Find the latest bookmaker offers available across all uk gambling sites www.bets.zone Read the reviews and compare sites to quickly discover the perfect account for you.
Home / Attualità / Omaggio alla danza in occasione della ripresa delle attività di Balletto alla Scala

Omaggio alla danza in occasione della ripresa delle attività di Balletto alla Scala

Bolero Musica: Maurice Ravel Coreografia: Maurice Béjart Ripresa da Keisuke Nasuno Supervisione coreografica: Gil Roman Luci originali riprese da Marco Filibeck

Occasione per soddisfare il desiderio di danza, di spettacolo e di alta qualità, nello spirito di riunire le eccellenze del balletto, i Gala di Balletto alla Scala sono una tradizione che porta in scena i titoli più amati, i virtuosismi, firme coreografiche e musicali di prim’ordine, in omaggio al pubblico e alla storia del balletto attraverso i suoi protagonisti. E mai come questa volta l’omaggio è davvero profondo e sentito: il 23, 24, 26 settembre e il 2 ottobre il Balletto della Scala riabbraccia il suo palcoscenico e il suo pubblico dopo tanti mesi e lo fa attraverso un inanellarsi di passi a due e assoli, con i suoi primi ballerini, i solisti e gli artisti del Corpo di Ballo e con le sue étoiles: Svetlana Zakharova (in scena nelle prime tre recite) e Roberto Bolle – che riporterà sul mitico tavolo rotondo la potente sensualità e la trascinante intensità del balletto-icona di Béjart sul Boléro di Ravel – e con la straordinaria presenza di una artista che alla Scala ha indissolubilmente legato il suo nome, Alessandra Ferri, in scena al fianco di Federico Bonelli, principal del Royal Ballet così come avvenne nel suo recente straordinario ritorno in Scala con Woolf Works. Quattro serate per un omaggio alla danza, alle emozioni che trasmette, alla profonda e vibrante connessione che si instaura, nel momento unico e irripetibile della performance dal vivo, tra interprete e spettatore, tra musica e movimento, al profondo desiderio di espressione artistica che in questi mesi ha proiettato la Compagnia verso la ripresa delle attività nel suo Teatro.

Nomi importanti per la coreografia, da Nureyev a Petit, da Fokin a Béjart, da Preljocaj a Holmes a Bigonzetti, e per la musica, da Čajkovskij a Mozart, da Saint-Saëns a Bizet, a Ravel, per un programma all’insegna delle  emozioni: nel brillante  virtuosismo del passo a tre nella grotta dei corsari con Medora, Conrad e lo schiavo Alì, da Le Corsaire di Anna-Marie Holmes recentemente entrata con grande acclamazione nel repertorio scaligero, nel  sensualissimo gioco di seduzione tra Carmen e Don José nell’estratto da Carmen di Roland Petit, omaggio a Zizi Jeanmaire  recentemente scomparsa, creatrice di questo seducente e iconico  ruolo, o  nella cifra stilistica di Mauro Bigonzetti che appositamente per questo Gala crea un duo femminile sull’Allegro con brio dalla Sinfonia n. 25 in sol minore K. 183 di Mozart.

Emozioni che scaturiscono da un altro “cult” del repertorio classico e dei gala internazionali, La morte del cigno, vibrante nella sua eterea  immagine di fragilità,  incarnato da Svetlana Zakharova, cosi come dalla malinconica e struggente variazione che Rudolf Nureyev affida al principe Désiré nel secondo atto della sua Bella addormentata, e che si sciolgono nel  lunghissimo bacio del famoso passo a due finale di uno dei capolavori di Angelin Preljocaj, Le Parc interpretato da Alessandra Ferri con Federico Bonelli, per la prima volta alla Scala in questo intenso brano, sulle note dell’Adagio dal Concerto per pianoforte e orchestra n.23 in la maggiore K. 488 di Mozart in cui il gioco amoroso e il percorso di conoscenza di due cuori raggiungono il culmine nell’abbandonarsi allo sfociare della passione. Sarà Roberto Bolle, assieme agli artisti del Corpo di Ballo scaligero a suggellare questo turbinio di emozioni, che arrivano all’apice nel crescendo irresistibile del Boléro di Ravel / Béjart: trionfo finale, melodia e ritmo, corpo e musica.

Corpo di Ballo del Teatro alla Scala

 

Étoiles

Svetlana Zakharova

(23, 24, 26 settembre)

Roberto Bolle

 

Artisti ospiti

Alessandra Ferri

Federico Bonelli

 

Direttore

David Coleman

 

Orchestra del Teatro alla Scala

 

da Le Corsaire (coreografia Anna- Marie Holmes da Marius Petipa e Konstantin Sergeyev

musica  Riccardo Drigo, Boris Fitinhof-Schell, Yuly Gerber – Orchestrazione Kevin Galiè)

Do a duet (creazione di Mauro Bigonzetti – musica Wolfgang Amadeus Mozart)

da La Bella addormentata nel bosco (coreografia e regia Rudolf Nureyev – musica  Pëtr Il’ič Čajkovskij)

da Carmen (balletto di Roland Petit – musica Georges Bizet)

La morte del cigno (coreografia Michail Fokin – musica Camille Saint-Saëns)

da Le Parc (coreografia Angelin Preljocaj – musica Wolfgang Amadeus Mozart

Boléro (coreografia Maurice Béjart – musica Maurice Ravel)

 

Date

Mercoledì 23 settembre 2020 – ore 20 – Prima rappresentazione

 

Giovedì 24 settembre 2020 – ore 20 

 

Sabato 26 settembre 2020 – ore 20 

 

Venerdì 2 ottobre 2020 – ore 20 

 

Sara Zuccari

Photo Antonio Raffaele

Photo Brescia – Amisano

Photo Andrei-Uspenskj

Check Also

Compañía Nacional de Danza

World Ballet Day: la Compañía Nacional de Danza festeggia online

Per il World Ballet Day 2020 la Compañía Nacional de Danza realizzerà dei collegamenti in ...

‘Assenza Spettacolare’. La manifestazione il 30 ottobre, lavorare è un diritto di tutti!

I sindacati dei lavoratori dello spettacolo chiedono al governo di ritirare le disposizioni di sospensione ...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. E maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Puoi consultare per maggiore informazione l'apposita pagina sulla nostra Privacy Policy

Chiudi