Find the latest bookmaker offers available across all uk gambling sites www.bets.zone Read the reviews and compare sites to quickly discover the perfect account for you.
Home / Tag Archives: José Carlos Martínez

Tag Archives: José Carlos Martínez

“Il Corsaro” di José Carlos Martínez debutta al Teatro Costanzi

Il prossimo 1 marzo, Il Corsaro di José Carlos Martínez debutta al Teatro dell’Opera di Roma dove sarà in scena fino a domenica 8 marzo. Gli ospiti internazionali Olesja Novikova e Leonid Sarafanov, Maia Makhateli e Kimin Kim condivideranno la scena con i talenti del Teatro. L’étoile Rebecca Bianchi, nel ruolo di Medora, sarà affiancata dal giovane Simone Agrò nel ruolo di Conrad. La solista Federica Maine sarà Medora per la recita scolastica del 4 marzo mattina. La nuova produzione coreografica veste i costumi, di corsara ispirazione, e s’innesta nella preziosa scenografia, entrambi ideati e curati nel 2008 da Francesco Zito per la Fondazione del Teatro dell’Opera di Roma.  Le luci sono di Vinicio Cheli. Il Corsaro, pur essendo stato concepito nei primi decenni dell’Ottocento, è considerato dagli studiosi uno dei grandi balletti della stagione tardo romantica. La sua genesi è molto complessa: il corpus del balletto ha attraversato un arco temporale molto esteso passando tra le mani di numerosi coreografi e compositori che hanno aggiunto, modificato e inventato. Nel 1826 a Milano e nel 1837 a Londra si affacciano sulla scena due prime versioni, rispettivamente Il Corsaro di Giovanni Galzerani e The Corsair di Ferdinand Albert, nelle quali si ...

Read More »

La danza è un cocktail: intervista ad Alessandro Riga

La danza è un cocktail: intervista ad Alessandro Riga

  Alessandro Riga è nato a Crotone. Ha intrapreso gli studi di danza classica presso la scuola “Maria Taglioni” di Crotone dove ha avuto come insegnanti: Afrodita Sarieva (prima ballerina del Teatro dell’Opera di Sofia); Zourab Labadze (ballerino e coreografo del Teatro Bolshoi di Mosca); Eliana Karin e Paulo De Oliveira (ballerini del Teatro Municipale di Rio de Janeiro). Si diploma ballerino professionista alla Scuola di danza del Teatro dell’Opera di Roma, dove entra nel giugno del 2001 e gli viene assegnata anche una borsa di studio. Nel novembre dello stesso anno, inizia una serie di spettacoli della scuola “Giovani Artisti all’Opera” in qualità di Solista in “Le Conservatoire” di August Bournonville e “Le avventure di Pinocchio” di Fabrizio Monteverde. A dicembre viene chiamato da Elisabetta Terabust ad essere primo ballerino nell’opera “Morte a Venezia”, dove interpreta il ruolo di Tadzio. Nell’agosto del 2002 riceve un’altra borsa di studio per l’Instituto Superior de Danza “Alicia Alonso” di Fuenlabrada, in Spagna. A dicembre riceve l’invito di Carla Fracci a diventare primo ballerino, nel ruolo di Ofelia, in “Amleto, principe del sogno” di Beppe Menegatti con le coreografie di Luc Bouy, insieme alla Compagnia del Teatro dell’Opera di Roma. Nel 2003 è ...

Read More »

La Compañía Nacional de Danza de España al Petruzzelli con quattro titoli d’autore

Il prossimo 25, 26 e 27 settembre al Teatro Petruzzelli di Bari la Compañía Nacional de Danza de España presenterà un programma firmato da grandi nomi della coreografia internazionale: Sub di Itzik Galili; Falling Angels di Jirí Kylián; Herman Schmerman di William Forsythe; Minus 16 di Ohad Naharin. Sub, dell’Israeliano Itzik Galili, su musiche di Michael Gordon, con luci di Yaron Abulafi, costumi di Natasja Lansen, messa in scena di Leonardo Centi è una coreografia in cui i ballerini trasformano la scena in un campo di battaglia. La prima assoluta dello spettacolo risale al 26 marzo 2009 al Theater Bellevue di Amsterdam. La prima della Compañía Nacional de Danza al 14 novembre 2013 al Teatro de la Zarzuela di  Madrid. Falling Angels, di Jirí Kylián, su musiche di Steve Reich (Drumming/Part 1), scene dello stesso Kylián, costumi di Joke Visser, luci di Joop Caboort, messa in scena diRoslyn Andersson, fa parte delle coreografie Bianco e Nero. L’aspetto interessante della musica di Reich, secondo Kylián, è dato dalla struttura ritmica, in particolare nello strumento stilistico definito “defasaggio”, che crea una base sulla quale la coreografia si può sviluppare indipendentemente. Nonostante Kylián consideri la musica quale fonte primaria per le sue coreografie (e ciò significa che stabilisce il suo lavoro su una base musicale esistente), con Drumming accetta ...

Read More »

Iván Pérez presenta il suo nuovo lavoro coreografico alla XXVII edizione del Festival Internazionale “Madrid en Danza”

Si svolgerà dal 14 al 18 Novembre 2012 la XXVII edizione del Festival Internazionale “Madrid en Danza”, con la Compañia Nacional de Danza diretta da José Carlos Martínez ed il patrocinio del Ministero de Educación, Cultura y Deporte e l’Istituto Nacional de las Artes Escénicas y de la Musica. Nell’ambito del Festival, il giovane e talentuoso coreografo Iván Pérez presenterà in prima mondiale assoluta il suo nuovo lavoro coreografico: Démodé, su musiche di Luis Miguel Cobo. L’idea alla base di quest’opera è una riflessione: avete mai osservato la vostra immagine  riflessa nella vetrina di un negozio? Guardandovi intorno vi siete chiesti, cosa sia alla moda e cosa sia démodé? Sembra che sia alla moda non vivere lo stato emozionale, evitare costantemente le proprie passioni ed i propri demoni. La domanda che ci si pone allora è: cosa stiamo facendo? Ma c’è davvero tanto bisogno di sapere cosa stiamo facendo e perché? Su questo interrogativo lasciato aperto si dipanano i movimenti fluidi dei danzatori, che sembrano a loro volta rimandare a quesiti la cui risposta sembra consistere nell’unica possibilità della fruizione visiva dello spettatore, che così diventa partecipe di quello stesso processo emotivo.  “Non potrei mai creare dal nulla, sono inevitabilmente ...

Read More »

L’Italia protagonista al concorso di Burgos in Spagna

  L’Italia domina il concorso internazionale di Burgos (Spagna), tenutosi il 25, 26 e 27 luglio, dove gli italiani Mattia Russo e Diego Tortelli con Descaminos de dos hanno vinto il primo posto ex equo con  Guido Sarli e Manuel Rodriguez con la coreografia Fifth Corner. La prima opera rivendica “il bene che la vita ci offre” e si basa sulle musiche di Cliff Martinez, la seconda tratta dell’essenza più primitiva dell’essere umano e conta sull’interpretazione dei ballerini Xavi Auquer, Ares D’angelo e Lautaro Reyes. La serata ha visto inoltre la partecipazione del Ballet Contemporáneo de Burgos. I premi assegnati, consegnati al Teatro Principal, sono stati: 9000 euro per il primo posto, 6000 euro per il secondo posto vinto a pari merito dagli spagnoli Jorge García Pérez e Alba Carbonell con Recayó en Bipolar Skin e da  Ángel Rodríguez con Two women. Il terzo posto, patrocinato dalla Fondazione Autor-SGAE, di 2.500 euro è andato alla compagnia di danza contemporanea T.A.C.H. con Menos Loops. Il premio per la miglior interpretazione, pari a 1.500 euro, è andato alla creazione di Candelaria Antelo, artista presso Centro Coreográfico de La Gomera, e Arthur Bernard Bazin per la creazione Te odiero, coreografia ispirata alle musiche di Louis Armstrong, che ha aggiunto un ennesimo premio a quelli già ricevuti ad Alcobendas, Madrid. Tra i vincitori dell’undicesima edizione, oltre ai premi assegnati dalla giuria, sono stati assegnati dei premi dal centro di produzione e creazione scenica ...

Read More »

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. E maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Puoi consultare per maggiore informazione l'apposita pagina sulla nostra Privacy Policy

Chiudi