Find the latest bookmaker offers available across all uk gambling sites www.bets.zone Read the reviews and compare sites to quickly discover the perfect account for you.
Home / Attualità / Danza e psiche: quale relazione?

Danza e psiche: quale relazione?

Tutte le discipline che richiedono movimento fisico generano risultati immediati ma momentanei e non conducono a una trasformazione profonda ed emozionale, in quanto il loro effetto svanisce rapidamente con conseguente perdita dei benefici ottenuti.

La danza va oltre, non è semplicemente attività fisica, espressione artistica o un sistema di comunicazione non verbale. Danzare rappresenta un raffinato strumento di benessere psicologico che interviene contemporaneamente su vari livelli, individuale, psichico e sociale. Generalmente, quando ci dedichiamo ad attività piacevoli, prendiamo consapevolezza di quanto esse influiscano positivamente sul nostro vissuto psicologico, lo stress si riduce, ci distraiamo dai pensieri negativi e nel complesso siamo più sereni e bendisposti verso gli altri.

Tali attività contribuiscono dunque al processo di formazione della nostra identità che si articola in quattro componenti: identificazione, individuazione, imitazione e interiorizzazione. Nel primo caso, il soggetto ricerca il senso di appartenenza alla collettività con figure rispetto alle quali si sente uguale e con le quali condivide alcune caratteristiche. Nell’individuazione, al contrario, il soggetto fa riferimento alle peculiarità fisiche, morali e socio-familiari che lo distinguono dagli altri. Attraverso l’imitazione, l’individuo riproduce consciamente o inconsciamente alcuni modelli comportamentali dell’ambiente in cui si trova. Infine, tramite l’interiorizzazione, il soggetto crea un’immagine precisa di sé basata su giudizi e comportamenti degli altri nei suoi confronti.

In quanto esperienza multisensoriale, la danza incide sulla formazione della nostra identità e rappresenta l’attività psicofisica che possiede maggiori potenzialità rigeneratrici relativamente alla nostra psiche, ossia quell’insieme di funzioni cerebrali, emotive, affettive e relazionali che esulano dalla dimensione prettamente corporea.

Il ritmo insito nella danza, infatti, combina stimoli uditivi, visivi, gestuali e tattili che si amalgamano per comunicare un’idea, un vissuto, un’emozione o una necessità. A livello psicologico, i processi mentali si coniugano con l’azione motoria e creano un’evoluzione conoscitiva dettata da una continua costruzione e ri-costruzione di sé. La danza aiuta a riscoprire i nostri aspetti più istintivi e intimi che vengono successivamente esternalizzati, trovando la loro massima espressione.

Alexander Lowen, psichiatra statunitense e padre della bioenergetica, afferma che nelle posture e nell’atteggiamento il corpo parla un linguaggio profondo che precede e trascende la comunicazione verbale. Esso è dunque in grado di coinvolgere pensieri, emozioni e comportamenti, influendo sugli schemi di ragionamento e sulla strutturazione della personalità. Attraverso il movimento, quindi, possiamo riconoscere ed esprimere, accogliere e integrare i nostri numerosi aspetti interiori, esercitando un atteggiamento di accettazione e amore per noi stessi.

Danzare rappresenta un vero e proprio percorso di crescita personale e di realizzazione di sé, i cui principali strumenti sono il corpo, il movimento, l’espressione creativa e la relazione con se stessi e con l’altro. Il motivo dei suoi molteplici influssi positivi è semplice: la danza si rivolge alla parte più ‘sana’ e consapevole dell’essere umano, ci permette di ascoltare il nostro corpo e la nostra essenza, e di manifestare la vitalità e l’energia di cui siamo fatti e che generiamo continuamente.

Concludiamo questo articolo citando il pensiero di Isadora Duncan, che descrive l’impatto psico-comunicativo della danza su noi stessi e su coloro che abbiamo intorno: «Se fossi in grado di dire a parole ciò che rappresento con la danza, non avrei mai danzato.»

Stefania Napoli
www.giornaledelladanza.com

Check Also

L’impatto psicologico dell’infortunio sul danzatore

L’infortunio è uno dei problemi più sentiti e temuti dai ballerini, sia professionisti che amatori. ...

Roberto Capucci firma i costumi di Prometeo per il Festival dei Due Mondi di Spoleto

Quando la danza incontra una delle più grandi firme dell’alta moda italiana non può che ...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. E maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Puoi consultare per maggiore informazione l'apposita pagina sulla nostra Privacy Policy

Chiudi