Find the latest bookmaker offers available across all uk gambling sites www.bets.zone Read the reviews and compare sites to quickly discover the perfect account for you.
Home / Attualità / Tre tappe per festeggiare dieci anni di Festival Internazionale “Teatro a Corte”

Tre tappe per festeggiare dieci anni di Festival Internazionale “Teatro a Corte”

Jerome Thomas

Il Festival Internazionale Teatro a Corte, diretto da Beppe Navello, va in scena dal 27 giugno al 17 dicembre fra Torino e le Dimore Sabaude di Aglié, Stupinigi e Venaria Reale e chiuderà questa edizione più ampia, il 17 dicembre presso le OGR – Officine Grandi Riparazioni.

Sarà un’edizione dedicata alla Francia, la nazione che più di tutte ha contribuito a far grande la storia del Festival, spaziando tra differenti discipline, dalla danza al teatro al circo contemporaneo, dalla performance all’installazione. Una nuova programmazione che va oltre il tradizionale calendario estivo, ma che offre un periodo autunnale e addirittura uno invernale. Il 6,7,8 ottobre, infatti, in occasione del decennale dell’apertura della Reggia di Venaria, il Festival Teatro a Corte festeggia i suoi dieci anni ricordando quella entusiasmante settimana di kermesse spettacolari che aprirono a un pubblico sbalordito le porte della Reggia: proporremo alcuni eventi degni di quella tradizione. Al posto d’onore, come sempre, le creazioni site specific che orientano sguardi critici inediti sul patrimonio storico e artistico delle Dimore Sabaude.

Si partirà dalla Reggia di Venarla, per ritrovare poi la Palazzina di Caccia di Stupinigi, il Castello di Aglié e approdare infine a quello che sarà negli anni a venire un immenso cantiere di ricerca e innovazione, le OGR – Officine Grandi Riparazioni.

Giugno, luglio, ottobre e dicembre: sono questi i mesi del nuovo Festival Teatro a Corte nel suo decimo anno di vita.

La Reggia di Venarla sarà il prestigioso punto di partenza di questa speciale edizione con un appuntamento imperdibile, la Promenade jonglée au Château un progetto per il Festival diretto e ideato da Jérôme Thomas (27, 28, 29 giugno, 1 e 2 luglio). È il secondo capitolo di questo progetto site-specific cominciato l’anno scorso con Ambra Senatore e condiviso con il Castello di Chambord nella Loira, dove il giocoliere francese rinnoverà la perfomance adattandola a quello spazio il 16 e 17 ottobre prossimi.

Il 29 giugno il Teatro Astra a Torino ospiterà uno spettacolo italo francese di Ambra Senatore, che con 7 danzatori presenterà Scène mère*(Titre provisoire), la novità che porterà successivamente ad Avignone: una coreografia ispirata al cinema, costruita di fotogrammi sorprendenti che svariano tra il bianco e il nero e lampi di colore improvvisi. Il 30 giugno a Venaria, uno spettacolo aereo tra cielo e terra per un viaggio originale e fantastico attraverso la materia. La compagnia Transe Express porta in scena Mù, Cinématique des fluides, uno spettacolo monumentale di “Arte Celeste” in cui realtà e fantasia di mescolano in un immaginario artistico che evoca suggestioni dei romanzi di Verne e le visioni di Bosch. Con la regia di Rémi Allaigre e Gilles Rhode.

Agliè sarà di scena con suoni e danza il 1 luglio con una compagnia italiana, la Dual Band, che proporrà in prima assoluta un viaggio attraverso la musica colta europea del Novecento. Più introspettiva e riflessiva sarà la rappresentazione di Hêtre della compagnia Libertivore che evoca il rapporto ancestrale con la natura in una sorta di sublimazione della solitudine.

Un’invasione di note ai Giardini del Castello con la Paranza del Geco, la compagnia da anni attiva nella rappresentazione delle tradizioni popolari musicali e coreutiche dell’Italia mediterranea: lo spettacolo che presenterà, ispirato alla Commedia dell’Arte, è pensato per un luogo come Aglié che, nei secoli, fu meta ambita di compagnie di comici erranti invitati dai duchi (esiste ancora, annesso al teatrino, l’appartamento e la palestra dei comici). La prima parte del Festival si conclude il 2 luglio nella suggestiva Palazzina di Caccia di Stupinigi con due appuntamenti importanti: D-Construction della compagnia Dyptik, una forma coreografica hip-hop che racconta come dal caos della storia si generi sempre il nuovo, sorprendente ordine, ispirato alle principali rivolte vissute da donne e uomini nel corso della storia; e FierS à Cheval di Cie des Quidams, una visionaria passeggiata di enormi cavalli mitologici che dialogheranno con il cervo e le altre presenze animali che da secoli impregnano lo spirito del luogo. La serata sarà anche dedicata a un’iniziativa importante del progetto X2 che condividiamo con Fondazione CRT: saranno presentate le opere donate da grandi artisti del territorio al nostro teatro attraverso l’Associazione Teatro Europeo.

Tre giornate di eventi per celebrare il decennale del Festival e dell’apertura della Reggia di Venarla.

Décor Sonore saranno presenti nei Giardini della Reggia con Kaléidophone per offrire al pubblico una visione diversa di ciò che ci circonda, partendo da una differente sensazione e percezione dei suoni. Nella giornata del 7 ottobre la compagnia Adhok, attraverso lo spettacolo di danza urbana L’Envol, rappresenterà il “salto” nella società dei giovani, con la ricerca di farsi spazio in un’identità nuova e a tratti non indulgente. Durante la serata ancora una volta il Festival Teatro a Corte ci farà alzare gli occhi al cielo con Galiléo della compagnia Deus ex machina: una suggestiva rappresentazione a 30 metri d’altezza riprodurrà il firmamento di Galileo, così come ci è stato raccontate dalle sue antiche carte planetarie. Gli artisti volteggeranno come astri, luci e suoni si inseguiranno in un viaggio vertiginoso dando vita a un circo aereo di grande suggestione.

Il terzo momento di Festival, 16-17 dicembre, alle OGR – Officine Grandi Riparazioni, è un meraviglioso segreto che l’organizzazione svelerà tra qualche tempo con Fondazione CRT, partner per l’occasione. Sarà un evento enorme, straordinario, irripetibile altrove, nella migliore tradizione del festival.

ORARI & INFO

27 giugno > 17 dicembre 2017

www.teatroacorte.it

@teatroacorte

Tel: +39 011.5634352

 

www.giornaledelladanza.com

 

Check Also

Il Presidente Elisabetta Casellatti premia Carla Fracci e omaggia la danza in Senato

“Più leggera dell’aria, più lieve di un sospiro”. Così la critica ha definito negli anni Carla Fracci, ...

“Ink”: il nuovo lavoro di Dimitris Papaioannou in scena a Torinodanza Festival 2020

A Torinodanza Festival debutta, al Teatro Carignano, in prima assoluta e in esclusiva per l’Italia, ...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. E maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Puoi consultare per maggiore informazione l'apposita pagina sulla nostra Privacy Policy

Chiudi