Find the latest bookmaker offers available across all uk gambling sites www.bets.zone Read the reviews and compare sites to quickly discover the perfect account for you.
Home / Attualità / Realtà italiane: Gianni Pugliese, un ballerino innovatore e versatile

Realtà italiane: Gianni Pugliese, un ballerino innovatore e versatile

Gianni Pugliese

E’ un ballerino in evoluzione Gianni Pugliese. Nel giro di pochi anni ha saputo far parlare del suo stile di danza per così dire eclettico, non solo nel sud Italia. In qualità di Maestro  di ballo le sue tecniche coreutiche e la sua puntuale disciplina nell’insegnamento ne fanno un vero innovatore nel genere delle danze di coppia latinoamericane.

 

Per chi non ti conosce, parlami un po’ dei tuoi primi passi come ballerino.

Ho iniziato quasi per gioco nell’estate del 1996. Ero partito come animatore in un villaggio in Sicilia con la qualifica di chitarrista.

La tua regione, la Puglia, è tra le realtà coreiche più dinamiche. Per quanto riguarda la danza latinoamericana com’è la situazione?

La Puglia è una regione di grandi talenti, anche se spesso viene fuori il nostro provincialismo e ci si accontenta senza provare ad amplificare le proprie capacità.

Sei molto richiesto come insegnante. Raccontami dei tuoi corsi e delle persone che frequentano le lezioni a Bari.

Ho da subito avuto la nomea di essere troppo severo e pignolo. Sono seguite vere e proprie leggende secondo cui io mi arrabbio durante le lezioni. La verità è che un corso di ballo di livello intermedio, di qualsiasi disciplina di danza, necessita di una tecnica, di una didattica completamente diversa rispetto a quella di un corso base. Cerco solo di trasmettere l’amore per ciò che faccio, magari in modo più intenso.

Il ballo nel Mezzogiorno d’Italia dal tuo punto di vista.

Le nostre terre possono dare molto a questo genere di danza. Il Mezzogiorno ha dato, e continua a farlo tutt’oggi, un enorme contributo al grande sviluppo che tutto il movimento latinoamericano ha avuto in Italia. La nostra penisola è uno dei Paesi dove si balla di più al mondo e dove il livello medio è decisamente molto alto, anche grazie al Mezzogiorno.

Il tuo stile è caratteristico: eleganza e tecnica si mescolano perfettamente. A chi ti ispiri?

Tutto ciò che mi attrae è per me fonte d’ispirazione, non importa se la fonte è un ballerino più giovane di me, magari un mio allievo, o un danzatore di uno stile diverso e di un altro genere di danza. La tecnica ha sicuramente un ruolo importante e credo che la pulizia dei movimenti e la fluidità di esecuzione siano alla base di un spettacolo gradevole. Cerco sempre di mettere anche un pizzico di Africa in tutto quello che faccio, non dimentichiamoci che le radici dei nostri balli sono africane.

In conclusione, un tuo pensiero in chiave latinoamericana.

Questa cultura non ci appartiene in maniera diretta. E’ vero che noi siamo latini e che le profonde radici sono comuni, ma noi non nasciamo con il suono dei tamburi o con i cinque colpi della clave. Per questo dobbiamo avere sempre molto rispetto per questa cultura. Questo non deve però inibirci nello sperimentare e nell’osare, in fondo la nostra Italia è storicamente una terra di grandi artisti.

 

Massimiliano Raso

Check Also

Audizione per progetto site-specific – CCN/Aterballetto

Audizione presso Fondazione Nazionale della Danza, via della Costituzione 39 Reggio Emilia: 4 aprile 2024 ...

Gremese editore presenta due libri a Danzainfiera 2024

  Sabato 24 febbraio alle ore 17:15 Flavia Pappacena presenterà Jia Ruskaja. Dalla danza libera ...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. E maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Puoi consultare per maggiore informazione l'apposita pagina sulla nostra Privacy Policy

Chiudi