Find the latest bookmaker offers available across all uk gambling sites www.bets.zone Read the reviews and compare sites to quickly discover the perfect account for you.
Home / Attualità / Anastasia, il musical dal cult di animazione a Milano

Anastasia, il musical dal cult di animazione a Milano

Tratto da una storia vera che ha debuttato a Broadway nel 2017, lo spettacolo è basato sull’omonimo film di animazione del 1997. “Ci fu un tempo, non molti anni or sono, in cui vivevamo in un mondo incantato fatto di eleganti palazzi e di feste grandiose. L’anno era il 1916 e mio figlio Nicola era lo zar di tutte le Russie. Stavamo festeggiando il trecentesimo anniversario dell’ascesa al trono della nostra famiglia, e quella sera nessuna stella era più brillante della nostra dolce Anastasia, la mia più giovane nipote”. Con queste emozionanti parole, la nonna di Anastasia ricorda la giovane nipote nel classico film di animazione e da quelle stesse parole nasce lo spirito di “ANASTASIA – Il Musical”.

“Anastasia”, il film d’animazione prende così vita in un’opera teatrale che sarà un grande musical. Un evento voluto da “Broadway Italia”, già produttore di “The Phantom of the Opera”, per far rivivere dal vivo una magia in musica mai realizzata sinora grazie a una straordinaria produzione e a una entusiasmante regia che porta la firma di Federico Bellone. Con atmosfere regali, palazzi da sogno e una emozionante colonna sonora, Anastasia il Musical” sarà l’occasione per dare nuova vita ai personaggi di questa storia in un viaggio verso la verità e l’amore.

La testimonianza del regista Federico Bellone:

“Il musical Anastasia è un sogno per me. Noi degli anni ’80, cresciuti durante la rinascita della Disney, con cartoni animati come ‘La bella e la bestia’, ‘La Sirenetta’ e ‘Aladdin’, collochiamo la granduchessa russa tra gli stessi magici e nostalgici ricordi di un tempo che fu, non troppo lontano, in cui la luce del sole al tramonto sembrava più bella, le melodie più sconvolgenti e la qualità molto più alta, almeno per quello che io possa pensare. Il cartone animato del 1997 infatti, scritto da premi Tony, Olivier (gli Oscar del teatro), e Emmy, che veniva da un film omonimo che valse l’Oscar ad Ingrid Bergman, è rimasto nei cuori di diverse generazioni. Le sue canzoni ‘Cuor non dirmi no’ e ‘Quando viene dicembre’ sono ancora cantate a memoria oggi in seguito alla celebre edizione della cantante Tosca e, grazie alla nuova produzione live con musica dal vivo, puntiamo a travolgere e coinvolgere con orchestrazioni sinfoniche e anche tante nuove canzoni oltre alle iconiche, le famiglie d’Italia e del mondo, grazie al futuro tour internazionale. In Italia la traduzione sarà quella del film e di Franco Travaglio, il più accreditato adattatore nazionale. Broadway Italia è un nuovo team di lavoro Italiano che ha attuato standard di produzioni internazionale al pari del West End West di Londra, e in seguito all’enorme successo del nuovo ‘Phantom of the Opera’, metterà ora in scena la leggenda della ‘principessa’ in cerca di sé stessa attraverso i migliori interpreti italiani, una grande scenografia dalle prospettive ottocentesche, costumi imperiali, effetti luce drammatici e tanti effetti speciali, tra cui una tempesta di neve in teatro, fantasmi del passato che danzano nell’aria e un treno in corsa verso Parigi!” Con queste parole Federico Bellone spiega il senso di “Anastasia” nella narrazione musicale in scena in anteprima assoluta in Italia ed in programma in tour mondiale.

“ANASTASIA il Musical” viene proposto nella versione teatrale per far rivivere ad un vasto pubblico, dai bambini, ai genitori e ai nonni, la magia del film d’animazione in una emozionante esperienza tutta musicale. Con l’orchestra dal vivo e canzoni come ‘Quando viene dicembre’ o ‘Viaggio nel passato’, conosciute in Italia grazie alla magistrale interpretazione di Tosca, il Musical viene presentato in anteprima assoluta a Milano, dal 25 dicembre 2024 al 12 gennaio 2025, al TAM Teatro Arcimboldi. Il Musical riprende un viaggio in un’epoca di sfarzo, mistero e passione. Un modo per permettere al pubblico di immergersi nella Russia imperiale e seguire le avventure di Anya, una giovane donna che potrebbe essere la Granduchessa Anastasia, l’unica sopravvissuta alla tragica fine della famiglia Romanov. Una rappresentazione che fa immergere nell’atmosfera mitteleuropea tra intrighi politici e colpi di scena, il tutto sulle note di una meravigliosa e avvincente musica, arricchita da splendide scenografie, da fantastici costumi appositamente disegnati e creati e dalle coreografie.

Il musical Anastasia ha un unico leit motiv, quello cioè di essere travolgente per far entrare in un mondo incantato, con la volontà di creare scene teatrali uniche mai realizzate, con l’atmosfera sfarzosa della corte degli Zar, mentre costumi eleganti e acconciature elaborate porteranno il pubblico nella magica Parigi degli anni ’20. Le musiche, composte da Stephen Flaherty e Lynn Ahrens, andranno a spaziare da melodie delicate a ritmi energici. Anastasia non è solo un musical, ma un’esperienza indimenticabile che lascerà con il fiato sospeso fino all’ultima scena. Un vortice di emozioni, tra amore, mistero e speranza per far ridere, piangere e sognare tutto il pubblico.

La storia della piccola principessa è stata oggetto di numerosi film, a partire dal classico con Ingrid Bergman nel ruolo di Anastasia e Yul Brynner in quello del generale Bunin, versione realistica del Dimitri animato. Il film è del 1956 ed è diretto da Anatole Litvak e valse l’Oscar a Bergman come Miglior Attrice Protagonista. Mentre con le musiche di Lynn Ahrens e Stephen Flaherty ed il libretto di Terrence McNally, “ANASTASIA il Musical” porta in scena uno splendido riadattamento dell’omonimo film di animazione del 1997. La storia si rifà alla leggenda della Granduchessa Anastasia Nikolaevna di Russia. È il 1916 e da San Pietroburgo ha inizio l’incredibile avventura della principessa Anastasia, la giovane figlia di Nicola II, ultimo zar di Russia. Sono gli anni della Rivoluzione Russa che infuoca le piazze e gli animi del popolo e che segnerà presto la tragica fine delle atmosfere scintillanti delle feste di palazzo e dell’intera dinastia dei Romanov. Sopravvivono agli assalti l’imperatrice madre e la giovane nipote Anastasia. Qualche anno più tardi, ritroviamo Anya, ormai giovane donna senza famiglia né ricordi, pronta ad intraprendere il suo personale viaggio lontano dall’orfanotrofio in cui è cresciuta, sulla strada che la porterà a Parigi, verso il sogno di scoprire la propria identità e soprattutto verso l’amore. Lungo il suo viaggio, Anya incontra Dimitri ed il suo amico Vlad, due simpatici truffatori alla ricerca di una sosia della principessa da presentare all’imperatrice madre in cambio di 10.000 rubli; insieme si recano a Parigi per reclamare l’eredità che spetta di diritto alla principessa Anastasia.

Il cast si compone di tantissimi performer tra ballerini, cantanti e attori. I brani sono interamente cantati dal vivo e le coreografie create sulla base delle danze originarie dell’epoca. Anche i costumi e le ambientazioni riportano indietro nel tempo facendo rivivere gli eleganti saloni dello Zar e la Parigi degli anni Venti. Il regista Federico Bellone ha cucito in maniera romantica e frizzante l’intera opera, alternando momenti di forte intensità e di esuberante storicità che lasciano allo spettatore il gusto di una piacevole serata ed un messaggio fortemente attuale. Il riadattamento teatrale è un vero capolavoro, con scene iconiche come quella dell’assedio al castello dei Romanov, il tutto arricchito da eleganti coreografie che fanno rivivere il fascino di un’epoca regale.

 

TAM – TEATRO ARCIMBOLDI MILANO

Viale dell’Innovazione 20 – Milano

www.teatroarcimboldi.it

www.anastasiaonstage.com

Michele Olivieri

www.giornaledelladanza.com

 

Tags: 

Check Also

Roberto Bolle torna al Teatro Arcimboldi di Milano

Roberto Bolle torna al Teatro Arcimboldi per il suo Roberto Bolle and Friends. Prodotto da ...

Matteo Mascolo ‒ “Sequoia”: l’esplorazione di uno spazio sacro

Il 2 luglio 2024 ‒ nell’ambito dell’ottava edizione del DAP Festival, diretto da Adria Ferrali, ...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. E maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Puoi consultare per maggiore informazione l'apposita pagina sulla nostra Privacy Policy

Chiudi