Find the latest bookmaker offers available across all uk gambling sites www.bets.zone Read the reviews and compare sites to quickly discover the perfect account for you.
Home / Attualità / Semplicità, libertà e sincerità del gesto: l’essenza della danza

Semplicità, libertà e sincerità del gesto: l’essenza della danza

La danza è vera. La danza è semplice. La danza è sincera. La danza è generosa.

Questi assiomi sono stati i temi centrali delle otto ore di workshop di teatro danzaIl gesto di Lindsay Kemp’, proposto da Daniela Maccari e ospitato nei giorni scorsi da Gabriella Furlan Malvezzi, direttrice della scuola Padova Danza di Padova.

Una splendida artista, Daniela Maccari, generosa, accogliente, solare e motivante, che divulga l’eredità artistica trasmessa dal suo Maestro e partner lavorativo, notissimo coreografo, attore, ballerino, mimo e regista britannico scomparso nel 2018, l’immortale Lindsay Kemp.

Durante il workshop, intenso e stimolante, Maccari estrapola ai danzatori il coraggio di sentirsi ridicoli, come momento di sfida da cui trarre una forza da portarsi al di fuori della sala danza.

La coreografa spinge gli allievi a trovare, vedere, riconoscere ed esporre la ‘parte brutta’ che c’è in ognuno di noi e di tradurla in movimenti ‘brutti’, posizioni e posture ‘brutte’, per poi tornare alle linee bellissime e armoniose di cui la danza è fatta e si nutre.

Daniela Maccari stimola la gioia di danzare, al di là della tecnica e delle doti di ogni danzatore, attinge al senso vero della danza, ossia la libertà e la generosità verso il pubblico, i maestri e i compagni di ballo.

Sì, perché la danza fa bene alla società, forgia individui più sensibili, consapevoli di sé e attenti agli altri. Mai come in questo momento abbiamo bisogno di queste doti e di artisti e insegnanti come Maccari.

Tutti i professionisti e gli educatori alla danza dovrebbero seguire i suoi workshop, imparare ad andare oltre la ‘zona di comfort’ in cui troppo spesso si confinano e bloccano i loro allievi, limitando la conoscenza di un’arte sfaccettata e complessa che non si limita alla tecnica, ma sconfina nella generosità, nel sentimento e nella condivisione.

Danzare come se fosse la prima volta, con la stessa sorpresa, curiosità e gioia. Danzare come fosse l’ultima volta, con passione, intensità e amore. Ecco cosa dovremmo fare tutti.

Stefania Napoli
Fotografia: Maurizio Maltoni
© www.giornaledelladanza.com

Check Also

“ParmaDanza 2025” in una nuova veste al Teatro Regio

Cinque gli appuntamenti di “Parma Danza 2025”: da gennaio maggio, con compagnie di danza nazionali ...

“Afanador”: Premio Godot 2024 per la migliore coreografia di danza spagnola

Il Premio Godot 2024 per la migliore coreografia di danza spagnola e flamenco è stato ...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. E maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Puoi consultare per maggiore informazione l'apposita pagina sulla nostra Privacy Policy

Chiudi