Find the latest bookmaker offers available across all uk gambling sites www.bets.zone Read the reviews and compare sites to quickly discover the perfect account for you.
Home / Attualità / A Romaeuropa Festival rivive “Rain” il capolavoro di Anne Teresa De Keersmaeker

A Romaeuropa Festival rivive “Rain” il capolavoro di Anne Teresa De Keersmaeker

rain-1-herman-sorgeloos_2

Dal 14 al 16 ottobre 2016, in occasione di Romaeuropa Festival 2016, il Teatro Argentina di Roma ospita la famosa coreografa di danza contemporanea belga Anne Teresa De Keersmaeker con Rain, su musica di Steve Reich.

Considerato dalla stessa De Keersmaeker uno dei lavori più ispirati della sua produzione artistica, basato sull’omonimo romanzo di Kirsty Gunn e interamente costruito su Music for 18 Musicians di Reich, Rain prende nuova vita in una versione rinnovata, basata su un’elevata precisione di gesti e di ritmo e su movimenti di natura geometrica.

L’intera struttura dell’opera, interpretata da dieci giovani danzatori, è composta dalle variazioni di due ‘frasi coreografiche’ (una scritta per i danzatori, l’altra per le danzatrici) che si uniscono e si sovrappongono, formando una sorta di gioco di specchi, una gioia per gli occhi dello spettatore.

Interessante anche la scenografia firmata dal designer belga Jan Versweyveld, composta da una tenda a fili, a ricordare l’effetto della pioggia, e da un’illuminazione che va dai toni di colore giallo-arancio, blu, attraverso il fucsia, in sintonia con i cambi di costume dei danzatori, disegnati dal famoso stilista belga Dries Van Noten.

ORARI & INFO

14 ottobre 2016 – ore 21.00
15 ottobre 2016 – ore 19.00
16 ottobre 2016 – ore 17.00

Teatro Argentina
Largo di Torre Argentina, 52
00186 Roma

Telefono: 06 6840 00311

Stefania Napoli
Fotografie: Agathe Poupeney e Herman Sorgeloos
www.giornaledelladanza.com

 

Check Also

Conte al mondo dello spettacolo: chiusura che ci pesa, speriamo in riaperture a breve

“Tra le scelte più dolorose delle nuove restrizioni per abbassare i contagi da Coronavirus c’è quella relativa ...

Danza e isolamento sociale. Come la creatività può far emergere la versione migliore di noi stessi

  Stiamo vivendo un momento storico epocale. Ci sentiamo abbattuti e ansiosi, avvertiamo prepotente la ...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. E maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Puoi consultare per maggiore informazione l'apposita pagina sulla nostra Privacy Policy

Chiudi