Find the latest bookmaker offers available across all uk gambling sites www.bets.zone Read the reviews and compare sites to quickly discover the perfect account for you.
Home / Attualità / Biennale College Danza diretta da Wayne McGregor: tutti i danzatori e coreografi selezionati

Biennale College Danza diretta da Wayne McGregor: tutti i danzatori e coreografi selezionati

Inizia lunedì 8 maggio, la terza edizione di Biennale College Danza diretta da Wayne McGregor. 16 i danzatori e 2 i coreografi – selezionati fra 244 candidature provenienti da 39 Paesi – che saranno impegnati in una residenza di tre mesi al termine della quale debutteranno al 17. Festival Internazionale di Danza Contemporanea della Biennale di Venezia (13 > 29 luglio).

Per i danzatori, tutti tra i 19 e i 27 anni d’età, sono stati selezionati: Anastasia Crastolla, Giuseppe Iodice, Francesco Giammattei, Giorgio Lombardo, Nicolò Zanotti dall’Italia; Amanda Peetv, Emilio Wettlaufer, Kehari Hutchinson dagli Stati Uniti; Fernando Pérez dal Messico; Isabella Di Liello dal Canada; Daiana Mankovska e Daria Hordiichuk dall’Ucraina; Kayla Gabrielle Aguilar dalle Filippine; Jo-Chen Chang da Taiwan; Yume Takojima dal Giappone; Dipesh Verma dall’India.

Per i coreografi, i selezionati sono: l’australiano Scott Elstermann, classe 1994, e Hai-Wen Hsu, nata a Taipei (Taiwan).

A partire da lunedì 8 maggio danzatori e coreografi saranno impegnati in 12 settimane intensive di lezioni, workshop, masterclass e prove che culmineranno nella presentazione al 17. Festival Internazionale di Danza Contemporanea di opere di repertorio e nuove creazioni. Da una parte l’importanza della trasmissione tra maestro e allievo e dall’altra la sollecitazione del talento inventivo, per cui Biennale College fornisce non solo il supporto produttivo, ma anche strumenti, modi e tempi per la realizzazione.

All’interno del Festival verranno dunque presentati:

– Il riallestimento delle Dance Constructions, in collaborazione con il Museum of Modern Art di New York (MOMA), opera seminale di Simone Forti, Leone d’oro alla carriera 2023.

Le Dance Constructions saranno parte integrante della mostra retrospettiva intitolata alla grande artista del movimento e che la Biennale Danza porta a Venezia in collaborazione con il Museum of Contemporary Art di Los Angeles (MOCA). La storica serie di performance di Simone Forti, sintesi perfetta di quella ricerca sul movimento che fin dagli esordi caratterizza la pratica dell’artista italo-americana, sarà replicata lungo tutto l’arco della Biennale Danza (13 > 29 luglio) nelle stesse Sale d’Armi destinate alla mostra per e con i danzatori di Biennale College sotto la guida di Sarah Vox Swenson.

– Il riallestimento di un must del repertorio contemporaneo a firma di William Forsythe, Duo, nella versione extended. Lavoro del 1996 in cui Forsythe seziona e riscrive i principi del pas de deux impostandolo completamente sul respiro, Duo sarà riallestito da Riley Watts e Brigel Gjoka, ex danzatori forsythiani che ne avevano già fatto la versione del 2015 e del 2019, adesso estesa a tutta la compagine dei danzatori di Biennale College. Il lavoro debutterà il 28 e 29 luglio al Teatro Piccolo Arsenale.

– Una nuova creazione commissionata dalla Biennale a Xie Xin, figura chiave della coreografia contemporanea, che ha conquistato le platee di tutto il mondo con la sua danza fluida e impalpabile. La nuova creazione verrà presentata in combinazione con Duo il 28 e 29 luglio al Teatro Piccolo Arsenale.

– Due nuove creazioni dei coreografi selezionati, Scott Elstermann e Hai-Wen Hsu, che lavoreranno alle loro rispettive opere con i giovani danzatori di Biennale College. Le nuove coreografie debutteranno sul palcoscenico del Festival il 25 e 26 luglio.

Mentori di Biennale College Danza 2023 saranno oltre al direttore Wayne McGregor: Sarah Vox Stevenson, coreografa, danzatrice e specialista nel lavoro di Simone Forti; Brigel Gjoka e Riley Watts, ex danzatori della compagnia di William Forsythe; Xie Xin, direttore della Xie Xin Dance Company.

In aggiunta al già ricco percorso di formazione, danzatori e coreografi avranno modo, durante il Festival, di partecipare a mini-residenze con gli artisti ospiti e assistere a tutti gli spettacoli e gli appuntamenti in programma.

Sara Zuccari

Check Also

I benefici della danza classica per bambini (e non solo): concentrazione, memoria e realizzazione di sé

Molti pensano che la danza, classica e non, sia una semplice forma di svago, un ...

“Le Petit Jane Austen Ball” nella barocca Eichstätt

Dopo che i tuoni della rivoluzione passarono in secondo piano e Napoleone pose il suo ...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. E maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Puoi consultare per maggiore informazione l'apposita pagina sulla nostra Privacy Policy

Chiudi