Find the latest bookmaker offers available across all uk gambling sites www.bets.zone Read the reviews and compare sites to quickly discover the perfect account for you.
Home / Attualità / Pietro Gagliardi: “Timeless significa assenza di tempo, di gravità: voler annullare la possibilità di fermarci in un contesto”

Pietro Gagliardi: “Timeless significa assenza di tempo, di gravità: voler annullare la possibilità di fermarci in un contesto”

Timeless

Danzatore, si é formato all’Accademia di Danza Lyceum di Napoli Mara Fusco e successivamente si è specializzato in “Gestualità nel teatro” e “Clownerie” all’Accademia Nazionale di Teatro di Barcellona. Dal 1982 al 1997 ha danzato, ricoprendo ruoli principali, con il Balletto di Napoli, l’ Associazione Italiana di Balletto Carla Fracci, presso il Teatro Comunale di Firenze, con il Ballet Theatre L’Ensemble di Micha Van Hoecke, in Rai, con la MDA Produzioni Danza di Aurelio Gatti, con il Teatro Club di Remondi e Caporossi. Dal 1997 ha firmato numerose coreografie per diversi Festival in Italia ed all’estero. Fondatore, Direttore e Amministratore del White Cloud Studio Roma Srl, è anche Master Trainer di GYROTONIC® e GYROKINESIS®. In questa intervista ci racconta di “Timeless” spettacolo in scena al Teatro Olimpico di Roma e svela i segreti di questa disciplina.

 

Parliamo subito di questa “avventura” che si chiama GYROTONIC® e “Timeless”. Ci può descrivere come è nato questo progetto, come si sta evolvendo e come procede la sua esperienza di Direttore Artistico in questo spettacolo?

L’idea di base è nata con lo scopo di unire tutti gli istruttori di GYROTONIC® e tutte le persone che da anni frequentano il White Cloud Studio di Roma e provengono dalla danza o dal mondo dello spettacolo. Portare al Teatro Olimpico questa pièce ci permette di sostenere una casa-famiglia di Frascati. L’anno scorso, sempre grazie a progetti simili, abbiamo messo in atto un periodo di ricerca relativamente agli effetti e ai miglioramenti che il GYROTONIC® può dare ai pazienti affetti da sclerosi multipla. Diciamo che la compagnia è costituita di “danzatori terapeutici”.

Perché il titolo “Timeless”?

Assenza di tempo, di gravità: voler annullare la possibilità di fermarci in un contesto. Il GYROTONIC® si può definire come l’arte dell’esercizio fisico e oltre…”Oltre” è un termine che dà effettivamente l’essenza di quello che noi facciamo. Qualcosa che può garantire a tutti la possibilità di andare oltre. L’assenza di tempo, la presenza continua della temporalità.

In che cosa consiste il GYROTONIC®?

È un sistema di allenamento e riabilitazione fisica basata sul movimento tridimensionale: una fusione di varie tecniche (danza, yoga, arti marziali). Juliu Horvath, il creatore di questo sistema, era un danzatore rumeno, già primo ballerina del Balletto di Romania, che dopo un incidente ha iniziato a ricercare un modo per allenarsi in modo diverso, un modo da danzatore. Ha unito tecniche diverse: ha trovato questo eccellente modo di muoversi attorno alle articolazioni che produce una forza straordinaria. Come recupero fisico è velocissimo, come allenamento per i danzatori è strepitoso: i tendini diventano lunghissimi, il corpo si connette con tutte le catene muscolari … è veramente un sistema ottimo! I risultati sono spettacolari.

In Timeless Elisabetta Carnevale, la prima ballerina, mette in scena proprio una coreografia di Juliu Horvath in cui si vede un lungo disegno (la coreografia dura circa 7 minuti), tutto il movimento dello yoga per danzatori. Si può veramente vedere un corpo portato al massimo per un danzatore. È straordinario. L’aspetto ancor più bello, però, è che sul palco ci sono delle persone che fanno GYROTONIC® ma che non hanno mai danzato…e si confondono tra i ballerini professionisti. Il principio del movimento, infatti, è talmente simile che, pur venendo da una scuola diversa, come per esempio yoga ed arti marziali, permette loro di interpretare al meglio le coreografie di Marika Vannuzzi.

Di quali strumenti si avvale questa tecnica?

Juliu Hovath ha creato degli strumenti ad hoc: sono in legno con delle ruote, per permettere dei movimenti circolari, cavi che servono a bilanciare dei pesi. Sembrano degli strumenti medievali, magari qualcuno potrebbe anche rimanervi impressionato, ma sono realizzati ad hoc per il corpo umano. Queste strutture sono completamente adattabili al fisico di ciascuno.

È una disciplina, quindi, rivolta a tutti, danzatori e non. La si può definire riabilitativa o può essere effettuata in tutte le fasi del movimento?

È perfetta per tutte le fasi. Dove c’è movimento, si attiva la circolazione. Non è una riabilitazione specifica, bensì totale, per tutto il corpo. Nasce per migliorare il movimento ma si traduce anche in riabilitazione del corpo.

Per chi vuole avvicinarsi a questa tecnica, dove si possono trovare dei centri?

In tutta Italia, in quasi tutte le principali città italiane ci sono centri GYROTONIC®. L’Italia è uno dei paesi dove questa tecnica si è sviluppata di più. Soltanto al nostro centro di Roma, nel quartiere Flaminio, si contano 60 istruttori e circa 600 persone che frequentano il nostro studio. È ancora un’attività di nicchia che, probabilmente, non diventerà mai noto al grande pubblico perché è una tecnica molto sofisticata, non si possono fare grandi classi di gruppo. Chi viene a fare  GYROTONIC® può spendere dai 20 ai 100 euro a lezione, a seconda delle necessità.

Sul palco del Teatro Olimpico si integrano ballerini professionisti e perfetti sconosciuti, amanti e praticanti del  GYROTONIC®. Come è stato possibile fare questo?

Sono tutte persone che praticano questa tecnica: da anni seguono lezioni. La coreografa ha avuto, quindi,  questa fantasia meravigliosa di unire “ambienti” diversi sotto l’egida della danza e del GYROTONIC®. Sono stati molto bravi. Addirittura tra questi performers c’è anche una professoressa di economia…e chi ha assistito alle prove non si è accorto di nulla! C’è anche una campionessa di arti marziali. È pur vero che non hanno la definizione e pulizia che si possono acquisire dopo tanti anni di danza accademica, però i movimenti sono assai fluidi. Vengono utilizzati come “coro”, partecipano ad alcuni momenti coreografici dello spettacolo.

“Timeless” verrà portato anche in tour?

Ce lo auguriamo! Abbiamo fatto un’anteprima a Berlino ed è andata molto bene. Speriamo di ottenere un buon riscontro dal pubblico, dalla stampa e dagli addetti ai lavori per poterlo promuovere.

La peculiarità di questo spettacolo è che le persone che costituiscono il coro possono essere reperite in qualsiasi parte del mondo. I performers devono semplicemente conoscere i movimenti del GYROTONIC®. Una persona della compagnia va sul posto una settimana prima, monta le coreografie ai nuovi “arrivati” e il gioco è fatto.

Lei nasce danzatore, ha esercitato la professione ma ora è istruttore di GYROTONIC®.

Sono in costante allenamento perché, oltre ad essere istruttore, preparo anche gli altri docenti. Non mi fermo mai! Per poter insegnare una specifica movenza bisogna conoscere la teoria, è fondamentale. Questo mi costringe a tenermi in forma: nell’arco di tutta la mia vita, da quando ho iniziato a studiare danza, sono sempre in movimento.

Che cosa dovrebbe spingere una persona ad iniziare a praticare il  GYROTONIC®?

Il piacere di muoversi! Il piacere di stiracchiarsi la mattina, il piacere di amare il proprio corpo. Come fare una bella passeggiata, volersi prendere un momento di benessere. Tutto ciò che ciascuno può immaginare di piacevole nella vita, legato al movimento: tutto questo è il GYROTONIC®. Può sembrare tutto molto presuntuoso, ma è la realtà: questa tecnica ha che fare con l’armonia. I bambini si divertono, gli anziani amano queste movenze perché anche loro ritrovano il movimento!

Valentina Clemente

Check Also

San Carlo di Napoli Raymonda e i giovani coreografi

Il Balletto del Teatro di San Carlo diretto da Clotilde Vayer si trasferisce al Teatro ...

Édith PIAF, hymne à l’amour di Alberto Canestro a Fiesole

Nel nuovissimo teatro di Fiesole, aperto recentemente, debutta in prima nazionale Édith PIAF, hymne à l’amour’. ...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. E maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Puoi consultare per maggiore informazione l'apposita pagina sulla nostra Privacy Policy

Chiudi