Find the latest bookmaker offers available across all uk gambling sites www.bets.zone Read the reviews and compare sites to quickly discover the perfect account for you.
Home / Attualità / Tuttinscena 2023 al Verdi di Salerno: ospite d’onore Luciana Savignano

Tuttinscena 2023 al Verdi di Salerno: ospite d’onore Luciana Savignano

 

Sabato 11 marzo alle 21 il sipario del Teatro Verdi torna ad aprirsi su Tuttinscena – Premio al merito Giovani Talenti per l’arte della Danza, l’evento tersicoreo realizzato con il patrocinio di Regione Campania e Comune di Salerno, per la direzione artistica di Corona Paone, l’étoile del Teatro San Carlo di Napoli, salernitana, che dal 1987 ha interpretato tantissimi ruoli di successo, in tandem con Luigi Ferrone, primo ballerino del Massimo Partenopeo.  

 Per la 21esima edizione, che segna la ripartenza di Tuttinscena post pandemia, la macchina organizzativa ha pensato a una madrina d’eccezione: Luciana Savignano. Étoile del Teatro alla Scala, musa ispiratrice, tra le più interessanti e versatili protagoniste della danza italiana degli ultimi decenni, siederà in prima fila al Verdi per assistere a questo spettacolo che unisce il talento di oggi con quello di domani. Un onore, per entrambe le generazioni, avere come spettatrice proprio la danzatrice fuori dagli schemi, amata dai più grandi coreografi, fra cui l’indimenticabile Maurice Béjart, che su di lei costruì “La Luna”. Interprete indimenticabile di Romeo e Giulietta, è nel celeberrimo Boléro che la Savignano esprime al massimo le sue doti di ballerina proiettata verso la modernità.

Per l’occasione arrivano a Salerno Primi Ballerini da tutto il mondo. Attesissimi le étoile Marlen Fuerte Castro, già Principal Dancer dell’Opera di Nizza, e il talentuoso Alejandro De Oliveira dell’Opéra national du Capitole di Tolosa: la coppia interpreterà il pas de deux da “Lago dei Cigni”: passione e romanticismo in un passo a due che evidenzia i virtuosismi d’insieme ma anche la tecnica straordinaria e la storia d’amore del celebre balletto. In scena in un assolo anche il prodigioso Alejandro Olivera: diplomato alla Scuola Nazionale di Balletto di Cuba, è stato primo ballerino al Cuban National Ballet prima di entrare a far parte del Teatro Mikhailovsky come solista, lo stesso ruolo che ricopre oggi presso Balletto Nazionale di finlandese di Helsinki. E poi: dal Teatro Hagen (Germania) arriva Stefano Milione, impegnato in una coreografia a firma del suo Direttore Francesco Nappa. Diplomatosi al Russian Ballet College di Genova, già famoso in tutto il mondo per i numerosi riconoscimenti ricevuti nei più importanti concorsi mondiali e festival internazionali, ora al Teatro alla Scala di Milano, danzerà per Tuttinscena anche Gabriele Fornaciari. Per il San Carlo di Napoli interverranno Daniele di Donato, cresciuto tra Positano e Sorrento, si è diplomato alla Scuola di Ballo del Teatro alla Scala e, due mesi dopo, ha ricevuto il Premio Positano come nuovo talento emergente, e Vittoria Bruno, che a soli 22 anni, vanta già un contratto a tempo indeterminato con il teatro lirico napoletano. Infine anche Michele Storto e Sara Esposito: ieri promesse della danza italiana oggi stabili all’Arena di Verona.
Al timone della grand soirée torna il volto Rai Veronica Maya, impegnata a veicolare l’ingresso e l’uscita dei professionisti ma anche dei tanti giovani talenti scelti per l’edizione 2023 del Premio.

Dopo i provini, la formazione e le prove, è giunto il grande momento, il palcoscenico, per gli oltre 100 selezionati, i più meritevoli e giovani danzatori e danzatrici dai 12 ai 18 anni del Mezzogiorno. I talenti saranno coinvolti nei lavori di modern e contemporaneo a firma dei maestri Vincenzo De Rosa, Mirko Riccardi, Davide Di Micco, Jose della Monica Valentina Rozier, Alex Atzewi, Lorenzo Stingone. Si tratta di progetti coreografici realizzati ad hoc per l’evento coreutico. Assistente alla direzione Valeria Milingi; assistente alle coreografie Marica Saviello.
L’incasso del Gala sarà interamente devoluto all’Associazione Amici di Lola.

Redazione

Check Also

In prima assoluta “Jérôme Bel” di Marco D’Agostin

Dal 17 al 21 aprile, al Piccolo Teatro Studio Melato di Milano, Marco D’Agostin presenta, ...

Clotilde Vayer

Scuola di Ballo del Teatro San Carlo di Napoli cambio di Direzione

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO – Napoli, 12/04/2024 – La Fondazione Teatro di San Carlo comunica che ...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. E maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Puoi consultare per maggiore informazione l'apposita pagina sulla nostra Privacy Policy

Chiudi