Find the latest bookmaker offers available across all uk gambling sites www.bets.zone Read the reviews and compare sites to quickly discover the perfect account for you.
Home / Attualità / Mirabilia “The Festival” – XVII Edizione: “WATER OF LOVE”

Mirabilia “The Festival” – XVII Edizione: “WATER OF LOVE”

Mirabilia

“Water of Love”, questo il titolo della XVII edizione di Mirabilia International Circus & Performing Arts Festival ideato e organizzato dall’ Associazione IdeAgorà con la direzione artistica di Fabrizio Gavosto, che avrà luogo a Cuneo dal 30 agosto al 3 settembre 2023. Dopo due anni di edizioni contingentate e la scorsa che ha rappresentato la grande ripartenza è tempo di tornare fortemente a pensare al futuro: alla sostenibilità ambientale, all’inclusione, alla parità di genere e a tutto ciò che ciascuno di noi nel suo piccolo, attraverso il proprio agire, può fare per avere oggi una Terra e un mondo migliore e per lasciare un pianeta vivibile alle future generazioni. “Water of Love” (Acqua dell’Amore) è la traccia numero due dell’album di debutto che nel 1978 pubblicavano i Dire Straits ed è il titolo della prossima edizione di Mirabilia. Acqua e Amore, beni necessari, indispensabili per la vita umana. Beni da proteggere, accudire, preservare. Beni che possono e devono essere accessibili a tutti, che vanno difesi, tutelati ma anche festeggiati, condivisi, celebrati.

Ma Mirabilia non è un solo festival. È un incontro estremamente complesso e vario di progetti, azioni, programmazioni, quasi un insieme di festival, uno diverso dall’altro, che accadono nello stesso momento, in modo collegato e coerente, complementari e insieme alternativi, variegati e insieme parte di un unicum.  52 diverse location su 5 comuni, una moltitudine di linguaggi artistici, di livelli di programmazione che spaziano dai linguaggi popolari a quelli di ricerca, eventi enormi affiancati da spettacoli intimi per poche persone alla volta, programmazione nei teatri e “invasione” e appropriazione dello spazio pubblico, vetrine internazionali a cui accorrono operatori di settore da tutto il mondo, convegni, incontri, residenze artistiche, concerti… insomma, un vero e proprio fiume di progettualità, che scorre man mano “On the Road” durante l’estate attraverso il territorio cuneese, fino ad arrivare alla grande tappa finale, “The Festival”.

L’edizione 2023 presenta un cartellone estremamente ricco: percorsi di scoperta delle aree più innovative delle performing arts,  spettacoli partecipativi, itineranti, intimi, site specific, di ricerca e molto altro, in un mosaico dove i linguaggi si mescolano, generi e stili si destrutturano, dove teatro fisico e teatro di ricerca, danza contemporanea e giovani produzioni di circo emergente, teatro di parola e circo di tradizione non solo si avvicendano, ma si conoscono e confrontano costruttivamente e la transdisciplinarietà di generi diventa bandiera di nuovi linguaggi possibili e da esplorare.

Mirabilia è sempre più orientato ad abbattere barriere e divisioni, e lo fa attraverso spettacoli pensati in chiave internazionale, oltre a tenere alta l’attenzione all’accessibilità dei luoghi delle rappresentazioni, cercando di ridurre il più possibile le barriere architettoniche; un festival capace di consigliare, incuriosire, suggerire, ma mai imporre: ogni spettatore potrà come sempre vivere il proprio Mirabilia, in un percorso di spettacoli che “disegnerà” in base ai propri interessi o percorrerà facendosi guidare semplicemente dall’applauso che proviene da una piazza o dalle risate che fuoriescono da un cortile. Mirabilia è festival di programmazione ed è soprattutto una vetrina dove artisti e programmatori si incontrano, ma è anche Festival di creazione che accoglie durante il corso dell’anno, a Busca, in Residenza artistica compagnie e artisti che intendono sviluppare nuovi progetti di spettacolo.

Un cerchio, dunque, che parte dal sostegno alla produzione, continua nella programmazione e arriva alla diffusione. Queste le parole di Fabrizio Gavosto direttore artistico, in merito all’edizione 2023 del Festival: L’acqua e l’amore, due elementi fondamentali per la vita. E tutto il Festival quest’anno è un inno alla vita e all’amore, un susseguirsi di emozioni, una girandola di pensieri, riflessioni, esperienze, per condurci per mano a riflettere sulla condizione umana e sul suo rapporto con la Terra che abitiamo. Un manifesto di umanità che chiede che il nostro tempo non diventi caotico e superficiale, un invito a condividere qualcosa di unico e irripetibile, che con leggerezza sia capace di motivarci e anche di pungolarci quando necessario, e che fortemente viva nel nostro cuore.

Per l’edizione 2023 Mirabilia riconferma un cartellone di grandissimi eventi, con Compagnie internazionali e una programmazione di articolati percorsi di scoperta delle aree più innovative delle performing arts. Ricca anche la programmazione di Danza che prevede imperdibili appuntamenti. La Compagnia EgriBiancoDanza diretta dal coreografo Raphael Bianco presenterà la performance Mystery Sonata, grazie alla consolidata collaborazione fra Mirabilia e la Fondazione Piemonte dal Vivo, e la fase conclusiva di EartHeart – Il cuore della terra, nella sua versione teatrale, progetto vincitore insieme a Mirabilia del bando 2022 di Fondazione Compagnia di San Paolo “ARTWAVES. Per la creatività, dall’idea alla scena”.

Abbondanza Bertoni porterà in scena il suo nuovo lavoro in prima regionale, FEMINA I Nomi della Dea, mentre Cie Twain presenta due lavori, Performance per corpi soli | secondo studio e Alice al contrario. Molte anche quest’anno le partnership del Festival fra cui la nuova bellissima collaborazione con il Dipartimento di Studi Umanistici dell’Università degli Studi di Torino che sarà a Mirabilia 2023 con due distinti progetti, per condividere formazione e ricerca accademica anche con coloro che non hanno con l’Università relazioni di studio o lavoro attraverso progetti di ricerca e sperimentazione.

Il primo progetto, StudiUmLab, è una installazione video esperienziale, accessibile durante tutte le giornate del Festival che permetterà al pubblico di entrare in una struttura scenografica di forma quadrata, avvolta da fondali neri, con dimensioni di 6 metri per lato e 3 di altezza, quattro schermi, posizionati uno su ogni lato interno del quadrato, avendo così restituzione di immagini video: cinque monitor e otto casse acustiche posizionate all’interno dello spazio scenico arricchiranno l’esperienza con dettagli visivi e sensazioni sonore. Il secondo, Dance4Ageing, è una proiezione immersiva, dedicata agli over ‘65, che proporrà una visione di sequenze di danza e di movimenti quotidiani con un avatar per valutare l’impatto percettivo e il senso di benessere suscitato.

La consolidata e preziosa collaborazione con la Fondazione Piemonte dal Vivo porterà al Festival 2023 sei imperdibili proposte di Danza e di Circo, fra cui il nuovo spettacolo della Compagnia Tecnologia Filosofica, Eco dal Mondo. I progetti di video-danza La Danza in 1 minuto proposti dall’Associazione COORPI saranno visibili presso la Segreteria del Festival.

INFO

www.festivalmirabilia.it

Lorena Coppola

www.giornaledelladanza.it

Photo Credits: Francesca Leonelli e Simone Vittonetto

Check Also

Carlos Montalvan è il nuovo Direttore del Teatro Nazionale dell’Opera e del Balletto dell’Albania

Carlos Montalvan è il nuovo Direttore Artistico del Corpo di Ballo presso il TKOB, Teatro Nazionale dell’Opera ...

Applausi, ovazioni e grande successo per il “Gala Fracci” alla Scala [RECENSIONE]

Carla Fracci è stata una delle ballerine più celebri e amate del ventesimo secolo. Nata ...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. E maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Puoi consultare per maggiore informazione l'apposita pagina sulla nostra Privacy Policy

Chiudi