Find the latest bookmaker offers available across all uk gambling sites www.bets.zone Read the reviews and compare sites to quickly discover the perfect account for you.
Home / Tag Archives: Susanna Beltrami

Tag Archives: Susanna Beltrami

Luciana Savignano in “Le Sacre” tra rito e mito

Uno spettacolo che è un pezzo di storia, di valore intramontabile. Nato nel 2002 per ripensare proprio lo spazio dell’allora Piscina Caimi,  “Le Sacre” è un’opera che ritorna sempre e che dal suo debutto ha visto numerosissime repliche sia in teatro che occasioni di site-specific, coinvolgendo intere generazioni di danzatori. Giungono da ogni angolo, a piedi nudi e scortati dalle luci rosse, viola e aranciate del tramonto, plotoni di giovani, vigorosi, che danzano una partitura gestuale e sonora (quella originale di Stravinsky) che in un moto circolare avvolge tutto e tutti come in un abbraccio ancestrale. Al centro di questo rito di giovinezza, la figura di una Madre, Madre Terra che nelle sembianze della grande étoile Luciana Savignano, orchestra l’incedere dei suoi figli, giunti per richiamare dall’ombra e dal gelo la rigogliosa primavera. Perché invocare il ritorno della primavera è simbolo di rinascita e guarigione, ma anche di sacrificio: “che cosa sei disposto a sacrificare per rinascere?”. In scena, il 21 settembre al Teatro Franco Parenti di Milano, per il balletto Le Sacre,  applaudiamo con entusiasmo la sacrale Luciana Savignano, il poliedrico Matteo Bittante e i giovanissimi e bravissimi danzatori dell’Accademia di Susanna Beltrami, la visionaria coreografa che per prima negli anni ‘80 ha portato ...

Read More »

PROSPETTIVE01 – Maria Chiara de’ Nobili: “Le mie creazioni le immagino come dipinti che cambiano costantemente”

PROSPETTIVE01

“Prospettive01” è una rubrica rivolta ad artisti e contesti che rappresentano un mondo di talenti in continua evoluzione. Ideata e curata da Lorena Coppola, la rubrica si propone di dare spazio a iniziative dedicate ai giovani e di raccogliere articoli e interviste mirate a dar voce a tutte le fasce creative del mondo coreutico: realtà in via di sviluppo ed espansione, progetti innovativi o realtà già consolidate e di chiara fama, meritevoli di attenzione. Un luogo di rivelazione e di incontro di nuove prospettive. Maria Chiara de’ Nobili si forma in danza contemporanea presso la DanceHaus di Milano sotto la direzione di Susanna Beltrami. Successivamente si è trasferita a Israele per dieci mesi presso la KCDC per il Dance Journey Program, dove ha iniziato a sperimentarsi come coreografa. Tra il 2016 e il 2018 ha lavorato come danzatrice per la compagnia Elephant in the Black Box a Madrid. Nel 2018 è stata una delle coreografe invitate alla Biennale di Venezia. Nello stesso anno ha intrapreso il suo percorso alla Palucca Hochschule di Dresda. In questa intervista esclusiva si racconta al Giornale della Danza. Quando hai scoperto la tua passione per la danza? Ho cominciato davvero presto. Avevo 4 anni quando ...

Read More »

In anteprima italiana a Cremona l’intenso Ballade – Preghiera profana di Susanna Beltrami

Il 1 aprile 2019 il Teatro Ponchielli di Cremona ospita la Compagnia Susanna Beltrami con l’anteprima italiana di Ballade – Preghiera profana, coreografia Susanna Beltrami, musiche originali eseguite dal vivo da Cesare Picco. Produzione Associazione ContART|DANCEHAUSpiù / MILANOLTRE, con il sostegno di NEXT – laboratorio delle Idee 2018 e Teatro Ponchielli. Liberamente ispirato a La nuit juste avant les forets del drammaturgo e regista francese Bernard Marie Koltès, Ballade – Preghiera profana racconta un vagabondaggio solitario nel degrado del suburbio cittadino, un viaggio tra gli esclusi, relegati ai margini della società, spazio che i negletti stessi hanno scelto e abbracciato, da cui non trovano e forse nemmeno cercano una via d’uscita. Il lavoro, profondo, originale e realistico, è accompagnato dalle note originali del compositore e concertista di fama internazionale Picco che, insieme agli straordinari interpreti e alla narrazione eseguita dal danzatore, performer e musicista Claudio Santarelli, dà vita a una coinvolgente contaminazione tra suono, gesto, emozioni e danza. ORARI & INFO 1 aprile 2019, ore 21.00 Teatro Ponchielli Corso Vittorio Emanuele II, 52 26100 Cremona CR Telefono: +39 0372.022010 E-mail: info@teatroponchielli.it. Stefania Napoli www.giornaledelladanza.com

Read More »

DANCEHAUSpiù, il Centro di Produzione per la Danza a Milano

Milano ha finalmente il suo Centro di Produzione per la Danza e si chiama DANCEHAUSpiù. Il progetto, fortemente voluto da tre realtà consolidate del settore, DanceHaus Susanna Beltrami, Associazione ContART e Associazione ArtedanzaE20 e sostenuto dal Comune di Milano e dalla Regione Lombardia, ha ricevuto nel 2018 il riconoscimento più alto, quello del Ministero dei Beni Culturali che lo ha promosso a 4° Centro Nazionale dopo Reggio Emilia, Catania e Firenze. Dietro a questo importante traguardo ci sono anni di progettazione artistica e culturale, di condivisione di idee e di sguardi tra le istituzioni, i teatri, i festival, gli artisti e i tre co-direttori, Susanna Beltrami, Matteo Bittante e Annamaria Onetti che, a partire dal 2011, hanno posto le fondamenta per la costruzione di un progetto che concertasse armonicamente al suo interno azioni di produzione, distribuzione e promozione della danza. Un progetto che, inserito in un contesto dinamico e in continua evoluzione come la città di Milano e la Regione Lombardia, potesse diventare un punto di riferimento nazionale per la scena contemporanea della danza e un ponte ideale con l’Europa. Nel 2015 il Mibac riconosce il progetto per le sue attività di formazione del pubblico e nei tre anni successivi DANCEHAUSpiù oltre ...

Read More »

Una questione di sensibilità: intervista a Massimo Leanti

  Massimo Leanti nasce a Torino dove comincia a studiare danza con Don Marasigan per la tecnica Jazz, con Ileana Iliescu, Joan Bosiok e Giulio Cantello per la tecnica classica, arricchendo poi la propria formazione presso il “Joe Tremaine Dance Center” e presso l’“EDGE Studio di Hollywood CA”. Partecipa a numerosi workshop con insegnanti di fama internazionale tra cui Luigi, Cloude Thompson, Alex Magno, Wes Veldink. Intraprende la carriera di insegnante di Modern Jazz a partire dal 1988 presso la scuola del Teatro di Torino sotto la direzione artistica di Loredana Furno, dove rimane per tre anni. Nel 1991 si trasferisce a Ravenna dove apre la scuola “Progetto Danza” cominciando parallelamente a sviluppare l’interesse per la coreografia che lo porta a partecipare e vincere innumerevoli concorsi. Vittoria Ottolenghi lo chiama ospite nel 1997 all’Estate Fiesolana e a “Ballo è bello” presso il Teatro di Comacchio. Nel 2000 presso il “Todi Festival”. Nel frattempo, nel 1998, crea una coreografia per i Percussionisti della Scala, nell’ambito della manifestazione “Ravenna Festival”. Per il M.A.S di Milano, Accademia all’epoca diretta da Susanna Beltrami per la quale lavora dal 1998 al 2000, crea il suo primo spettacolo coreografato dal titolo “Wo-man” presentato a Roma al ...

Read More »

MilanOltre Festival… e la danza continua!

MilanOltre Festival… e la danza continua!

Danza in tutte le sue possibili declinazioni. MilanOltre 2017, edizione numero 31, propone anche quest’anno un sofisticato e variegato affresco della danza nazionale e internazionale. 11 compagnie, 25 serate di spettacolo, 20 titoli di cui 9 in prima nazionale e un progetto speciale. In apertura è tornata quasi per “acclamazione di pubblico” Anne Teresa De Keersmaeker con un altro capolavoro della danza contemporanea Rosas danst Rosas. Il Festival è proseguito con un doppio appuntamento per Fabrizio Favale, il coreografo poeta con la sua compagnia Le Supplici è stato ospite con Ossidiana (30 settembre) e con una creazione in prima nazionale, The Rain Sequence (1 ottobre). Torna per il secondo anno consecutivo anche Roberto Zappalà che sarà in scena con la sua Compagnia per due serate. L’1 ottobre con Romeo e Giulietta 1.1 – la sfocatura dei corpi, uno spettacolo che non vuole parlare d’amore ma essere lui stesso un atto d’amore verso la vita. Il 3 ottobre arriva sul palco della Sala Shakespeare I am beautiful, la coreografia ispirata alla scultura di Rodin e al primo verso de La Beauté di Baudelaire. Nove interpreti rendono omaggio alla bellezza, quella dei corpi della danza, e della danza stessa e alla sua purezza. Il ...

Read More »

Nella danza trovo “onestà”: intervista a Sasha Riva

Sasha Riva è nato il 3 febbraio 1991 a Fairfax County, Virginia (USA), ma è cresciuto in Italia. All’età di sedici anni ha studiato per un anno presso l’Accademia di danza contemporanea di Susanna Beltrami a Milano e dopo, anche senza aver avuto molta formazione nel classico, è entrato a far parte della Scuola del Balletto di Amburgo John Neumeier diretta da Marianne Kruuse dove ha studiato per tre anni (settembre 2008 – giugno 2011). Come insegnante principale nella scuola di Amburgo ha avuto Kevin Haigen. Nel corso di questi anni, in occasione di spettacoli ed eventi con la scuola, Sasha ha danzato ruoli da Solista in balletti di Neumeier come “Yondering”, “Vaslaw” e “Das Knaben Wunderhor” e ha anche iniziato a prendere parte in alcune produzioni con la compagnia del Balletto di Amburgo. Sasha è inoltre stato accettato e ha frequentato per quattro volte il corso estivo con NDT (anni 2010-2012-2013-2015). Nell’agosto 2011 Sasha Riva è entrato a far parte della compagnia del Balletto di Amburgo John Neumeier, dove è rimasto fino al luglio 2016. Durante i suoi anni in Compagnia (oltre a danzare in tutte le diverse produzioni di Neumeier che erano nel repertorio in quei cinque anni), ...

Read More »

La bellezza di Daniela Ayala a passi di Tango Argentino

Viaggio con la Danza

 La maestra e coreografa Daniela Ayala dopo aver iniziato a praticare ginnastica artistica, lascia lo sport per dedicarsi alla danza. Studia al Teatro San Carlo di Napoli sotto la guida di Tony Ferrante e Melina Serpico. A Milano, dopo tre anni di studi, si diploma in Musicall presso l’Accademia di M.A.S., Music art and show, diretta dalla maestra Susanna Beltrami. Partiamo dall’inizio, come ti sei avvicinata alla danza? Ho iniziato a soli sei anni a praticare la ginnastica artistica, e a dire la verità sognavo di fare le Olimpiadi. Dopo tre anni, però, la mia maestra rimase incinta e smise di darci lezione. Io ebbi il desiderio di smettere perché ero molto legata a lei e non volevo nessun altro insegnante. E così pensai di provare ad iscrivermi ad un corso di danza classica, e da allora non ho più smesso. Quale percorso formativo e artistico hai seguito negli anni? Ho conseguito il diploma in danza classica, della durata di otto anni nella scuola del Maestro e Ballerino del Teatro San Carlo Tony Ferrante. Ho studiato con lui e le sue splendide figlie avvicinandomi anche alla danza di carattere e alla danza contemporanea con un’altra maestra della scuola Melina Serpico, ...

Read More »

Susanna Beltrami, ambasciatrice di Cultura e d’Arte della Danza

    Dopo una formazione classica in Italia, Susanna Beltrami decide di seguire le correnti della danza contemporanea internazionale fin dagli anni ottanta. Si accosta agli insegnamenti di Carolyn Carlson e dei ballerini Larrio Ekson e Jorma Uotinen. Trascorre periodi di formazione a New York nelle principali scuole della modern dance come quelle di Alvin Nikolais, Martha Graham e presso la Merce Cunningham Dance Foundation. Dopo l’esperienza americana e dopo aver fondato a Verona il Centro Ricerca Danza approda a Milano dove inizia la sua carriera di formatrice e di coreografa. Qui riceve incarichi didattici per i corsi di formazione del Teatro alla Scala e per l’Atelier di teatro-danza della Scuola d’arte drammatica Paolo Grassi. In seguito è ideatrice di celebri lavori come Fuga in valzer, Dressoir, Sopra un picco in Darien e Hiatu Meju. Famose le sue creazioni di alcuni spettacoli ispirati al teatro e alla danza spagnoli come El amor brujo, Diablo, Storia Flamenca, Blu Diablo. Partecipa in qualità di coreografa di danza moderna al talent show di Rai 2 Italian Academy. Per l’étoile Luciana Savignano, la Beltrami ha ideato vari spettacoli tra cui Il suo nome…. Carmen e Tango di luna. Successivamente fonda l’Accademia di danza DanceHaus ...

Read More »

“Pupilla (1983/2014)”, la provocazione trent’anni dopo

Mercoledì 11 novembre, al Teatro Comunale di Ferrara, si ritorna indietro nel tempo di ben trentadue anni: la DanceHaus Company di Susanna Beltrami porta in scena Pupilla (1983/2014), nel cui titolo viene riportato tanto l’anno della creazione originaria di Valeria Magli, quanto quello della recente ripresa. L’azione scenica, originariamente affidata alla sola presenza di Valeria Magli, adesso viene tripartita tra le interpreti Chiara Monteverde, Armida Pieretti e Susan Vettori, impegnate per 60 minuti a risvegliare nel pubblico i più teneri ricordi d’infanzia attraverso movimenti svolazzanti e di (solo apparente) spensieratezza. Pupilla è una storia di donne, di signore, di bambine e di bambole: tutte figure equipollenti, tutte plasmate da forti dualismi esistenziali, quali allegria e cupezza, infantilità e acredine, innocenza e perversione. Si suddivide in cinque quadri – secondo l’allestimento presente – denominati Signora, Le Bambine, Femme machine/ Max Ernst, Die Puppe/Hans Bellmer, Girotondo: le citazioni ai due artisti surrealisti degli anni Venti rappresentano un palese fil rouge con la partitura scenica e, soprattutto, ideologica di Magli, attratta calamiticamente dalla duplice visione della donna-bambola, vulnerabile e provocatoria. A commentare e, in qualche modo, descrivere l’intero apparato coreutico in termini poetici vengono recitate le parole di Hugo Ball, Milli Graffi, Letizia ...

Read More »

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. E maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Puoi consultare per maggiore informazione l'apposita pagina sulla nostra Privacy Policy

Chiudi