Find the latest bookmaker offers available across all uk gambling sites www.bets.zone Read the reviews and compare sites to quickly discover the perfect account for you.
Home / News / Curiosità

Curiosità

A Milano una scuola primaria intitolata a Carla Fracci

A Milano sorgerà una scuola primaria che verrà intitolata a Carla Fracci, storica ballerina milanese morta lo scorso 27 maggio a 85 anni. La Giunta comunale, dunque, ha detto sì alla richiesta dell’istituto di via Anselmo da Baggio di cambiare nome; una scuola non qualsiasi, visto che si tratta di una struttura che sta avviando una sperimentazione su musica e danza.  La giunta comunale ha detto sì, la primaria “Carlo Zima e Anita Garibaldi” di via Anselmo da Baggio, che fa parte dell’Istituto Comprensivo Statale “Primo Levi’’, in futuro potrebbe diventare ‘’Scuola primaria Carla Fracci’’. Rimane l’unico dubbio sul quando, viste le regole attualmente in vigore. Certo, si può sempre prevedere una deroga, oltretutto se si parla di una scuola, come questa, che sta portando avanti questo percorso di sperimentazione con musica e danza.  L’ex scuola “Carlo Zima e Anita Garibaldi” è la prima in Italia intitolata alla stella della danza scomparsa il 27 maggio 2021. I bambini seguono corsi con le ballerine del liceo Tito Livio. E presto il progetto si estenderà alle medie. Sara Zuccari

Read More »

Giornata Internazionale della Danza: storia, quando nasce e perché si festeggia

Il 29 aprile si festeggia in tutto il mondo la Giornata Internazionale della Danza promossa dall’ International Dance Council dell’UNESCO. Una giornata di festa che accomuna tutti i paesi del mondo.La commemorazione è istituita nel 1982 dal Comitato Internazionale della Danza – C.I.D. dell’Istituto Internazionale del Teatro (ITI-UNESCO). La data commemora la nascita di Jean–Gerges Noverre (1727–1810), che fu il più grande coreografo della sua epoca, il creatore del balletto moderno. L’intenzione del messaggio della Giornata internazionale della danza è celebrare la danza, godere dell’universalità di questa forma d’arte, attraversare tutte le barriere politiche, culturali ed etniche e riunire le persone con un linguaggio comune: la danza. Ogni anno il messaggio di un coreografo o ballerino eccezionale viene fatto circolare in tutto il mondo. L’autore del messaggio è selezionato dall’International Dance Committee di ITI e dall’Executive Council di ITI. Il messaggio è tradotto in numerose lingue e diffuso a livello globale. Jean-Georges Noverre (29 aprile 1727 – 19 ottobre 1810). Il 29 aprile è la Giornata Internazionale della Danza, una festa che celebra la creatività, la libertà espressiva, l’ingegno della danza, dedicandola all’artefice della riforma del balletto francese: Jean-Georges Noverre (29 aprile 1727 – 19 ottobre 1810). Noverre viene generalmente ricordato per i successi raccolti nei maggiori teatri europei e per Lettres sur la danse et sur ...

Read More »

Tempo di nomine: Lauren Lovette e Ja’ Malik

Lauren Lovette  La Paul Taylor Dance Company ha annunciato la nomina dell’ex preside del New York City Ballet Lauren Lovette come suo primo coreografo residente. La posizione quinquennale, con effetto immediato, è iniziata con la prima mondiale di Lovette per la compagnia al City Center Dance Festival il 24 marzo. Ja’ Malik Il Madison Ballet del Wisconsin ha annunciato che il coreografo Ja’ Malik diventerà il prossimo direttore artistico della compagnia, a partire da questo luglio. Ja’ Malik, che ha anche fondato la compagnia di Harlem Ballet Boy Productions nel 2018, presenterà in anteprima il Concerto per chitarra nel programma Turning Pointe del Madison Ballet dal 25 marzo al 3 aprile.  Redazione

Read More »

Le marionette di Colla in scena con Lo Schiaccianoci

Dal 5 al 27 febbraio 2022 va in scena presso l’Atelier Carlo Colla & Figli di Milano la nuova produzione della Compagnia Marionettistica Carlo Colla & Figli: Lo Schiaccianoci, uno dei balletti più rappresentati della storia della danza, nella versione marionettistica, offre la possibilità allo spettatore di assaporare la magia della notte di Natale. Milano –Partendo dalla base del balletto di Pëtr Il’ič Čajkovskij, dalla fonte letteraria di Alexandre Dumas e ancor più dal racconto di Ernst Theodor Amadeus Hoffman Lo Schiaccianoci e il Re dei Topi, lo spettacolo si ispira alla concezione ballettistica di Jean Georges Noverre, utilizzando la forma della pantomima, del gesto e dell’azione coreografica come linguaggio narrativo ed espressivo. Milano – Lo spettatore è accompagnato da una serie di didascalie recitate che aiutano a sottolineare i momenti drammaturgici dell’azione restituendo il sapore del racconto e delle storie sussurrate dai genitori prima di addormentarsi. Il tepore della casa, la gioia dei giochi e dei balocchi, i sogni e gli incubi notturni oltre alla meraviglia di un viaggio fantastico costituiscono la cornice nella quale le marionette e il teatro di figura, possono esaltare tutte le loro doti e le loro potenzialità, in un caleidoscopio di visioni che vanno a toccare le sensazioni più recondite che tutti portano con sé dai ricordi ...

Read More »

DanzaInFiera 2022 dal 25-27 febbraio, Fortezza da Basso Firenze

Dopo un anno di fermo dovuto alle restrizioni su tutto il comparto fieristico, si torna a danzare e a parlare di danza con Danzainfiera, il più grande e storico evento internazionale di riferimento per il settore. Sul sito ufficiale di DanzaInFiera 2022 è presente la nuova data: 24-27 febbraio 2022, Fortezza da Basso Firenze. L’obiettivo finale resta quello di favorire i rapporti umani – ribadiscono gli organizzatori – Le fiere che ci sono state hanno dimostrato di essere un’iniezione di fiducia per il settore, un compendio di visione, innovazione e strategia. Partecipare offre l’opportunità di vedere e toccare con mano cosa offre il mercato, scoprire le novità e prendere decisioni future in base ai dati che emergono dalla manifestazione. Le aziende sono pronte. E insieme all’area espositiva tornano a vivere anche i luoghi fisici delle emozioni: palchi, aule, piste, camerini e “dietro le quinte”, dove batte il cuore di chi danza, con un programma non convenzionale, ricco di lezioni, audizioni con le migliori accademie internazionali, competizioni, eventi coreografici e incontri con le stelle del palcoscenico. Redazione

Read More »

I Tony Awards 2021 si svolgeranno il 26 settembre al Winter Garden Theatre

E’ ufficiale: i Tony Awards 2021 saliranno sul  palcoscenico. L’evento si terrà il 26 settembre alle 19:00 per onorare il meglio della stagione di Broadway 2019-2020, interrotta dalla pandemia di COVID-19. Lo spettacolo di premiazione si terrà al Winter Garden Theatre, dove “The Music Man” dovrebbe iniziare le esibizioni a dicembre, a Manhattan. Dopo i premi, la CBS trasmetterà “Broadway’s Back!” un concerto dal vivo che celebra il tanto atteso ritorno di Broadway. Oltre alle esibizioni delle star di Broadway e dei tre attuali contendenti per il miglior musical (“Jagged Little Pill”, “Moulin Rouge!” e “Tina: The Tina Turner Musical”), il concerto in prima serata sarà caratterizzato dalla presentazione delle ultime tre categorie della serata: Best Play, Best Revival di una commedia e Miglior Musical. I Tonys sono stati rinviati lo scorso giugno a causa dell’arresto del COVID-19.  

Read More »

Mikhail Baryshnikov e Jan Fabre a Venezia per la Biennale Danza

Un corpo iconico per ragionare su che cosa sia un corpo e, di conseguenza, che cosa siamo e in che modo esistiamo noi. L’artista belga  ha portato a Venezia, per la Biennale Danza, la propria installazione filmica “Not Once”, interpretata dal leggendario ballerino Mikhail Baryshnikov, la cui immagine viene manipolata, duplicata, sezionata, utilizzata per creare la drammaturgia del racconto, in una parola viene usata. Il lavoro di Fabre è potente e l’interpretazione di Baryshnikov ne è il motore centrale, tutto teso a essere qualcosa, a performare qualcosa che però, in fondo, sembra essere alla fine, come ha detto l’artista, solo la consapevolezza che il nostro corpo esiste esclusivamente nel modo in cui altri lo guardano. E senza l’occhio esterno non rimane nulla, solo una maschera che pian piano il tempo sgretola, nonostante il racconto, inesausto, che da quel corpo continua ad arrivare allo spettatore. Come se la voce venisse dallo spazio profondo, da un cosmonauta disperso tra le stelle. Stelle che però si rivelano essere molto più vicine, si rivelano appartenere al nostro stesso mondo. Perché la distanza parte da dentro di noi. Da alcuni bisogni fondamentali. Così, in quella disperata ricerca della fotografa, della sua creatrice, il modello-uomo esprime ...

Read More »

5 buoni motivi per studiare la danza per il corpo e la mente

Danza, arte e teatro sono spesso considerati materie di ‘serie B’ negli istituti scolastici, quando invece dovrebbe vedere riconosciuto lo stesso status di discipline come scienze, matematica e lingua straniera, in quanto contribuiscono all’educazione del bambino nella sua interezza, fisica ed emozionale, per le ragioni che vediamo nel seguito. Migliora la memoria – In ogni classe di danza si imparano dei passi nuovi, anche delle semplici sequenze alla sbarra che aiutano a stimolare la nostra memoria. E’ un validissimo esercizio per la mente che piano piano troverà sempre più facile memorizzare anche sequenze più lunghe. Diminuisce lo stress – La musica che guida la lezione, lo stretching prima e dopo gli esercizi sono tutti elementi che aiutano il corpo a liberarsi dello stress accumulato. Ecco perché sempre più aziende, soprattutto all’estero, offrono ai dipendenti la possibilità di seguire delle classi di danza. Corregge la postura – Chi lavora in ufficio sa bene quando la nostra schiena assomigli più a una S a fine giornata che a un dorso sano. La danza, fatta con la dovuta attenzione, ci aiuta a distenderla, a tenerla dritta e a creare spazio fra una vertebra e l’altra evitando facili schiacciamenti. Rende flessibili i muscoli – Studiare danza classica permette di riacquistare una buona flessibilità muscolare e consente ...

Read More »

Insieme in un Happening a Spoleto il 22 luglio: i giovani il nostro futuro!

Il giorno 22 Luglio alle ore 17 ci sarà a Spoleto un Happening di Danzatori, evento organizzato in occasione della Settimana Internazionale della Danza 2021, Concorso Internazionale di Danza di Spoleto,  rappresentanti del settore Danza tra cui Maestri di chiara fama, Insegnanti di scuole private, Coreografi, Critici e Giornalisti, uniti alle giovani promesse. L’Happening organizzato ed ideato da Federica Boncompagni e Giada Primiano, danzatrici ed insegnanti di danza con la preziosa presenza di Sara Zuccari, critico di Danza e Direttore del Giornale della Danza. Tutti insieme per un unico importante scopo: Restituire il giusto valore alla Danza e riportare l’ attenzione sulla stessa sensibilizzando il paese sulla fondamentale necessità che questa disciplina rappresenta soprattutto per moltissimi giovani. La danza è universale, è’ disciplina, è educativa ed insegna il rispetto verso se stessi e gli altri. La danza è insita nell’ uomo e da questo non può prescindere. La danza è passione, è cultura, è Arte. La danza è Arte! In una società oggi, prettamente individualista , la percezione del fare e del vivere l’ Arte è cambiata, ma ci sono persone che sentono il bisogno di fare arte per una crescita personale, altre per dare voce a potenzialità espressive profonde ...

Read More »

Eileen Kramer 106 anni in movimento: il potere della danza!

L’età è soltanto un numero e Eileen Kramer lo sa bene: a 106 anni, un’energia inesauribile e un’agenda piena di impegni, la danzatrice australiana ha fatto dell’attività il segreto per vivere bene. Nelle sue giornate non sembra esserci spazio per il riposo: si divide tra i racconti che scrive giornalmente dalla struttura che la ospita, gli allenamenti e il lavoro sul libro che ha intenzione di pubblicare entro la fine dell’anno con la casa editrice di cui è proprietaria. Il segreto di Eileen? Non fermarsi mai Dal posare come modella di nudo degli artisti parigini a diventare la partecipante più anziana del più prestigioso premio d’arte in Australia, l’Archibald Prize, la vita di Kramer si è sempre mossa su due direttrici parallele: l’amore incondizionato per la creatività e il rifiuto di conformarsi a quello che la società imponeva come l’unico modello da seguire. Nata a Sydney, ha studiato come ballerina e, per più di 10 anni, ha girato l’Australia con il Bodenwieser Ballet. Un lavoro che l’ha portata anche a percorrere il mondo in lungo e in largo, a spostarsi fino in India, a vivere tra Parigi e New York, per poi ritornare nuovamente a casa all’età di 99 anni. «Lavorare in una compagnia non ...

Read More »

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. E maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Puoi consultare per maggiore informazione l'apposita pagina sulla nostra Privacy Policy

Chiudi