Find the latest bookmaker offers available across all uk gambling sites www.bets.zone Read the reviews and compare sites to quickly discover the perfect account for you.
Home / Attualità / Danza e sviluppo cognitivo-comportamentale infantile

Danza e sviluppo cognitivo-comportamentale infantile

Nello sviluppo psicofisico ed educativo dei bambini, l’attività artistica gioca un ruolo più importante di quanto si pensi. Da un lato, stimola l’apprendimento di altre materie, come la lettura o la matematica, dall’altro, favorisce la maturazione delle capacità motorie, dell’interazione sociale, della comunicazione non verbale e della percezione, il processo attraverso il quale riconosciamo, organizziamo e diamo un significato alle sensazioni che derivano dagli stimoli ambientali. La prima infanzia è il periodo ideale per apprendere le diverse discipline artistiche, perché questa fase della vita coincide con una maggiore capacità di assorbire nozioni e sviluppare competenze.

In particolare attraverso la danza e l’espressione corporea, i bambini esternano pensieri, sentimenti e sogni, e trovano un prezioso mezzo comunicativo con gli adulti e i coetanei, e un forte stimolo della loro intelligenza emotiva, che consiste nella capacità di riconoscere, comprendere e conseguentemente gestire le emozioni proprie e altrui.

I bambini imparano a interpretare il mondo che li circonda, a trovare la loro posizione all’interno della società e a sviluppare la capacità di multitasking positivo, conseguenza inevitabile del contesto sociale e culturale attuale. La ripetizione dei passi aumenta la prontezza mentale, l’apprendimento dei movimenti e gesti del corpo aiuta i bambini ad assorbire più efficacemente le idee e migliora la loro capacità di conservare le informazioni.

Oltre agli ovvi benefici della danza in termini di riduzione dell’obesità, di aumento della forza e resistenza muscolare, di agilità e consapevolezza spaziale, la danza favorisce lo sviluppo cognitivo, uditivo, sensoriale e motorio, e permette ai bambini di conoscersi meglio e di convivere con gli altri in maniera efficace.

I piccoli trascorrono meno tempo davanti allo schermo di un computer, il loro pensiero creativo viene significativamente stimolato e rimane più spazio per il confronto/incontro con i coetanei. Nella sala di danza, infatti, si creano legami profondi che resteranno negli anni e arricchiranno i bambini, grazie alle esperienze emotive che vivranno e condivideranno.

Proprio grazie al grande numero di benefici che offre, la danza può quindi anche essere utilizzata con successo come terapia in varie forme di disabilità, migliorando l’orientamento spaziale e la coordinazione motoria, e la capacità di manifestare positivamente i vissuti emotivi dolorosi, superando di conseguenza fobie e paure frustranti.

Promuovere la danza e l’arte fin dall’infanzia significa quindi fornire strategie per incanalare le diverse forme di espressione emotiva dei bambini che imparano a esplorare e a esprimersi liberamente, ad acquisire fiducia negli adulti e in se stessi, e a comprendere l’importanza della disciplina e del rispetto.

Stefania Napoli
www.giornaledelladanza.com

Check Also

Chicche di Danza – Valentino Zucchetti un italiano a Londra: tra performance e coreografia

Il Royal Opera House il 13 novembre 2020  ha deciso,  di trasmettere sulla piattaforma online ...

A riveder le stelle: il programma della prima Teatro alla Scala

Un secolo di musica e di cultura italiana ed europea: la sera del 7 dicembre ...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. E maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Puoi consultare per maggiore informazione l'apposita pagina sulla nostra Privacy Policy

Chiudi