Find the latest bookmaker offers available across all uk gambling sites www.bets.zone Read the reviews and compare sites to quickly discover the perfect account for you.
Home / Attualità / Viaggio al centro dei Caraibi: il merengue e la bachata raccontati da Angela Carli

Viaggio al centro dei Caraibi: il merengue e la bachata raccontati da Angela Carli

Angela Carli

In Italia il Merengue e la Bachata sono due danze latinoamericane molte apprezzate. I motivi di tale considerazione possono essere facilmente riconducibili ad alcuni fattori: la tecnica d’esecuzione agevole da imparare, una musica coinvolgente, movenze corporee seducenti. Cerchiamo di capirne di più, in fatto di ultime tendenze, con la maestra Angela Carli, esperta del settore, da anni insegnante di danze caraibiche nella capitale.

 

Ciao Angela e benvenuta sul Giornaledelladanza.com

Grazie a te per l’invito, è un piacere.

Parliamo del Merengue e della Bachata, danze dominicane, balli passionali.

Sono due balli che hanno avuto un impatto differente in Europa. Il Merengue sicuramente mette molta allegria, sia come musica sia come danza. Mi ricordo che agli inizi degli anni novanta a Roma si ballava e si ascoltava tanto questi generi. Tutti li ballavano o avrebbero voluto impararli. Poi, inspiegabilmente, dopo qualche anno l’interesse calò sempre di più fino a scomparire del tutto, perlomeno nelle piste frequentate da noi italiani. È proprio nello stesso periodo in cui il Merengue usciva sempre di più di scena, nei locali iniziò ad arrivare la Bachata, era il 2000. Infatti credo che l’arrivo di quest’ultima abbia spazzato via il Merengue. Forse perché la Bachata è un ballo di corteggiamento e di coppia come lo è anche il Bolero e per il fenomeno della socializzazione e del corteggiamento è forse il ballo che più permette a un uomo ed una donna di conoscersi, avvicinarsi e spesso far scattare la scintilla.

In che epoca il Merengue e la Bachata sono arrivati in Italia?

Quando mi affacciai nel mondo Latinoamericano, nel 1990, il Merengue già c’era da anni, ma non già come fenomeno di massa conosciuto da tutti, era più per quella nicchia di appassionati già conoscitori dei balli e delle musiche latino-americane.

Il Merengue è un ballo che richiede un forte contatto corporeo. Quali sono i passi e le movenze tipiche di questa danza?

Il Merengue ha un ritmo molto particolare e cadenzato, è facile sentirne e tenerne il tempo anche per tutti quelli che spesso hanno difficoltà. Dei balli caraibici è quello più immediato, più semplice e  non richiede coreografie e giri complessi e forse è stata anche questa una delle cause del progressivo disinteressamento da parte dei ballerini che preferivano esibirsi mostrando sempre di più  virtuosismi e sensualità. Si  eseguono  solo due passi ( senza pause) alternando il peso del corpo da un piede all’altro e marcando il passo principalmente sul posto. L’aggiunta delle figure ( così chiamate delle combinazioni di giri) è arrivata successivamente e si è persa infatti la spontaneità di  questo ballo.

Nei corsi di ballo si tende a non inserire regolari lezioni di Merengue. Perché? Effettivamente non essendoci più richiesta è raro trovare un corso di Merengue nelle programmazioni delle varie scuole Italiane. Forse si trova di più nelle scuole che allenano alle competizioni delle federazioni, che preparano ballerini all’agonismo.

A me divertiva insegnarlo ai miei allievi, lo ballavamo spesso nella prima fase di riscaldamento con i principianti , era perfetto per far rompere il ghiaccio con i movimenti latini su musica semplice da seguire.
Ma ora nessuno è interessato al merengue e nei locali non si sente mai.
Infatti credo che se all’origine i DJ riportassero nelle serate questa musica in pista, forse il Merengue potrebbe riaffiorare. In tal caso io non esiterei a reinserirlo tra le programmazioni della scuola, seppure fosse per riscaldamento a inizio lezione.
Passiamo alla Bachata. Ballo lento e romantico qual è la tua generale sensazione?

Ritengo che l’interesse per la Bachata sia in ascesa, infatti nella mia scuola ho da qualche anno corsi fissi e le richieste sono in aumento. E vedo che in quasi tutte le scuole stanno inserendo corsi di Bachata.

I testi semplici, la musica dolce e la sensualità fanno della Bachata la danza degli innamorati. È così?

Essendo la Bachata un ballo di coppia non eccessivamente complesso, molto sensuale, romantico, è il ballo ideale per le coppie e per il corteggiamento. Molti vogliono imparare  la Bachata e la richiedono proprio per questa sua caratteristica. L’impatto fisico, le melodie ed i testi romantici, portano a creare quella magia che, se condivisa con la persona giusta, crea molta intimità e passione. Se poi sei timido e vorresti avvicinate una persona che ti piace allora la Bachata è l’ideale e ci si può innamorare.

Nelle competizioni di danza sportiva come sono classificati il Merengue e la Bachata?

Nel settore agonistico il Merengue e la Bachata sono incluse nella categoria danze caraibiche il cui livello di interesse e di studio molto alto. Ma appunto parliamo di agonismo e non di fenomeno di massa.

Che spazio dai a questi tradizionali balli provenienti dall’America Latina.

Credo che come in tutti i settori, soprattutto artistici, si segua molto la tendenza. Sarebbe controproducente, in termini di business, voler tenere in piedi un corso che nessuno richiede, così come sarebbe di poco richiamo per un professionista  presentare in giro per il mondo coreografie e spettacoli di qualcosa che è in calo. Mi riferisco in questo caso al Merengue in Italia. Ovviamente se andiamo a Santo Domingo sarà il Merengue oltre la Bachata a prendere la scena in tutte le manifestazioni ed i Festival.

Grazie ad Angela Carli

Grazie a te, è stato un piacere. Sono felice di aver potuto dire la mia su questi argomenti e spero di esservi stata utile. Un saluto a tutti i lettori e un consiglio: ballare fa bene al corpo e alla mente. È aggregante, socializzante e salutare. Qualsiasi sia il ballo che sceglierete e qualsiasi siano le vostre capacità, Ballate.

 

 

 

Massimiliano Raso 

www.giornaledelladanza.com

Check Also

Per la prima volta alla Scala “La Bayadère” di Rudolf Nureyev

Per la prima volta alla Scala, il 15 dicembre inaugura la nuova Stagione di Balletto ...

Il Festival Racconti di Altre Danze prosegue con il danzatore Ioannis

Si intitola “From Scratch” la performance che, sabato 23 ottobre alle ore 21, vedrà protagonista ...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. E maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Puoi consultare per maggiore informazione l'apposita pagina sulla nostra Privacy Policy

Chiudi