Find the latest bookmaker offers available across all uk gambling sites www.bets.zone Read the reviews and compare sites to quickly discover the perfect account for you.
Home / Attualità / Teatro dell’Opera di Roma: “E una sera… Chopin” di Giorgio Mancini

Teatro dell’Opera di Roma: “E una sera… Chopin” di Giorgio Mancini

Venerdì 16 aprile alle 20.00 sarà trasmesso in streaming gratuito su operaroma.tv, il canale YouTube ufficiale dellOpera di Roma, E una sera… Chopin, sogno romantico in un atto firmato da Giorgio Mancini sulle musiche del compositore e pianista polacco.

Si tratta del secondo titolo di balletto in scena al Costanzi per la stagione di Teatro Digitale 2020/21. Dopo la nuova creazione di Simone Valastro, sui ritmi contemporanei di Grand Pianola Music di John Adams, il Corpo di Ballo dellOpera di Roma diretto da Eleonora Abbagnato è interprete in questa occasione del sogno romantico per eccellenza. Con E una sera… Chopin il coreografo Giorgio Mancini fa rivivere le silfidi, i più poetici tra i personaggi portati in scena dai Balletti Russi al loro debutto italiano, proprio su questo palcoscenico oltre cento anni fa.

In un Teatro chiuso – racconta il coreografo Giorgio Mancini – ho sognato allimprovviso Chopiniana, il Poeta che in un regno impalpabile, quale è quello delle silfidi, lideale dellamore, della giovinezza femminile, delletereo femmineo. Lo stile della composizione coreutica riprende Les Sylphides di Fokine a partire da una ricostruzione di Anton Dolin, modificata in alcuni tratti perché si adattasse alle caratteristiche artistiche del Corpo di Ballo”.

Il pianoforte è in scena e Renata Russo esegue le musiche di Chopin. Fin dallinizio il Preludio immerge nellatmosfera onirica. Si danza poi sulle note del Notturno, dei valzer brillanti e sui ritmi più allegri delle mazurke. Il balletto, nel segno dellimmaterialità, della poesia del ballet blanc ottocentesco, è libero da trama. Il Maître, interpretato da Damiano Mongelli, materializza il sogno di Mancini incarnando ciò che in questo momento manca al coreografo, il poter mettere in scena lo spettacolo per il pubblico. Il Poeta, protagonista di questo sogno, è il primo ballerino Claudio Cocino. Nel ruolo principale della Silfide danza l’étoile Alessandra Amato. Come lei Giovanna PisaniRoberta Paparella e le altre silfidi, simbolo per eccellenza della danza romantica, indossano candidi tutù di tulle e mousseline e scarpette rosa.

Lo spettacolo vede scene e costumi rispettivamente a cura di Andrea Miglio e Anna Biagiotti. Le luci sono di Fabrizio Marinelli

In ottemperanza al Decreto della Presidenza del Consiglio del 3 novembre, lo spettacolo è realizzato a porte chiuse, in assenza di pubblico ma con gli artisti in presenza, e poi trasmesso sul canale YouTube del Teatro (https://www.youtube.com/user/operaroma). 

Redazione www.giornaledelladanza.com

Check Also

“Eppur si muove” di Francesca Lattuada Fondazione Nazionale della Danza / Aterballetto

Dopo il primo spettacolo della Compagnia Artemis danza, il prossimo appuntamento in Fonderia è domenica ...

Carla Fracci il nuovo libro per ragazzi: “Più luminosa di una stella”

Un passaggio di testimone ai giovani sognatori fortemente voluto dalla “eterna fanciulla danzante”. La storia ...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. E maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Puoi consultare per maggiore informazione l'apposita pagina sulla nostra Privacy Policy

Chiudi