Find the latest bookmaker offers available across all uk gambling sites www.bets.zone Read the reviews and compare sites to quickly discover the perfect account for you.
Home / Tag Archives: Yuri Possokhov

Tag Archives: Yuri Possokhov

Con Reunion l’English National Ballet torna in scena

English National Ballet torna alle esibizioni dal vivo con cinque opere di rinomati coreografi e talenti emergenti. Creati e pubblicati come film durante la nostra acclamata stagione digitale alla fine del 2020, questi pezzi originali vengono eseguiti dal vivo sul palco per la prima volta. Sidi Larbi Cherkaoui reinventa Laid in Earth come un quartetto “fatto a pezzi”. È impostato sulla famosa aria di Purcell da Dido and Aeneas – cantata dal vivo dal mezzosoprano Flora McIntosh, così come la nuova musica elettronica composta da Olga Wojciechowska. In Echoes , Russell Maliphant  crea coreografie sempre mutevoli e utilizza la luce come partner fondamentale nel processo creativo. Collaborando con il video artista Panagiotis Tomaras e con il sound design commissionato da Dana Fouras, il risultato è ipnotizzante. Ex ballerino principale del Bolshoi Ballet, del Royal Danish Ballet e del San Francisco Ballet, il coreografo di fama mondiale Yuri Possokhov lavora per la prima volta con una compagnia britannica. Il suo pezzo per quattro ballerini, Senseless Kindness , è basato sul grande romanzo di Vasily Grossman, Life and Fate , su una famiglia russa sorpresa nella seconda guerra mondiale, e ambientato al Trio No1 di Shostakovich. Nella creazione di Take Five Blues , la coreografa associata di ENB Stina Quagebeur si è ispirata alla versione di Nigel Kennedy di Vivace di Bach  e Take Five di Desmond , e al modo ...

Read More »

Torna in scena “Nureyev” il balletto ispirato al grande ballerino russo

Dal 20 gennaio 2021 al Teatro Bolshoi di Mosca torna il balletto Rudolf Nureyev, un  omaggio alla sua memoria. Interpretato dai movimenti di Vladislav Lantratov e coreografato da Yuri Possokhov sulle note del compositore Ilya Demutsky, lo spettacolo in onore di Nureyev ne ripercorre la storia, usando come punto di partenza narrativo l’asta degli oggetti personali del ballerino avvenuta due giorni dopo la sua morte, a 54 anni, nel 1993, a causa dell’AIDS. La prima mondiale ha avuto luogo il 9 dicembre 2017. STORIA Dopo la morte di Rudolf Nureyev la sua proprietà viene messa all’asta a New York e Parigi. Ciascuno degli oggetti in mostra contiene una parte della vita del grande ballerino. Rossi Street Nureyev sta studiando alla Vaganova Ballet School di Leningrado, il suo concerto di laurea, i suoi primi anni di carriera al Kirov Theatre. Il successo di Nureyev va di pari passo con continue denunce, sia in patria che durante i tour all’estero. Un salto verso la libertà Parigi. Dopo il suo leggendario “salto verso la libertà”, Nureyev viene lasciato solo. I suoi ricordi d’infanzia si intrecciano con l’incertezza che lo attende. Nureyev incontra i parigini e cerca di imitare il loro comportamento, di muoversi come fanno le persone libere. È affascinato dai balli ...

Read More »

La stagione del Bolshoi al cinema si conclude alla grande con “Un eroe del nostro tempo”

La stagione del Bolshoi al cinema si conclude alla grande con “Un eroe del nostro tempo”

Dopo i tanti ed importanti titoli già rappresentati e trasmessi al cinema, la sempre attesa e molto seguita stagione 2016/2017 del Bolshoi Ballet al cinema si conclude in grande stile, con un titolo d’eccezione. Per l’ultimo appuntamento della stagione con il Bolshoi Ballet di Mosca, martedì 9 maggio, sarà trasmesso, per la prima volta al cinema,  Un eroe del nostro tempo, distribuito in alta definizione da QMI Stardust, direttamente dal prestigioso Teatro moscovita. A conclusione di questo affascinante percorso di cui QMI ci ha fatto partecipe con il grande schermo, è opportuno ricordare quello che è stato il progetto di fondo di questa affascinante stagione. La stagione di danza 2016/2017 del Bolshoi si inserisce, insieme a quella operistica del Met di New York, nell’ambito di Stardust Classic: sette opere e sette balletti, tra classici intramontabili e nuove sorprendenti produzioni interpretate dai grandi nomi della danza e dell’opera, direttamente dai palcoscenici più prestigiosi del mondo allo schermo del cinema più vicino a casa. Adattamento del capolavoro della letteratura russa di Mikhail Possokhov, Un eroe del nostro tempo, nuova produzione del Bolshoi Ballet, riunisce il coreografo Yuri Possokhov e il giovane compositore Ilya Demutsky, sorprendenti creatori di un drammatico punteggio poetico sulle novelle di Lermontov, mentre Kirill Serebrennikov, spesso chiamato l’enfant terrible del teatro ...

Read More »

Assegnati i premi del Prix Benois de la Danse 2016: ecco i vincitori

Poche soddisfazioni per i nomi italiani candidati al Prix Benois de la Danse, anche se già l’arrivo alla nomination è un grande traguardo; mentre molti nomi noti della danza internazionale hanno portato a casa il premio, assegnato da una giuria che includeva Yury Grigorovich, president di giuria e direttore artistico del premio, Marie-Agnès Gillot, Étoile dell’Opéra di Parigi; José Carlos Martínez Garcia, direttore artistico della Compañía Nacional de Danza de España; Johannes Öhman, direttore artistico del Royal Swedish Ballet; Xiao Suhua, coreografo e insegnante alla Beijing Dance Academy; la nostra Elisabetta Terabust, che non ha bisogno di presentazioni; Yury Fateyev, del Mariinsky Ballet; e Linda Shelton, direttrice esecutiva del Joyce Theater Foundation (New York). Tra gli otto coreografi in nomination, a vincere la categoria come Miglior Coreografo sono Yuri Possokhov del Bolshoi Ballet e Johan Inger del Netherlands Dance Theatre. Premio come Miglior Ballerina ad Alicia Amatriain dello Stuttgart State Ballet, che molti ricorderanno anche come splendida interprete accanto a Roberto Bolle, e Hannah O’Neill dell’Opéra parigina. Tra i sei candidati al premio Miglior Ballerino, a spuntarla è invece Kim Kimin del Mariinsky, e danzatore spesso anche sul palcoscenico dell’Opéra di Parigi. Premiata anche la Beijing Dance Academy attraverso il ...

Read More »

Tre coreografi per il Tulsa Ballet a Trieste

Il Politeama Rossetti di Trieste ospita, il 30 marzo 2016 la prima tappa del tour italiano del Tulsa Ballet, che festeggia sessant’anni di storia, tra danza ad alto livello e attività di arricchimento del panorama culturale dell’Oklahoma, fino alla creazione di una fama internazionale, sotto la guida dell’italiano Marcello Angelini. Per la prima volta a Trieste, la compagnia propone un programma che comprende Rooster di Christopher Bruce, Petite Mort di Jiri Kyliàn e Classical Symphony di Yuri Possokhov. Christopher Bruce è uno dei coreografi più importanti in Gran Bretagna: ha creato per Rambert e per il Nederlands Dans Theater, per lo Houston e il Culberg Ballet ma anche per il mondo del musical; Rooster è ironico e rock, celebra gli anni Sessanta e i Rolling Stones. Jiri Kilyan, non ha bisogno di presentazioni: coreografo amato e pluripremiato in tutto il mondo, ha creato Petite Mort nel 1991, in omaggio ai 200 anni dalla morte di Mozart, sulla cui musica si innesta una coreografia intensa e suggestiva. Classical Symphony, dell’ucraino, ma adottato dagli Stati Uniti, Yuri Possokhov, ora coreografo residente del San Francisco Ballet, è una coreografia drammatica ed emozionante, ma che richiede una padronanza della tecnica tale da mettere alla ...

Read More »

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. E maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Puoi consultare per maggiore informazione l'apposita pagina sulla nostra Privacy Policy

Chiudi