Lammermoor” al Teatro San Carlo di Napoli

“Lucia di Lammermoor” al Teatro San Carlo di Napoli

 

Torna in scena al Teatro San Carlo di Napoli, dove fu rappresentata per la prima volta nel 1835, la più celebre opera di Gaetano Donizetti su libretto di Salvatore Cammarano: Lucia di  Lammermoor, in un nuovo allestimento, con la regia di Gianni Amelio.  Il debutto è previsto per venerdì 10 febbraio, nell’ambito della Stagione Lirica e di Balletto 2011-2012. Scritta proprio per il San Carlo, Lucia di Lammermoor è una delle opere più rappresentate in questo teatro. Un classico del melodramma ottocentesco reinterpretato da Gianni Amelio, regista cinematografico di grande sensibilità che, come lui stesso ama raccontare, ha una sola grande ambizione quando affronta una regia “quella di riuscire a raccontare una storia fatta di persone e non di personaggi”.

Le scene dello spettacolo sono realizzate da Nicola Rubertelli, direttore degli allestimenti del teatro e scenografo di chiara fama; i costumi sono firmati da Maurizio Millenotti che ha al suo attivo diversi premi e riconoscimenti per i suoi lavori con registi come Fellini, Greenaway o Zeffirelli; le luci sono di Pasquale Mari anche lui testimone di un percorso di grande prestigio e rigore, tra teatro e cinema.  Sul podio Nello Santi, erede della grande scuola di Toscanini e maestro di fama internazionale, che dirige l’orchestra e il coro, preparato come di consueto da Salvatore CaputoAlessandra Panzavolta, direttrice del Corpo di Ballo, cura le coreografie dei momenti di danza di cui sono protagonisti alcuni suoi ballerini, in collaborazione c on l’aiuto regia Lydia Biondi.

Il libretto, Lucia di Lammermoor, di Salvatore Cammarano è tratto dal romanzo storico di Sir Walter Scott, La sposa di Lammermoor (The bride of Lammermoor1819). L’opera nella sua totalità di musica, parole e contesto narrativo è il risultato di un felice incontro tra compositore, librettista e soggetto in cui il melodramma romantico trova una delle più felici espressioni nel dramma tragico in due parti. La vicenda si svolge nella Scozia feudale di fine ‘500: Lucia ama Edgardo e ne è riamata, ma con l’inganno il fratello Lord Enrico Ashton la convince a sposarsi con il potente Lord Arturo. Quando scopre la violenza psicologica patita, Lucia impazzisce, uccide il marito e si lascia andare lei stessa alla morte.

Lacerante e vitale, la scena della follia esprime una Lucia tremante, contrastata tra allucinazione e abbandono al dolore, illuminata da un amore puro, eterno ed universale. Il suicidio diventa la soluzione più naturale per vivere questo sentimento immenso. Al potente canto di Lucia risponde quello di Edgardo, disperato per l’abbandono, paralizzato dalla notizia della morte dell’amata. Lucia è morta e lui sconvolto, immediatamente si pugnala e muore: «Per me la vita è orrendo peso! L’universo intero è un deserto per me senza Lucia».

Allo spettacolo è legato il dibattito-confronto “Storie di ordinaria follia”, che si svolgerà sabato 11 febbraio alle ore 18:30 presso Memus – Palazzo Reale, Napoli a cui parteciperà la scrittrice Chiara Gamberane per riflettere sul perché “gli esseri umani costretti nella vita di tutti i giorni dal disagio mentale all’emarginazione, dall’arte sono considerati gli unici davvero degni di essere raccontati”.  “Storie di ordinaria follia” rientra nel ciclo di incontri TRAS-MEMUS, dedicati agli “attraversamenti e trasversalità, vagabondaggi di senso dai temi delle opere”, nell’ambito del progetto “Il San Carlo per il Sociale”.

ORARI & INFO

Incontro TRAS- MEMUS“Storie di ordinaria follia

Sabato 11 febbraio, ore 18:30

Memus – Palazzo Reale, Napoli

Lucia d Lammermoor

Venerdì 10 febbraio, ore 20:30

Sabato 11 febbraio, ore 20:30

Domenica 12 febbraio, ore 17:00

Martedì 14 febbraio, ore 20:30

Giovedì 16 febbraio, ore 19:00

Sabato 18 febbraio, ore 18:00

Teatro San Carlo

Via San Carlo 98/F, Napoli

Infoline (+39) 081 7972331 – (+39) 081 7972412

biglietteria@teatrosancarlo.it

ufficiostampa@teatrosancarlo.it

http://www.teatrosancarlo.it

 

 Lorena Coppola

 

 

Check Also

PROSPETTIVE01 – Ezio Tangini: “Il Butoh per me è la ricerca di una danza autenticamente vera”

“Prospettive01” è una rubrica rivolta ad artisti e contesti che rappresentano un mondo di talenti ...

In occasione di ‘Spoleto d’estate 2020’ in collaborazione con la Settimana Internazionale della Danza e Russian Ballet College

Venerdì 14 agosto 2 spettacoli | ore 18.30 e 21.30 | Teatro Nuovo Gian Carlo ...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. E maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Puoi consultare per maggiore informazione l'apposita pagina sulla nostra Privacy Policy

Chiudi