Find the latest bookmaker offers available across all uk gambling sites www.bets.zone Read the reviews and compare sites to quickly discover the perfect account for you.
Home / Attualità / ‘Intersezioni’ a Collecchio rassegna di danza contemporanea a cura di Artemis Danza

‘Intersezioni’ a Collecchio rassegna di danza contemporanea a cura di Artemis Danza

Presso lAntica Corte di Giarola a Collecchio, la III edizione di Intersezioni – Incroci di arti performative & NEXT GENERATION/PARMA” rassegna di danza contemporanea ideata dalla Compagnia Artemis Danza, diretta da Monica Casadei, che si svolgerà sino al 31 luglio a Parma e in alcuni comuni della sua provincia (Collecchio, Salsomaggiore, Medesano, Noceto, Fornovo), realizzata con il contributo diFondazione Cariparma e NEXT GENERATION/PARMA, con il sostegno del Comune di Parma e la collaborazione di comuni e realtà culturali del territorio.

La serata sarà composta da brevi coreografie di autoriaccompagnate da musica e percussioni live ambientate nelle suggestive location del Parco del Taro, all’ombra dei portici della Corte e fra le piante del frutteto antico. La serata avrà inizio alle 18.30 e sarà seguita da un aperitivo con gli autori.

Un lavoro sulla storia del nostro essere animali, sull’energia e l’intensità evocate dalla forza del branco, è “Night Wolves del gruppo veneto Naturalis Laborcoreografia di Luciano Padovani, di e con Alice Carrino, Jessica D’Angelo, Giuseppe Morello, Roberta Piazza, Andrea Rizzo, una coproduzione di Visioni di Danza Festival 2021.

A seguire “M3” di Rodan Project di Parma, coreografia di Camilla Negri, una creazione ispirata al personaggio shakespeariano di Lady Macbeth, un’anima nera, un personaggio contraddittorio, che rimarrà imprigionato nella sua stessa trama. Un’abile stratega, senza limiti né scrupoli, che rimarrà per sempre allucinata dalla visione di mani macchiate d’orrore.

concludere Zatò e Ychì di ASMED-Balletto di Sardegnaprogetto, regia e ideazione costumi di Senio G.B. Dattena, coreografia e danza di Valeria Russo e Lucas Monteiro Delfino, una performance senza respiro ispirata a Zatoychi (Zatò), un invincibile spadaccino cieco della tradizione giapponese che, per i due coreografi, divide la sua anima in forma maschile e femminile, Zatò & Ychì, due samurai che si scontrano in combattimenti cruenti, sostenuti e incalzati da clangori metallici e dal ritmo profondo delle percussioni, indossando miriadi di campanelli metallicisculture sonore in movimento che ricordano felici esperimenti teatrali della Bauhaus.

Redazione

Check Also

Parata di stelle per Civitanova Danza 2022: Alessandra Ferri, Jacopo Godani, Sergio Bernal, Davide Dato

Prenderà il via il 1 luglio al Teatro Rossini, fino al 4 agosto; abbonamenti in ...

Festival Danza Estate continua la programmazione

La 34^ edizione di FDE Festival Danza Estate è giunta alla sua ultima intensa settimana ...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. E maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Puoi consultare per maggiore informazione l'apposita pagina sulla nostra Privacy Policy

Chiudi