Find the latest bookmaker offers available across all uk gambling sites www.bets.zone Read the reviews and compare sites to quickly discover the perfect account for you.
Home / Attualità / “Love Poems”: trittico d’autore al Teatro Asioli

“Love Poems”: trittico d’autore al Teatro Asioli

"Love Poems" - Swans - Foto Nicola Stasi
MM Contemporary Dance Company
“Swans” – Coreografie Emanuele Soavi
Photo Credits: Nicola Stasi

Sabato 1 febbraio 2020, al Teatro Asioli di Correggio andrà in scena, in prima nazionale, LOVE POEMS, la nuova produzione della MM Contemporary Dance Company. Lo spettacolo è composto dal trittico DUETTO INOFFENSIVO (estratto da Rossini Cards) di MAURO BIGONZETTI rimontato per la MMCDC; BRUTAL LOVE POEMS del coreografo spagnolo THOMAS NOONE; SWANS_CIGNI di EMANUELE SOAVI, da anni attivo in Germania presso prestigiose compagnie. I tre lavori, tutti all’insegna del contemporaneo, sono interpretati dai danzatori della MMCDC, realtà di eccellenza della danza italiana, con una consolidata attività di spettacoli su tutto il territorio nazionale.

Le coreografie della serata, pur nella diversità stilistica dei tre autori, sono unite dal comune denominatore di una spiccata musicalità e sono caratterizzate da una forte implicazione tanto interpretativa quanto tecnica, che metterà in luce la versatilità e la bravura dei danzatori della compagnia. Da un brano all’altro, la danza diventerà tutt’uno con la musica, sposandone la ricchezza compositiva grazie a coreografie che privilegiano il movimento, la plasticità, ma anche l’importanza del singolo gesto.

Michele Merola, direttore artistico della compagnia, a proposito del nuovo debutto ha dichiarato: Ho scelto di proporre questo trittico come nuova produzione di MMCDC per offrire al pubblico la possibilità di assistere nella stessa serata alle coreografie di tre autori che rappresentano stilisticamente diverse visioni della danza contemporanea dei nostri tempi, e di cui ho grande stima. Con il trittico “Love Poems” per la prima volta non figura all’interno della serata una mia creazione, scelta che ho fatto per rimarcare la linea che ispira da anni la mia direzione, di rendere la compagnia non unicamente d’autore, ma di farla divenire un contenitore dove le diverse voci della danza contemporanea possano trovare casa. Esperienza sicuramente più complessa, ma penso utile e importante per il panorama delle compagnie del nostro paese.”

Mauro Bigonzetti ha commentato: La conoscenza e l’amicizia che mi lega a Michele da venticinque anni, oltre alla profonda stima artistica nei suoi confronti, mi ha spinto a cedere alla MMCDC “DUETTO INOFFENSIVO”; inoltre questa è una splendida opportunità di rivedere questo pezzo in Italia dopo più di 10 anni. Lavorare con i danzatori della MMCDC è stato molto interessante e stimolante: sono danzatori giovani, belli e curiosi, che rimandano una grande energia e voglia di lavorare.

Crudo e dinamico, Brutal Love Poems di Thomas Noone esplora il lato “selvaggio” che nascondiamo dentro di noi e che si rivela solo nei momenti più intimi. In qualche modo questa rivelazione, del nostro essere più primordiale, terribile e brutale, si manifesta forse sempre e solo davanti chi è più vicino a noi, alla persona che amiamo.

Un’opera volutamente non narrativa, in cui la risonanza dei movimenti echeggia e si combina per formare un tutto, cercando di intrattenere, provocare e sedurre, come afferma lo stesso autore: Love Poems è un’opera astratta, non narrativa, senza il tentativo di raccontare una storia e dove non ci sono personaggi concreti. Quando ho spiegato questo ad un amico ho usato l’analogia del tentativo di scrivere una poesia piuttosto che un racconto: la risonanza dei movimenti nell’occhio degli spettatori contribuisce a tutto il senso, proprio come il peso, il suono e il posizionamento delle parole in una poesia potrebbe trasmettere sensazioni oltre il loro semplice significato.

Swans di Emanuele Soavi è un lavoro che, pur ispirandosi alla versione romantica del balletto di P.I. Ciaikovskij, vuole essere a sua volta libero da ogni suo tratto narrativo, mettendo volutamente al centro della ricerca coreografica temi universali come l’integrazione, la diversità, la trasformazione, l’accettazione della propria natura e la comprensione dell’altro. In questa rilettura astratta, la figura dei cigni è mutevole e in continua trasformazione. Una trasformazione che, catturata nella sua intimità, mantiene, come nella tradizione del balletto, l’atto di riprodurre e rendere in maniera di performance la capacità degli interpreti di essere sia uccelli che esseri umani.

I cigni sono ritratti come esseri androgini: sono i corpi davanti a noi che diventano i protagonisti. Corpi che si dispiegano, che agiscono, che si danno, sinuosi e contorti, plastici e fragili, sottilmente discreti e delicati. Ognuno di questi esseri cerca di convivere, di accettarsi, di unirsi in “stormo”, ma è anche proteso a raccontarci la propria storia individuale, ad accettare il fatto di essere diverso dagli altri, a svelarci universi segreti e a voler credere in sogni da raggiungere in un prossimo futuro. Ognuno di loro ha ragioni, un vivere e sentire la vita, comunque degni di rispetto, qualunque sia la sua natura.

Tra utopia e realtà, poesia e razionalità, i protagonisti si confrontano dunque con alcuni dei temi portanti del nostro tempo. E la scrittura coreografica trasmette una precisa visione, piena di speranza: vedere nel diverso una possibilità di arricchimento, non una minaccia, vedere nella tolleranza e nel rispetto una via da percorrere, vedere nel confronto, nell’accettazione degli altri e nell’integrazione in una nuova dimensione di vita, al passo con la vera natura dell’uomo.

Emanuele Soavi spiega: Il momento della trasformazione, la transizione indefinita di un corpo che diventa un altro, le tracce che questo lascia nello spazio: questi sono alcuni dei motivi ispiratori di questa nuova coreografia SWANS_CIGNI. Con questa creazione, omaggio al balletto classico per eccellenza Il lago dei cigni, sono alla scoperta del mito, per ricreare un atto bianco-nero, per cercare come in ognuno di noi ci sia un lato chiaro e uno oscuro. Conscio e inconscio. Non un buono e un cattivo, non un essere maschile o femminile, ma il senso di apparire, sparire, di essere inafferrabili e capaci di trasformarci da un essere all’altro.

ORARI & INFO

Sabato 1 febbraio 2020, ore 21:00

Teatro Asioli

Corso Camillo Benso Conte di Cavour 9, Correggio (RE)

www.teatroasioli.it

www.michelemerola.it

"Love Poems" - Swans - Foto Nicola Stasi
MM Contemporary Dance Company
“Swans” – Coreografie Emanuele Soavi
Photo Credits: Nicola Stasi

Lorena Coppola

www.giornaledelladanza.com

Photo Credits: Nicola Stasi

Check Also

Carolyn Carlson poesia e danza – parole sentite e appassionate [VIDEO]

Un video della grande artista americana, figura tra le più rappresentative della danza contemporanea, in ...

Digital Open Week dell’Accademia Teatro alla Scala da lunedì 25 a giovedì 28 maggio 2020

Martina Arduino, Jacopo Tissi, Frédéric Olivieri, Peter Maniura, Luciano Romano, Eliane Arditi, Amelia Colombini, Nelson ...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. E maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Puoi consultare per maggiore informazione l'apposita pagina sulla nostra Privacy Policy

Chiudi