Find the latest bookmaker offers available across all uk gambling sites www.bets.zone Read the reviews and compare sites to quickly discover the perfect account for you.
Home / Attualità / Giuseppe Picone protagonista della sigla d’apertura del Concerto di Capodanno

Giuseppe Picone protagonista della sigla d’apertura del Concerto di Capodanno

 

Giuseppe Picone sarà protagonista della sigla d’apertura del Concerto di Capodanno che si svolgerà al Teatro La Fenice di Venezia,  coprodotto dalla Fondazione Teatro La Fenice di Venezia e da Rai Uno, RaiTrade e Arte e trasmesso in diretta su Rai Uno, domenica 1 gennaio 2012 alle ore 11:15. L’étoile internazionale si esibirà su coreografie di Mvula Sungani, che firmerà anche le coreografie di chiusura del Concerto per il Corpo di Ballo del Teatro alla Scala.

In contemporanea si svolgerà, come di consueto da lunghissima tradizione, il celeberrimo Concerto di Capodanno di Vienna, le cui coreografie saranno invece firmate dal coreografo milanese Davide Bombana, con le musiche della famiglia Strauss eseguite dai Wiener Philarmoniker, che la rete televisiva austriaca ORF trasmetterà in diretta, in mondovisione, il giorno 1 gennaio 2012, a partire dalle ore 11:15, e fino alle ore 13:00. In Italia il Concerto sarà trasmesso in differita su Rai 2, dalle ore 13:50.

I tre pezzi che Bombana firmerà – per incarico conferitogli personalmente da Manuel Legris, già danseur étoile all’Opéra di Parigi, oggi direttore del Balletto dell’Opera di Stato di Vienna – per le nove coppie di ballerini (18 in tutto), della brillante compagnia austriaca sono, nell’ordine di apparizione: Freut euch des Lebens,  walzer di Johann Strauss figlio; Brennende Liebe, una polka di Joseph Strauss, realizzata in omaggio al 150° anniversario della nascita di Gustav Klimt e dedicata al famoso quadro Il bacio (esposto, assieme ad altri capolavori di Klimt, nel Museo Belvedere); Sul bel Danubio blu, di Johann Strauss figlio. Le parti danzate saranno riprese dal vivo, il giorno del concerto, nel raffinatissimo Palazzo-Museo del Belvedere, a Vienna, ultimato nel 1717, residenza privata del principe Eugenio di Savoia.

Giuseppe Picone inizia i suoi studi alla Scuola di Ballo del Teatro San Carlo di Napoli; a dodici anni è scelto da Beppe Menegatti per interpretare il ruolo del giovane Nijinskij nell’omonimo balletto accanto a Carla Fracci e Vladimir Vasiliev. Continua gli studi presso l’Accademia Nazionale di Danza di Roma, vincendo i concorsi di Rieti e Positano. A soli sedici anni è invitato da Pierre Lacotte al Ballet National de Nancy. Nel 1993 entra a far parte dell’English National Ballett di Londra, successivamente ha lavorato presso l’American Ballet Theatre. Artista a 360 gradi interpreta i più importanti ruoli del repertorio classico così come coreografie di stile neoclassico e contemporaneo, lavorando con coreografi quali George Balanchine, Roland Petit, Jirˇi Kylian, Mark Morris, John Neumaier, Twyla Tharp, William Forsythe, Mauro Bigonzetti, Luciano Cannito, Michele Merola. Danza come ospite con numerose celebri compagnie di danza, tra cui il Metropolitan di New York, il Royal Ballet di Londra, la Staatsoper di Vienna, l’Het National Ballet di Amsterdam, il Los Angeles Dance Theatre, il Boston Ballet, il Ballet National di Bordeaux, il Bucarest National Opera Ballet, il Ballet Nacional di Cuba, il Ljubljana National Ballet, il Teatro dell’Opera di Roma, il Teatro San Carlo di Napoli, l’Arena di Verona, il Teatro Massimo di Palermo. Ha preso inoltre parte al Gran Gala tenutosi al Bol’šoj di Mosca per celebrare la carriera di Vladimir Vassiliev e Ekaterina Maximova e per il suo talento ha ricevuto numerosi premi e riconoscimenti nazionali ed internazionali.

Davide Bombana compie gli studi presso l’Accademia del Teatro alla Scala, dove si diploma nel 1977. Nella compagnia del Teatro alla Scala debutta nell’omonimo teatro lo stesso anno, nel ruolo principale de L’Uccello di Fuoco, di Béjart. Seguono ruoli principali in balletti di Roland Petit, Glen Tetley, Rudolf Nureyev e Jerome Robbins. Nominato primo ballerino nel 1980, lascia la compagnia l’anno dopo per approfondire le proprie esperienze e danza in seguito presso il Pennsylvany Ballet, lo Scottish Ballet, il London Festival Ballet e il Bayerische Staatsballett di Monaco di Baviera. In quest’ultimo teatro Bombana inizia la propria attività di coreografo per la quale riceve numerosi riconoscimenti ed è premiato come miglior coreografo italiano all’estero. Lavora come coreografo ospite con l’Opéra di Parigi, il National Ballet of Canada, il Grand Ballet de Génève, l’Opera di Stato di Vienna, il Queensland Ballet, il Bayerische Staassballett, il Ballet du Capitole de Toulouse e tante altre compagnie.

Un Capodanno all’insegna dei talenti italiani!

 

Lorena Coppola

Foto di Alessio Buccafusca e Antonio Agostini

Check Also

Luciana Savignano

Luciana Savignano la stella della danza italiana dai tratti orientali

L’étoile di fama mondiale e bellezza particolarissima. Luciana Savignano è la musa che ha ammaliato ...

L’icona della danza contemporanea Carolyn Carlson entra all’Académie des Beaux-Arts

L’artista franco-americano ha reso popolare la danza contemporanea in Francia e in Europa, diventando un’icona. ...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. E maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Puoi consultare per maggiore informazione l'apposita pagina sulla nostra Privacy Policy

Chiudi