Find the latest bookmaker offers available across all uk gambling sites www.bets.zone Read the reviews and compare sites to quickly discover the perfect account for you.
Home / News / Dichiarazioni (page 2)

Dichiarazioni

Eleonora Abbagnato: Noi non siamo tempo libero. Siamo lavoro e molto di più!

Eleonora Abbagnato: Noi non siamo tempo libero. Siamo lavoro e molto di più! Inizia così l’appello lancianto, dall’étoile e direttore del corpo di ballo del Teatro dell’Opera di Roma,  Eleonora Abbagnato su Instagram personale. Parole forti e precise che arrivano al cuore e che dovrebbero arrivare al Governo, perché la situazione è insostenibile, il mondo della danza, del teatro e della cultura sono in ginocchio. Parole che fanno riflettere, tanto e che racchiudono rabbia e dolore, parole  “sacre” per sostenere il diritto di ogni cittadino quello di lavorare. Redazione www.giornaledelladanza.com  

Read More »

Carla Fracci e Beppe Menegatti: “Ben vengano regole per danza, ma servono competenze”

“Ben vengano le regole, in tempo di coronavirus, anche per la danza. Ma leggendo le ‘linee guida’ del Governo sembrano scritte da persone che ignorano completamente questo mondo”. E spiegano ancora come riporta il sito Adnkronos “Forse sarebbe servito semplicemente chiedere consigli, suggerimenti a coloro che in questo settore vivono e lavorano. Non nascondiamolo la situazione è complicata, difficile, a volte sembra senza via d’uscita. Ma non possiamo continuare a paragonare i danzatori agli atleti, le classi quotidiane agli allenamenti. Dobbiamo, però, difenderci dal virus, magari come hanno già fatto in molti. Misurando la temperatura agli allievi prima di entrare a lezione, igienizzando i locali, se necessario fornendo certificati medici”. Redazione www.giornaledelladanza.com

Read More »

Mario Marozzi: intervento massivo ed immediato da parte dello Stato

Riguardo la situazione drammatica in cui versa tutto il comparto della cultura in generale e della danza in particolare, non posso che unirmi al coro di quanti hanno levato un grido di disperazione e di allarme per le ingenti ripercussioni negative che l’emergenza Covid sta comportando. Difficile riuscire a compenetrare esigenze sanitarie di tutela della salute ed esigenze artistiche e di sopravvivenza economica di tutti gli operatori culturali. La riapertura dei teatri è soggetta a misure di contenimento talmente stringenti da complicare estremamente la loro implementazione. L’incremento dei costi per la sanificazione ed il mancato guadagno conseguente alla riduzione dei posti accessibili in platea rende proibitiva una effettiva ripresa per molte realtà. Io auspico un intervento massivo ed immediato da parte dello Stato, attraverso un sistema di ammortizzatori sociali che possa traghettare tutti coloro che operano nel settore artistico, finora abbandonato a se stesso (artisti, scuole di danza, musica, recitazione, tecnici, coreografi ecc ecc) verso una situazione di pseudo normalità, che ci si augura sopraggiunga al più presto possibile, con strumenti atti ad evitare che un immenso patrimonio, rappresentativo della nostra identità, possa disperdersi e andare in frantumi. Questo è il rischio a cui siamo esposti. Mario Marozzi www.giornaledelladanza.com

Read More »

Alessio Rezza: un periodo duro per tutti che scriverà la storia

Un periodo duro per tutti che scriverà la storia. Un momento di grande riflessione che ci porta ad apprezzare maggiormente ciò che a volte abbiamo dato per scontato. Un momento delicato anche per il nostro piccolo grande mondo che è la danza e che mette in difficoltà soprattutto le scuole di danza, completamente autofinanziate. Noi danzatori nel nostro piccolo non vediamo l’ora di tornare a danzare per donare quel senso di spensieratezza unico che il teatro può dare. Dei piccoli momenti di libertà che questa pandemia ci ha privato. Alessio Rezza www.giornaledelladanza.com

Read More »

“E’ impossibile danzare con la mascherina!”, la netta posizione di Carla Fracci

Carla Fracci dice no. La Signora della Danza Italiana non ci sta a dover sottostare ai rigidi protocolli di sicurezza attuati al fine di prevenire il Covid-19. Tra questi c’è la possibilità per i danzatori di doversi esibire con la mascherina. Il distanziamento sociale e i dispositivi di protezione individuale, necessari per non diffondere il coronavirus, sono parte della realtà della fase 2 italiana. A commentare la situazione nel contesto della danza è proprio la grande etoile Carla Fracci, che ad Adnkronos ha spiegato le difficoltà di un momento delicato come quello che stiamo vivendo.“ Le parole di Carla Fracci “Impossibile danzare con le mascherine. Impossibile danzare ‘a distanza’. Non sono assolutamente d’accordo. Per il momento, a mio avviso, dobbiamo solo aspettare. Troppi morti, troppi contagi, troppa imprudenza soprattutto da parte di alcuni giovani. È quello che vedo quotidianamente a Milano, la mia città. Bisogna avere molta, molta pazienza. Siamo stati colpiti da un virus pericolosissimo. Ed in Cina è ritornato”. La posizione di Beppe Menegatti, marito di Carla Fracci Dal canto suo il marito della Signora Fracci, il regista Beppe Menegatti, ha tenuto a precisare che si potrebbero utilizzare le mascherine forse a teatro, nella lirica, situazioni in cui si possa andare in ...

Read More »

Matteo Levaggi: dobbiamo ripartire per riconquistare la nostra nuova libertà

Il corpo del danzatore è abituato a delle regole precise che gli permettono la libertà di movimento. Oggi un’orribile pandemia ci impone regole altre, che dobbiamo imparare e dalle quali dobbiamo ripartire per riconquistare la nostra nuova libertà, auspicando una ripresa collettiva, sentita, forte e più cosciente di ciò che siamo. Matteo Levaggi  www.giornaledelladanza.com

Read More »

Giovanna Spalice: mi auguro che torni una luce nuova e positiva alla nostra danza

Questo è un momento molto difficile per tutto il settore della danza ,una vera e propria agonia e trovo che siamo stati completamente abbandonati. Comprendo che è anche molto difficile decidere e trovare una soluzione perché nella nostra arte è previsto contatto, comunità, sudore, e tanto altro quindi sappiamo benissimo che attualmente questo non è fattibile. Spero che questo momento così difficile ci unisca tutti più che mai in una voce comune e forte per far tornare la danza e la cultura al posto che merita. La danza ci insegna a non mollare mai soprattutto nei momenti più difficili dobbiamo continuare a sperare sempre con grande passione, umiltà, e coraggio. Mi auguro che questo periodo negativo possa ridare una luce nuova e positiva alla nostra danza. Giovanna Spalice www.giornaledelladanza.com

Read More »

Dinu Tamazlacaru: vorrei dare il mio sostegno a tutti i ballerini del mondo

Dinu Tamazlacaru: Vorrei dare il mio sostegno a tutti i ballerini del mondo che non possono esercitare la loro arte al momento.So quanto sia difficile non sentire più quotidianamente la musica che passa attraverso i nostri corpi e cuori, non avere la possibilità di avere lo spazio necessario per esprimere la nostra anima nel movimento e condividerlo con gli altri. Ma ogni ballerino moderno, classico, appartenente a  piccole o grandi compagnie o indipendente, ha una sua valenza. Con la sua personalità individuale fa la diversità e la ricchezza della propria espressione artistica. Dobbiamo, quindi tenere duro, continuando ad allenarci, muovendoci il ​​più possibile perché noi valiamo. Verranno i giorni, per portare bellezza e senso della vita nella danza e per poter finalmente riunire la nostra comunità. Dinu TamazlacaruPrincipal DancerTeatro dell’Opera do Berlino www.giornaledelladanza.com

Read More »

Irina Kashkova: siamo gente che sa cosa sia il sacrificio, il lavoro duro e costante

Il momento che stiamo attraversando è sicuramente il più brutto mai vissuto. Quello che sconvolge più di ogni altra cosa è l’insicurezza sul futuro, cosa faremo, come riapriremo, se riapriremo. Tutto questo può abbatterci, demoralizzarci, ma non piegarci. Siamo gente che sa cosa sia il sacrificio, il lavoro duro e costante. Per questo, per non mollare il mio college continua a lavorare in quanto alcuni allievi sono rimasti a vivere nella struttura non potendo tornare a casa per via delle restrizioni a causa del coronavirus. Quindi da due mesi ogni giorno lezioni e prove con gli allievi presenti in attesa di poter riaprire le porte a tutti gli altri che sono rimasti a casa.Non sarà facile ma noi ce la metteremo tutta per essere pronti. Irina Kashkova www.giornaledelladanza.com

Read More »

Davide Di Pretoro: L’emergenza è grave e grandi saranno i sacrifici da fare per ricostruire

In questo momento di grande incertezza e di arresto forzato delle nostre attività lavorative, credo che noi tutti, artisti della danza, dovremmo utilizzare questa stasi apparente per ritrovare, dentro di noi, quell’ispirazione, il puro bisogno di espressione e la vera passione personale che ci muovono e ci rendono gli artisti che siamo. Usiamo questo tempo per ritrovare il nostro focus artistico che troppo spesso perdiamo nella necessaria praticità quotidiana. L’emergenza è grave e grandi saranno i sacrifici da fare per ricostruire ciò che con tanta fatica avevamo realizzato, ma ci rialzeremo con rinnovata forza, porteremo alla danza un nuovo respiro ed una ritrovata inventiva.Ciò che sembra immobile ora è in realtà un infinito movimento di nuove possibilità creative ancora da realizzare. Davide Di Pretoro Danzatore al Sasha Waltz Ripetitore Ufficiale delle coreografie di Wayne McGregor

Read More »

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. E maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Puoi consultare per maggiore informazione l'apposita pagina sulla nostra Privacy Policy

Chiudi