Find the latest bookmaker offers available across all uk gambling sites www.bets.zone Read the reviews and compare sites to quickly discover the perfect account for you.
Home / Attualità / Roberto Bolle a Positano danza nell’arcipelago di Nureyev

Roberto Bolle a Positano danza nell’arcipelago di Nureyev

L’armonia, la bellezza, l’eleganza e la natura. Roberto Bolle, in vacanza a Positano, è ritratto nell’arcipelago delle Sirene, Li Galli, nell’isolotto che fu della leggenda della danza Rudolph Nurejev. Lo scatto, di una raffinatezza unica, che ha raggiunto ben 40 mila like, è stato condiviso sul profilo Instagram del ballerino italiano. Bolle è il primo artista mondiale ad essere contemporaneamente Étoile della Scala di Milano e principal dancer dell’American Ballet Theatre di Milano.

Roberto Bolle sull’isola Li Galli incanta nei luoghi tanto cari a Nureyev.

La foto di Roberto Bolle nelle isole delle Sirene, che hanno incantato Ulisse, è simbolo di bellezza e di magia. L’isola, che è stata di Massine e Nureyev, ora è dell’imprenditore turistico di Sorrento Giovanni Russo. La bellezza di questo luogo incantato in Costiera amalfitana, tempio della Danza, fa si che proprio qui si svolga anche per il Positano Myth Festival, forse una delle più belle manifestazioni artistiche dedicate al balletto.

Li Galli ha da sempre esercitato un grande fascino nel corso delle varie epoche.

Molti personaggi famosi hanno soggiornato in questi angoli suggestivi poichè attratti dalle meraviglie incontaminate della natura dei luoghi. Tra loro, oltre a Roberto Bolle, ci sono stati anche tanti altri protagonisti del mondo della danza. Basti pensare che nel 1924 il coreografo e ballerino russo Léonide Massine acquistò l’arcipelago, facendo costruire su quelle rovine una magnifica villa alla cui realizzazione contribuì l’architetto Le Corbusier. La proprietà passò poi ad un altro ballerino russo: il celeberrimo Rudolf Nureyev, che l’acquistò nel 1989 e ne fece il suo rifugio prediletto per ben 26 anni. Dopo la morte di quest’ultimo, avvenuta nel 1993, l’arcipelago è stato ceduto a terzi.

Ora Bolle fa riviere l’atmosfera e la magia di quei luoghi paradisiaci che hanno incantato molte star e suoi colleghi in passato.

Positano richiama i più grandi artisti della danza sin dagli anni Venti del secolo scorso.

Proprio in quegli anni infatti si stabilì un collaboratore di Diaghilev, ospitandovi in seguito Lifar, Bakst, Nijinsky, Stravinsky, oltre a personaggi del mondo artistico come Picasso e Cocteau. Il 2 agosto 1969, nasce proprio in questo qui il Premio Positano. Dieci anni dopo la prima edizione, alla morte di Léonide Massine, il premio viene intitolato alla sua memoria. La manifestazione ha una lunga tradizione, che ha visto negli anni premiati illustri personalità quali: Margot Fonteyn, Rudolf Nureyev, Gianni Versace, Maurice Béjart, Vladimir Vasiliev, Ekaterina Maximova, Natalia Makarova, Carla Fracci, Luciana Savignano, Elisabetta Terabust, Alessandra Ferri, Eleonora Abbagnato, Manuel Legris, Roberto Bolle, Alicia Alonso, Uliana Lopatkina, Ivan Vassiliev, Natalia Osipova, Yuri Grigorovich, Mats Ek, Ana Laguna, Lutz Förster, Vladimir Vassiliev. 

 

Elena Parmegiani

www.giornaledelladanza.com 

 

Check Also

Otto strategie per affrontare la paura del palcoscenico

Indipendentemente dallo stile e dal livello di danza praticati, l’esibizione sul palcoscenico genera sempre una ...

Dal Bacino del Mediterraneo alla Via della Seta: al via la 34ma edizione di MilanOltre

Nonostante tutte le difficoltà del momento che stiamo vivendo, la danza sta ripartendo. E con ...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. E maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Puoi consultare per maggiore informazione l'apposita pagina sulla nostra Privacy Policy

Chiudi