Find the latest bookmaker offers available across all uk gambling sites www.bets.zone Read the reviews and compare sites to quickly discover the perfect account for you.
Home / Attualità / Festival Equilibrio … la nuova danza continua a incantare Roma

Festival Equilibrio … la nuova danza continua a incantare Roma

CRISTIANA-MORGANTI-Jessica-and-me-Equilibrio2015

Il Festival Equilibrio ha raggiunto quest’anno la sua undicesima edizione, mantenendo la sua vocazione internazionale e affidandosi anche quest’anno a Sidi Larbi Cherkaoui, coreografo danzatore recentemente nominato direttore artistico del Balletto Reale delle Fiandre.

Il tema della programmazione è La Coppia e la Comunità, e mentre una prima parte di spettacoli sono già andati in scena (ve ne abbiamo parlato nell’articolo dedicato al Premio Equilibrio), mentre proprio il Premio Equilibrio si chiude con un ex-aequo (ne parleremo in un prossimo articolo), si susseguono gli appuntamenti del festival della nuova danza, a partire da quella del coreografo portoghese Helder Seabra, il 18 e 19 febbraio, con lo spettacolo in prima nazionale When the birds fly low, the wind will blow: un viaggio sulla perdita delle radici, sul via vai della gente e la loro energia, e la necessità di muoversi sì, ma fianco a fianco, mentre le architetture, quelle immortali, osservano le persone.

Il 20 e 21 febbraio il vincitore del British Dance Awards del 2011, il bizzarro LOL della compagnia Protein di Luca Silvestrini, il cui titolo si ispira all’acronimo per Lots of Laugh, “grandi risate”, abbreviazione usata nelle chat e nei tweet dei social network, che sono proprio il tema della coreografia, tra humour nero e teatralità, tipica del protagonismo delle bacheche social.

Due giorni dopo, Damien Jalet, coreografo premiato con un Olivier Award nel 2011 e collaboratore anche di Marina Abramovich per il suo Bolero all’Opera parigina, porta in prima nazionale la sua nuova creazione, presentata dalla compagnia Scottish Dance Theatre: Yama, spettacolo maestoso, con scenografie create dall’artista Jim Hodges, e una drammaturgia ispirata ai riti pagani delle montagne giapponesi, in una coreografia ipnotica e piena di energia.

A seguire, il 24 febbraio, Jessica and me, una confessione poetica sul rapporto con la danza, quasi un’autobiografia della ballerina e attrice Cristiana Morganti, che si racconta dai primi passi in sala da ballo all’incontro con Pina Bausch. 

Il 26 febbraio, ultimo appuntamento del mese con la prima italiana di Lonely together, del duo Gregory Maqoma/Roberto Olivan, entrambi studenti di Anne Teresa de Keersmaeker, ora uno artista associato del Theatre del la Ville di Parigi e l’altro forte di numerose collaborazioni internazionali. Qui portano le proprie terre di provenienza in un dialogo serrato di danza intensamente fisica ed emozionante, che sottolinei la loro appartenenza al “sud”: il sud Africa e il sud Europa, insieme alla musica del belga Laurent Delforge.

A chiudere il festival, il 2 aprile, un appuntamento assolutamente imperdibile, perché a breve quasi unico: Life in progress lo spettacolo con cui la meravigliosa Sylvie Guillem darà l’addio alle scene. Un collage di coreografi contemporanei, Akram Khan, Russel Maliphant, William Forsythe e Mats Ek, per una danzatrice che ha incantato il pubblico per anni sia nel balletto sia nella danza contemporanea, in una doppia carriera scelta intelligentemente e che l’ha portata a poter presentare una selezione di brani creati apposta per lei da questi quattro coreografi di fama mondiale.

Da non perdere anche la mostra, di Philippe Antonello e Stefano Montesi con Giuseppe Bianco, Equilibrii sulla fotografia di danza, con i protagonisti del festival e del premio di quest’anno, ma fotografati in uno studio 3D, pensato come modalità innovativa per catturare con l’obiettivo la magia della danza.

 

ORARI&INFO:

Festival Equilibrio 2015,

fino a fine febbraio e il 2 aprile,

Auditorium Parco della Musica (varie location).

www.auditorium.com

Mostra fotografica Equilibrii,

fino al 3 marzo, presso l’Auditorium Arte

dal lunedì al venerdì dalle 17 alle 21, sabato e domenica dalle 11 alle 21

 

Greta Pieropan

www.giornaledelladanza.com

Foto: Festival Equilibrio  

Check Also

“A riveder le stelle”: la Scala prepara la sua “prima”, in versione “unica”

A riveder le stelle: sono le ultime parole dell’Inferno di Dante il titolo dello spettacolo ...

Misty Copeland

Misty Copeland la prima étoile nera dell’American Ballet Theatre contesa dalla moda

Segni particolari: bellissima, ambiziosa, di grande talento e dalla pelle color nocciola. Ma non solo. ...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. E maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Puoi consultare per maggiore informazione l'apposita pagina sulla nostra Privacy Policy

Chiudi