Find the latest bookmaker offers available across all uk gambling sites www.bets.zone Read the reviews and compare sites to quickly discover the perfect account for you.
Home / Tag Archives: Scuole di Danza

Tag Archives: Scuole di Danza

Scuole di danza: dopo le lezioni online provano a ripartire da oggi 25 maggio

Palestre e scuole danza potranno riaprire dal 25 maggio 2020 (tranne la Lombardia). La Lombardia posticipa al 1 giugno 2020 la riapertura di palestre e piscine. Al momento si richiede 2 metri di distanza tra chi sta svolge gli esercizi. Dalla sospensione dei corsi, con relativa incertezza sul da farsi, si è passati agli esercizi condivisi su WhatsApp da svolgere individualmente, quindi alle lezioni collettive online e adesso, tra macchine che sanificano gli ambienti e metri per delimitare spazi e definire le distanze, si pensa alla riapertura. Le scuole di danza, in Italia, rappresentano un settore dello spettacolo dal vivo che comprende, più o meno, circa 30.000 scuole. Il loro valore educativo e sociale è molto importante: a loro spetta, infatti, non solo la formazione degli insegnanti, non solo l’educazione dei giovani all’ascolto, alla pazienza, al rispetto dell’altro, a dare una valenza profonda alla parola “sacrificio”, ma anche a promuovere la diffusione della cultura attraverso un’intensa e poliedrica attività aggregativa. L’emergenza del Covid-19 non ha risparmiato nemmeno loro, imponendo la chiusura immediata delle scuole senza prevedere alcun salvagente. Anzi, il decreto “Cura Italia” non ha previsto nessuna misura di sostentamento per la categoria, sia in termini di ammortizzatori sociali che economici. Di seguito ...

Read More »

Le scuole di danza potranno ripartire, ma capiamo come e con quale regolamentazione

Palestre e scuole danza potranne riaprire dal 25 maggio 2020 (tranne la Lombardia). La Lombardia posticipa al 1 giugno 2020 la riapertura di palestre e piscine. Al momento si richiede 2 metri di distanza tra chi sta svolge gli esercizi. Di seguito le regole che si dovranno adottare e seguire. Queste regole potrebbero cambiare in caso d’aumento di nuovi contagi Covid19. Le presenti indicazioni si applicano a enti locali e soggetti pubblici e privati titolari di palestre, comprese le attività fisiche con modalità a corsi (senza contatto fisico interpersonale). ▪ Predisporre una adeguata informazione sulle tutte le misure di prevenzione da adottare. ▪ Redigere un programma delle attività il più possibile pianificato (es. con prenotazione) e regolamentare gli accessi in modo da evitare condizioni di assembramento e aggregazioni; mantenere l’elenco delle presenze per un periodo di 14 giorni. ▪ Potrà essere rilevata la temperatura corporea, impedendo l’accesso in caso di temperatura > 37,5 °C. ▪ Organizzare gli spazi negli spogliatoi e docce in modo da assicurare le distanze di almeno 1 metro (ad esempio prevedere postazioni d’uso alternate o separate da apposite barriere), anche regolamentando l’accesso agli stessi. ▪ Regolamentare i flussi, gli spazi di attesa, l’accesso alle diverse aree, il posizionamento di ...

Read More »

Scuole di danza, le prime indiscrezioni sulle regole da adottare

Ambienti e attrezzi sanificati, almeno due metri di distanza tra chi sta svolgendo gli esercizio e tra atleti e insegnate. Le scuole di danza e i centri sportivi si preparano a riaprire dopo il lockdown da coronavirus con ancora numerose incertezze sulle regole da seguire, ma con dei principi di massima. Il ministro Vincenzo Spadafora, riferendo in Parlamento, ha detto di puntare al 25 maggio: «Deve partire tutto lo sport di base, devono riaprire tutti quei centri che sono una grande risorsa nelle città italiane». In attesa di avere linee guida certe e comprovate, comunque, queste dovrebbero essere le regole di base per l’approccio alla scuola di danza: – Gli ingressi dovranno avvenire con orari differenziati e monitorati, in modo da poter eventualmente tracciare le interazioni e garantire allo stesso tempo una presenza esigua di persone all’interno dell’edificio o impianto, favorendo il distanziamento sociale. – La temperatura dei clienti dovrà essere verificata con un termoscanner all’ingresso. Dovranno essere a disposizione dispenser di disinfettante e cestini per smaltire prodotti potenzialmente pericolosi (mascherine, guanti, fazzoletti). – Sarà vietata la consumazione di cibo e bevande all’interno delle palestre. – Non ci sarà accesso al locale spogliatoi, salvo l’uso dei servizi igienici: gli atleti arriveranno già in tuta ed effettueranno la doccia a casa. – Le lezioni di gruppo ...

Read More »

Ministro Spadafora: scuole di danza riapertura entro il 25 maggio

Oggi, mercoledì 13 maggio, al senato il Ministro per lo sport e le attività giovanili Vincenzo Spadafora ha annunciato la data della riapertura della scuole di danza entro il 25 maggio 2020 come riporta il servizio del Tg1 con la dichiarazione. Attendiamo tutte le linee guida per la riapertura. “Riapriremo il 25 maggio tutti i centri sportivi di base, ma forse anche prima se il Cts darà l’ok”.“Devono riaprire centri che sono una grande opportunità per i cittadini italiani, dalle palestre ai centri danza. Proporrò la riapertura di tutti questi centri al massimo entro il 25 maggio. Abbiamo inviato al Cts le linee guida per la riapertura, la data massima per la riapertura è il 25 maggio. Dobbiamo fare in modo che tutti abbiano la possibilità di riaprire seguendo il protocollo”. Queste le parole del Ministro Spadafora. Redazione www.giornaledelladanza.com

Read More »

Scuole di danza quando riaprono? Nuove regole, le prime indiscrezioni

Il Caso Le scuole di danza, in Italia, rappresentano un settore dello spettacolo dal vivo che comprende, più o meno, circa 30.000 scuole. Il loro valore educativo e sociale è molto importante: a loro spetta, infatti, non solo la formazione degli insegnanti, non solo l’educazione dei giovani all’ascolto, alla pazienza, al rispetto dell’altro, a dare una valenza profonda alla parola “sacrificio”, ma anche a promuovere la diffusione della cultura attraverso un’intensa e poliedrica attività aggregativa. L’emergenza del Covid-19 non ha risparmiato nemmeno loro, imponendo la chiusura immediata delle scuole senza prevedere alcun salvagente. Anzi, il decreto “Cura Italia” non ha previsto nessuna misura di sostentamento per la categoria, sia in termini di ammortizzatori sociali che economici. La ripartenza (le prime indiscrezioni) Per poter ritornare alle lezioni di danza nei luoghi prestabiliti, sarà necessario rispettare una serie di regole ben precise.  Innanzitutto gli ingressi saranno scaglionati, mentre nelle palestre più piccole ci si potrà allenare soltanto su prenotazione. L’uso degli spogliatoi è del tutto vietato, dunque sarà impossibile cambiarsi in loco. Abolite anche le lezioni di gruppi numerosi. Anche in sala le persone dovranno mantenere una distanza di almeno due metri anche se lo spazio ideale sarebbe di 7 metri a persona. I maestri ...

Read More »

La danza verso la riapertura. Ecco le parole del Ministro Spadafora [VIDEO]

Intervista al Ministro dello Sport Vincenzo SpadaforaOggi a Mi Manda Rai Tre Salvo Sottile ha intervistato il Ministro dello Sport e Politiche giovanili Vincenzo Spadafora.Nel corso dell'intervista si è parlato delle politiche a sostegno per il settore sportivo, della possibile ripresa del campionato e del dialogo che il ministero aprirà con i giovani di tutta ItaliaPosted by Mi Manda Rai Tre on Thursday, April 30, 2020 E dunque, le PALESTRE, CENTRI DANZA e le PISCINE, quando riapriranno? Qualche passo in avanti si sta già facendo. Il Ministro per le politiche giovanili e lo sport, Vincenzo Spadafora, ha dichiarato in un’intervista su RAI 3 che si sta lavorando tanto da questo punto di vista e che “vorrei già essere in grado di riaprire palestre, piscine, centri danza, circoli sportivi dal 18 maggio”. “Dal 4 maggio sarà possibile fare attività sportiva e motoria nei parchi – ha aggiunto il Ministro – ma ora dobbiamo fare il possibile affinché ognuno rispetti le regole, perché questo è un test per poi fare il passo successivo, quello di aprire le attività sportive che, ad oggi, sono rimaste chiuse. “Entro l’inizio della prossima settimana proporremo al Comitato tecnico scientifico le linee guida per la riapertura: appena saranno validate procederemo, io ...

Read More »

Scuole di danza: governo al lavoro per studiare un piano e riaprire a maggio

Quando riaprono le scuole di danza? Se lo chiedono in tanti alla vigilia della Fase 2 dell’emergenza Coronavirus e finalmente dal governo arriva un segnale: l’obiettivo, ha detto il ministro dello Sport Vincenzo Spadafora a Omnibus, su La7, è il via libera a maggio insieme a centri danza e centri sportivi. Ancora nulla di certo, ma i lavori sono in corso per studiare un protocollo che possa permettere la riapertura in sicurezza. «Stiamo lavorando al protocollo per la riapertura delle palestre, dei centri danza e di tutti i centri sportivi del territorio, lo sottoporremo quanto prima al Comitato tecnico-scientifico, perché a maggio vorrei tanto che riaprissero in sicurezza anche questi altri centri, insieme ovviamente a tutti gli sport di squadra, al calcio e a tutti gli altri», ha detto in tv Spadafora aprendo uno spiraglio sul riavvio dello sport di base. «Gradualmente – ha spiegato il ministro – dobbiamo consentire a tutti di tornare all’attività e le strutture più piccole, che magari non avranno le risorse per potersi mettere in regola per tutte le misure sanitarie dovranno essere aiutate da un fondo che io sto creando nel decreto di aprile che nei prossimi giorni ci auguriamo di approvare nel consiglio dei Ministri». «Tutti vogliono tornare a fare sport e non soltanto gli atleti ...

Read More »

Emergenza scuole di danza, 30mila strutture “invisibili” per lo Stato Italiano

Le scuole di danza, in Italia, rappresentano un settore dello spettacolo dal vivo che comprende, più o meno, circa 30.000 scuole. Il loro valore educativo e sociale è molto importante: a loro spetta, infatti, non solo la formazione degli insegnanti, non solo l’educazione dei giovani all’ascolto, alla pazienza, al rispetto dell’altro, a dare una valenza profonda alla parola “sacrificio”, ma anche a promuovere la diffusione della cultura attraverso un’intensa e poliedrica attività aggregativa. L’emergenza del Covid-19 non ha risparmiato nemmeno loro, imponendo la chiusura immediata delle scuole senza prevedere alcun salvagente. Anzi, il decreto “Cura Italia” non ha previsto nessuna misura di sostentamento per la categoria, sia in termini di ammortizzatori sociali che economici. Con l’aggravante di non essere minimamente menzionati sui tabellari, con ipotetiche date di riapertura nella fase 2. Non è escluso, tuttavia, che possano ripartire da settembre, ma solo dopo aver preso tutte le precauzioni necessarie a salvaguardare la salute degli utenti. Al momento, dunque, si tratta solo di ipotesi, la ripresa di queste attività non è stata calendarizzata e gli esperti sono ancora al lavoro per decidere il da farsi. Un piano per ripartire I mesi che vanno da marzo a giugno sono notoriamente quelli con ...

Read More »

Vincenzo Spadafora: non lasciare indietro nessuno ed evitare che anche una sola realtà debba chiudere [ESCLUSIVA]

Il Direttore del Giornale della Danza – Sara Zuccari – ha raggiunto telefonicamente oggi, sabato 18 aprile 2020 – il Ministro per le Politiche Giovanili e lo Sport, Vincenzo Spadafora, facendo presente la situazione attuale della danza e soprattutto delle scuole di danza sul territorio nazionale, per l’emergenza Covid19. La dichiarazione “Sono consapevole della difficoltà del momento che stanno attraversando i centri danza, le piscine, le palestre, i centri sportivi in generale.  Abbiamo iniziato con il Decreto Cura Italia a dare sostegno a queste realtà e ai lavoratori, ma stiamo studiando misure ben più vaste per tutto il settore nel Decreto ora in corso di stesura e che sarà approvato nei prossimi giorni. L’obiettivo mio e del Governo è non lasciare indietro nessuno ed evitare che anche una sola realtà debba chiudere”. Vincenzo Spadafora Ministro per le Politiche Giovanili e lo Sport www.giornaledelladanza.com

Read More »

Emergenza scuole di danza: Nicoletta Severino, scuola di danza Attitude di Napoli

Fare i conti con la pandemia a passo di danza Chi scrive è Nicoletta Severino, direttrice della Scuola di danza Attitude sita in Napoli. Non è di certo l’emergenza attuale che ha messo di fronte agli occhi di chi fa parte del settore il vuoto istituzionale che da sempre è legato alla danza, considerata alla stregua di qualcosa di accessorio. Se teatri e corpi di ballo, anche tra i più rinomati, erano costantemente a rischio chiusura già prima della crisi attuale, facile comprendere che nessuno si sia assunto l’onere di salvaguardare le scuole di danza nella situazione in cui ci troviamo. Eppure le scuole di danza su tutto il territorio nazionale sono tantissime e spesso lavorano al limite della sopravvivenza, seppur con l’orgoglio di chi sa darsi completamente, con una forza che solo la passione conosce. Questo settore ignorato e dimenticato, bistrattato e relegato ad accessorio si pregia di fare un lavoro di sensibilizzazione nei confronti dell’arte, di fare cultura su territori non sempre facili, svolgendo una funzione educativa e sociale oltre che artistica. Ed eccoci ora, ignorati come di sovente, con affitti, bollette, utenze da pagare, assicurazioni di cui non possiamo usufruire, caparre versate per spettacoli di fine anno ...

Read More »

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. E maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Puoi consultare per maggiore informazione l'apposita pagina sulla nostra Privacy Policy

Chiudi