Find the latest bookmaker offers available across all uk gambling sites www.bets.zone Read the reviews and compare sites to quickly discover the perfect account for you.
Home / Tag Archives: Cristiana Morganti

Tag Archives: Cristiana Morganti

Cristiana Morganti protagonista di “Jessica and me”, oggi su Rai5

È la danzatrice e coreografa Cristiana Morganti, che ha fatto parte del Tanztheater Wuppertal di Pina Bausch, la protagonista di Jessica and me, lo spettacolo che Rai Cultura propone oggi alle 18.00 su Rai5 (canale 23 del Digitale Terrestre). Andato in scena nel 2015 al Teatro Funaro di Pistoia, l’assolo della Morganti affronta il tema della memoria nei legami più profondi e delle eredità artistiche. Sullo sfondo aleggiano alcuni elementi autobiografici dell’artista, che ha rielaborato la sua formazione di ballerina classica lavorando con Pina Bausch. La sua riflessione si muove tra l’ironia e la suggestione poetica, che si realizzano nelle forme più diverse e inaspettate. Una sorta di autoritratto costruito come un’attenta osservazione di se’ e del proprio percorso artistico e professionale. La regia televisiva è curata da Felice Cappa. www.giornaledelladanza.com Foto di Antonella Carrara e Claudia Kempf

Read More »

A Torino l’ironico e trascinante “Another round for five” di Cristiana Morganti

Dal 23 al 26 gennaio 2020, il Teatro Astra di Torino ospita il nuovo spettacolo di Cristiana Morganti, Another round for five, regia e coreografia Cristiana Morganti, editing musiche Bernd Kirchhoefer, interpreti Maria Giovanna Delle Donne, Anna Fingerhuth, Justine Lebas, Antonio Montanile e Damian Veens. Produzione Il funaro – Pistoia, con Fondazione Campania dei Festival, in coproduzione con TPE – Teatro Piemonte Europa, Teatro Metastasio di Prato, Associazione Teatrale Pistoiese, Teatro Stabile del Veneto Carlo Goldoni e Ma Scène Nationale – Pays De Montbéliard. Quinta creazione dell’eclettica artista italiana residente a Wuppertal, Another round for five esprime appieno il percorso intrapreso da Morganti come coreografa indipendente dal Tanztheater Wuppertal di Pina Bausch per cui ha danzato e con cui ha collaborato a lungo. Cinque danzatori di nazionalità, esperienze professionali e doti artistiche differenti agiscono su un palco quasi completamente scevro di materiale di scena, riproduzione dell’incerto e spersonalizzante luogo sociale moderno teatro di rituali, esibizioni televisive, terapie di gruppo, scontri e confessioni. I performer si radunano spesso in cerchio nell’illusione di dar vita a un’armonia ingannevole che al contrario crea una dimensione ironica e claustrofobica, un gioco in cui realtà e finzione, equilibrio e caos si confondono incessantemente, un ciclo ...

Read More »

“A Pina Bausch”: Il Teatro Stabile del Veneto celebra la pioniera del teatro-danza europeo

Il Teatro Stabile del Veneto rende omaggio al mito di Pina Bausch, madre e leggenda del teatro-danza europeo, a dieci anni dalla sua scomparsa con la rassegna “A Pina Bausch”. Da gennaio 2019 al Teatro Verdi di Padova e al Teatro Goldoni di Venezia per la rassegna di danza Evoluzioni vanno in scena quattro spettacoli firmati da straordinari danzatori, allievi ed eredi della celebre coreografa, regista e ballerina: Damiano Ottavio Bigi, Dominique Mercy e Cristiana Morganti. Ad arricchire la rassegna una mostra fotografica curata dal fotografo di scena Piero Tauro e un cortometraggio che dà voce alle memorie degli spettatori dalla Bausch. Il primo appuntamento è in programma al Teatro Verdi di Padova, il 19 gennaio 2018 con Damiano Ottavio Bigi, danzatore del Tanztheater Wuppertal fondato da Pina Bausch e coreografo di fama internazionale, in Signs. Lo spettacolo, diretto da Alberto Cavallotti, mette in dialogo la danza di Damiano Ottavio Bigi e la musica del violoncello barocco di Adriano Maria Fazio, tra i più grandi talenti internazionali dell’ultima generazione di violoncellisti specializzati nel repertorio barocco e nella prassi esecutiva storicamente informata. Signs è uno scambio di intenti dove la musica diventa gesto e il gesto diventa fiato. Un gesto da ascoltare ...

Read More »

Una riflessione sulla bipolarità moderna con “A fury tale” di Cristiana Morganti

Il 10 marzo 2018, il Teatro Arena del sole di Bologna vede in scena A fury tale, idea, regia e coreografia Cristiana Morganti, su musiche di musica di autori vari, collaborazione artistica Kenji Takagi, Video Artist Connie Prantera, editing musiche Bernd Kirchhoefer, produzione il Funaro -­ Pistoia e Cristiana Morganti, in coproduzione con Festival Aperto / Fondazione I Teatri -­ Reggio Emilia, con il sostegno della Città di Wuppertal e Jackstädt Stiftung ‐ Wuppertal (DE). Danzatrice tra le più note e apprezzate del Tanztheater Wuppertal di Pina Bausch, Morganti intraprende dal 2011 un percorso autonomo come solista e coreografa, ottenendo per le sue opere numerosi premi e riconoscimenti, come il premio Positano Leonide Massine quale migliore danzatrice contemporanea dell’anno e il Premio Danza & Danza nella categoria migliore interprete e coreografa. A fury tale, interpretato da altre due danzatrici del Tanztheater, Breanna O’Mara e Anna Fingerhuth, è una riflessione della coreografa sul mondo femminile e sulle sue contraddizioni, sempre a metà tra competizione e amicizia, isterismo e dolcezza, imprevedibilità e quotidianità, aggressività e tenerezza. Tali antinomie esprimono perfettamente un altro punto nodale su cui si fonda il lavoro, ossia la rabbia, fury, considerata come potenza distruttrice ma anche come energia ...

Read More »

A Torinodanza in scena due nuove creazioni per Aterballetto

Il Festival TORINODANZA ospita in anteprima alle Fonderie Limone due nuove creazioni per Aterballetto: Non sapevano dove lasciarmi… di Cristiana Morganti e Wolf di Hofesh Shechter. La storia dell’Aterballetto è un qualcosa di unico nel panorama della danza italiana, un’esperienza nata nel 1979, prima compagnia stabile di danza costituita al di fuori di un ente lirico. Un repertorio che porta la firma di grandi coreografi del Novecento, tra quelli che hanno fatto la storia della danza moderna e contemporanea (Balanchine, McMillan, Ailey, Tetley, Forsythe, Béjart, van Hoecke, Kylián) e che oggi vanta anche la capacità di essere attrattiva per i più importanti talenti della coreografia contemporanea. Cristiana Morganti ha condotto una parte fondamentale della propria esperienza artistica accanto a Pina Bausch, assorbendo quell’universo corrosivo e poetico, quel linguaggio unico che ha dato al termine teatrodanza il senso più profondo. Aterballetto proviene invece da una ricerca artistica concentrata sui più diversi aspetti del movimento coreografato. L’incontro ha permesso di riflettere e cercare un punto di congiunzione: una danza fatta di teatralità, di gesti e di azioni quotidiane. «Partendo da elementi autobiografici – dichiara Cristiana Morganti -, ho voluto giocare su aspetti della danza e della vita, in una dinamica che annulla ...

Read More »

La Danza 2016: otto appuntamenti al Teatro Ponchielli di Cremona

Si prospetta un 2016 di danza per tutti i gusti al Teatro Amilcare Ponchielli di Cremona, che propone otto appuntamenti di danza italiana e internazionale per la rassegna di danza chiamata appunto La Danza 2016. Apre le danze, il 5 febbraio alle 20.30, la coreografia La nona (dal caos al corpo) di Roberto Zappalà per la Compagnia Zappalà Danza, parte della serie Transiti Humanitatis, il coreografo si appropria della versione per pianoforte della celebre sinfonia di Beethoven per proporre una riflessione sull’uomo e sull’umanità; sulla sua condizione di perenne conflitto e sulle speranze di solidarietà e fratellanza universale. Secondo appuntamento di febbraio, il 19 alle ore 20:30, con la Compagnia Naturalis Labor in Romeo y Julieta Tango, per la coreografia e regia di Luciano Padovani e le musiche eseguite dall’ensemble Tango Spleen Cuarteto. Un lavoro che porta in scena il dramma shakespeariano, il dualismo maschile/femminile, lo scontro tra le due famiglie attraverso il linguaggio della danza e del tango, che rappresenta, nell’immaginario collettivo, l’amore totale. Ancora due gli appuntamenti di marzo: il 2 alle 20.30, Cristiana Morganti in Jessica and me, che partendo dalla domanda “Lei vuole che io danzi, oppure vuole che io parli?” riflette su se stessa come danzatrice ...

Read More »

“Jessica and me”: Cristiana Morganti torna al Teatro Astra di Torino

Dopo lo strepitoso successo ottenuto nell’edizione 2013 di Palcoscenico Danza con Moving with Pina, torna a Torino Cristiana Morganti, una delle grandi danzatrici storiche e coreografe del Tanztheater di Wuppertal di Pina Bausch con il nuovo lavoro Jessica and Me. “Sotto l’ombra di un grande albero non cresce mai nulla”: partendo da questa frase che da tempo è diventata motivo della sua riflessione, Cristiana si interroga sul proprio lavoro, sulle sue radici, la memoria e il futuro: un nuovo assolo, una sorta di racconto autobiografico danzato. Cristiana Morganti, recentemente insignita del Premio Danza&Danza 2014 come migliore Interprete/Coreografa, presenta questa riflessione danzata e ironica dopo il successo durante il debutto al Festival Aperto di Reggio Emilia. Lo spettacolo si sviluppa poi da alcune domande cruciali che si pone la performer: domande che affrontano il delicato tema della memoria, delle radici e delle eredità. Come gestire l’influenza artistica di un grande Maestro? Come non cedere alla consuetudine di una certa estetica? Come rielaborare un passato di studi di danza classica lavorando a Wuppertal? In Jessica and Me, Cristiana Morganti, giunta a un momento importante del suo percorso, si ferma a riflettere su se stessa: sul rapporto con il proprio corpo e con la ...

Read More »

Festival Equilibrio … la nuova danza continua a incantare Roma

Il Festival Equilibrio ha raggiunto quest’anno la sua undicesima edizione, mantenendo la sua vocazione internazionale e affidandosi anche quest’anno a Sidi Larbi Cherkaoui, coreografo danzatore recentemente nominato direttore artistico del Balletto Reale delle Fiandre. Il tema della programmazione è La Coppia e la Comunità, e mentre una prima parte di spettacoli sono già andati in scena (ve ne abbiamo parlato nell’articolo dedicato al Premio Equilibrio), mentre proprio il Premio Equilibrio si chiude con un ex-aequo (ne parleremo in un prossimo articolo), si susseguono gli appuntamenti del festival della nuova danza, a partire da quella del coreografo portoghese Helder Seabra, il 18 e 19 febbraio, con lo spettacolo in prima nazionale When the birds fly low, the wind will blow: un viaggio sulla perdita delle radici, sul via vai della gente e la loro energia, e la necessità di muoversi sì, ma fianco a fianco, mentre le architetture, quelle immortali, osservano le persone. Il 20 e 21 febbraio il vincitore del British Dance Awards del 2011, il bizzarro LOL della compagnia Protein di Luca Silvestrini, il cui titolo si ispira all’acronimo per Lots of Laugh, “grandi risate”, abbreviazione usata nelle chat e nei tweet dei social network, che sono proprio il ...

Read More »

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. E maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Puoi consultare per maggiore informazione l'apposita pagina sulla nostra Privacy Policy

Chiudi