Find the latest bookmaker offers available across all uk gambling sites www.bets.zone Read the reviews and compare sites to quickly discover the perfect account for you.
Home / Attualità / Danza al Piccolo Bellini: gli appuntamenti di aprile

Danza al Piccolo Bellini: gli appuntamenti di aprile

Continuano gli appuntamenti di danza al Piccolo Bellini con 6 titoli che mettono a confronto vari coreografi e vari linguaggi. Il 6 aprile apre la Rassegna il dittico Frane e Home, una produzione Compagnia Simona Bucci,  coreografia di Eleonora Chiocchini, regia di Rita Petrone e Valentina Romito, con Amina Amici, Eleonora Chiocchini, Daria Menichetti, Chiara Michelini e Sara OrselliUna volta che l’assetto è instabile e che i frammenti messi in moto si staccano e crollano con dinamiche diverse, affiorano in superficie anche le parti che si trovavano in profondità: quelle pennellate nere di cui spesso sentiamo il “tacito rivoltarsi piumato” e, la contraddizione tra stati e dinamiche contrastanti , si manifesta.

Questo è il concept di Frane, narrazione per immagini in cui le figure, così come lo spazio e il suono, appaiono, scompaiono e si depositano come i frammenti di un terreno che frana. Ogni gesto, si snoda di colpo in una serie. Frane sono racconti residui di un “romanzo” non scritto. Home indaga il concetto di casa come luogo di origine, come luogo dell’accoglienza, come spazio fisico ed emotivo in cui trovare il conosciuto e portare il nuovo, in un mescolarsi continuo di idee, relazioni, stati emotivi, stati fisici.

A seguire, il 7 aprile, Damarù, regia e coreografia di Maria Grazia Sarandrea, musica dal vivo di Oscar Bonelli, con Emanuela Mastandrea Discenza, Maria Grazia Sarandrea, una produzione Balletto90. Damarù è uno spettacolo di danza con musica dal vivo in cui coreografie e sonorità manifestano una ricerca di generi e stili ispirati a culture diverse. È il tamburo sacro che genera il suono primordiale, origine di tutto. È lo strumento rituale del dio Shiva. Con il suo tamburo Shiva crea il cosmo e mantiene costante il ritmo vitale, riproducendo il battito del cuore. Shiva è il re della danza e la sua è una danza di trasformazione, di continua creazione e distruzione.

Nel suo cerchio di fuoco, così è rappresentato mentre danza col damaru, l’opposizione delle forze è in perfetto equilibrio. Lo spettacolo è una rievocazione di quelle energie ancestrali che convivono con noi, a volte illuminate, più volte oscure e celate. In questo spazio immaginario musica e danza si fondono in un magico connubio avvolgendo il pubblico in colorate atmosfere, in un continuo alternarsi di linguaggi comuni a culture diverse. Attraverso la danza e la musica il corpo si libera dagli attaccamenti ed è libero di viaggiare oltre il mondo visibile, per esprimere quelle emozioni che scaturiscono dal profondo.

L’ 8 aprile è il turno di La follia, con Gabriella Riccio, che firma anche la coreografia, con Achille Succi (clarinetto, basso, sax contralto), una produzione Caosmos|Cia Gabriellariccio in collaborazione con L’Asilo exasilofiolangieri.it. Progetto ibrido. Due personalità – quella musicale di Achille Succi e quella coreografica di Gabriella Riccio – che sfidano le convenzioni per esplorare nuovi linguaggi e territori della contemporaneità nel dialogo storico tra musica e danza. Corpo e movimento che si fanno materia sonora. Suono e musica che prendono corpo e si appropriano dello spazio. Il respiro che si fa materia creativa ed espande dallo strumento e dal corpo alla materia sonora e visiva. Ascolto e silenzio quali gestazione per il suono ed il movimento.

Qui la musica non è accompagnamento alla danza, allo stesso modo la danza non è interpretazione della musica, neppure si tratta o si cerca un dialogo tra musica e danza. Una nuova tensione ed esplorazione del rapporto possibile sottende la performance. Opposites attracts. L’impalpabile del suono e la materia fisica del corpo nello spazio in un continuum di giustapposizioni buio/luce, suono/silenzio, movimento/immobilità, anticipazioni, echi, risonanze. Un sottilissimo gioco di rimandi e sfide che passano da equilibri a disequilibri, da dominazione a sottomissione, dall’intesa al malinteso quale territorio fertile della rappresentazione.

Il 9 aprile la Compagnia Danza Flux presenta La Geisha che danza per amore, con e di Chiara Alborino, un lavoro incentrato sulla figura della geisha, la cui drammaturgia è nata da un intenso processo creativo basato sulla danza contemporanea ed ispirato al teatro NO, al Kabuki ed alla lettura degli autori Kuki Shuzo, Murakami e Yasunari Kawabata, ma anche alla ricerca dei significati delle tradizioni e musiche giapponesi: dall’uso dei Sakura, i tipici fiori nipponici, al suono dello Shakuhachi, il caratteristico flauto dritto. Il progetto è frutto di un percorso pedagogico realizzato all’interno de La Scuola Elementare del Teatro, il laboratorio permanente di arti sceniche che Davide Iodice conduce presso l’ex Asilo Filangieri di Napoli con la collaborazione di Michele Vitolini, nell’intenzione di costruire un conservatorio popolare di arti sceniche accessibile alle fasce più disagiate.

Danza Flux chiude poi la Rassegna con Microstorie-appunti sulla percezione di e con Fabrizio Varriale, in scena il 10 aprile, un lavoro che racchiude scritture coreografiche e drammaturgiche ispirate ai temi della memoria, dei suoni del quotidiano e della proiezione dell’umano. Sono appunti che svelano la relazione con il tempo, lo spazio vissuto e l’immaginario che diventano fondamenta delle azioni sceniche. Il primo quaderno di appunti, Naufragio di un clown, prende spunto da letture di S.T. Coleridge e F. Pessoa.

ORARI&INFO

Piccolo Bellini

Teatro Bellini

Via Conte di Ruvo, 14 – Napoli

Tel. +39 081 5491266

www.teatrobellini.it

Lorena Coppola

www.giornaledelladanza.com

Check Also

Rai5, Gala Nureyev del 2002 del Teatro alla Scala con José Manuel Carreno, Alina Cojocaru, Maximiliano Guerra e Svetlana Zakharova

FLASH NEWS – Venerdì 26 aprile – Gala Nureyev del 2002 – La Scala danza ...

Al via la 33esima edizione della Settimana Internazionale della Danza di Spoleto 2024

Settimana Internazionale della Danza, lunedì 29 aprile taglio del nastro a Spoleto con il Maestro ...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. E maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Puoi consultare per maggiore informazione l'apposita pagina sulla nostra Privacy Policy

Chiudi