Find the latest bookmaker offers available across all uk gambling sites www.bets.zone Read the reviews and compare sites to quickly discover the perfect account for you.
Home / Attualità / Tania Aragon: “Bisogna lasciare memoria attraverso il ballo”

Tania Aragon: “Bisogna lasciare memoria attraverso il ballo”

Tania Aragon: “Bisogna lasciare memoria attraverso il ballo”

La ballerina Tania Aragon ha vinto molte manifestazioni di ballo tra cui il Los Angeles Salsa Open International Dance Championship, l’Argentine Tango Usa, l’Official Festival and Usa Championship, l’High Desert Dance Classic di Lancaster Ca Usa, l’Arizona Star Ball Usa per il Quick Step e il Paso Doble. Secondo posto al World Latin Dance Cup a Miami Usa, Tania è coreografa certificata con all’attivo congressi e festival in Usa, in Messico e performance in musical quali Chorus Line, 42nd street, Les Miserables, Sugar.

Tania Aragon com’è incominciata la tua carriera di ballerina?

Sono una ballerina originaria della Spagna che ha iniziato a ballare a soli 4 anni e che sin da piccola aspirava ad esibirsi, avere esperienze di successo nel mondo della danza. Ho partecipato, infatti, a musical e in tv fin da quando ero un bambina. Ho studiato Kinesiologia, ma la mia esperienza principale è certificata da Royal Academy di Londra, inoltre insegno danze di coppia quali il Tango, la Salsa, la Bachata, Latin e West Coast swing e partecipo a spettacoli in tutto il mondo. Ho vissuto in Spagna, Messico, Perù, Stati Uniti, ed ho viaggiato in Germania, Olanda, Costa Rica condividendo le mie conoscenze sulla danza con altre persone.

Parlami della danza di coppia nel tuo Paese?

A volte è difficile trovare un buon partner di ballo, ma io ho la fortuna di aver trovato il compagno ideale per ballare e tutto diventa più facile, anche ambire ad avere successo, provare nuove coreografie speciali e così via. Avere un partner di ballo è un’ottima esperienza in generale noi, per esempio, condividiamo tutto sulla danza, dalla passione che ci mettiamo nel ballare ai sentimenti, alla motivazione, alla conoscenza, insomma è il modo migliore per crescere come ballerini. Ho danzato diversi stili di ballo con più di un partner ed ogni volta è stata una vera conquista e avventura.

Cosa pensi del ballo in Italia?

La danza in Italia è molto apprezzata qui da noi, anche il ballo sociale come la Salsa o la Kizomba vanno molto di moda ultimamente. Mi piacciono le persone in Italia perché sono così appassionate e amano ballare così tanto che ti coinvolgono e ti fano star bene. Ci sono molte persone con talento in Italia e giovani generazioni che vogliono imparare la danza.

Mi dici quale stile di danza prediligi?

Il mio stile di ballo è difficile da spiegare in poche battute. Mi piace ballare diversi tipi di danze anche perché credo che i ballerini abbiano bisogno di imparare il più possibile se vogliono diventare dei grandi professionisti. Io personalmente non ho mai smesso di imparare, ogni giorno imparo qualcosa di nuovo e ancora prendo lezioni con ottimi insegnanti. Ad ogni modo amo il tip tap, il balletto, il jazz, il Tango, la Salsa, i Latin.American Style e West Coast Swing. In generale adoro imparare sempre nuovi stili se è possibile.

Che cosa rappresenta la danza per te?

La danza per me è il mio modo di vivere, il mio modo di sentire, il mio modo di comprendere la vita.  Quando ballo amo condividere il palco con altri ballerini, dare del mio meglio per la gente, lasciare un ricordo. La vita è un sospiro, abbiamo bisogno di lasciare memoria della nostra esistenza ed io lo faccio anche attraverso il ballo.

Che intesa c’è tra te ed il tuo partner di ballo?

In una coppia di ballo deve esserci grande intesa per essere una buona squadra. Per noi conta la concentrazione su quello che vogliamo, senza mollare mai pur sapendo che non siamo perfetti ma abbiamo cercato di fare il meglio tutti i giorni. L’accordo è con noi stessi, per diventare bravi ballerini ogni giorno, lavorare sodo per avere una buona prestazione.

La danza è una disciplina…?

La danza è una disciplina affascinante e indispensabile nella mia vita, anche in quella personale. Io credo che bisogna prendersi cura di noi stessi anche nella vita di ballerini che è breve. Bisogna essere in grado di mantenere questa vitalità, mangiare sano, riposare bene e allenarsi duramente tutti i giorni.

Ci sono nel ballo aspetti negativi oppure è tutto positivo?

Se ci sono io non li vedo. Quello che ho imparato in questa carriera di ballerina è rispettare gli altri, siano essi ballerini o persone in generale. Personalmente sostengo anche altri ballerini, che poi è il modo migliore per avere successo perché dagli altri ballerini si può attingere novità e tecniche.

Cosa stai progettando per i prossimi mesi o anni?

Uno dei miei obiettivi è aprire una scuola di danza tutta mia in cui le persone di tutte le età possono andare e godersi la vita, sperimentando come è sano ballare e incontrare persone nella pista da ballo. Anche io voglio dare più opportunità di imparare a ballare diversi stili di danza alle persone con disabilità e sostenere queste persone straordinarie perché la danza è per tutti, di tutte le età, in qualsiasi condizione.

Un sogno nel cassetto

Voglio realizzare tutto, come un ballerina, come istruttrice, soprattutto un mio sogno sarebbe quello di partecipare alle migliori prestazioni sportive di danza in Europa.

 

                                                                                                            Massimiliano Raso

                                                                                                www.giornaledelladanza.com

Check Also

Le dodici cose che solo i ballerini possono capire

Chi ha ballato nella sua vita, professionalmente o a livello amatoriale ma con passione, lo ...

Butoh

Butoh Festival Amsterdam: al via la IV edizione

Il 9 e il 10 ottobre 2020 Amsterdam ospiterà il Butoh International Festival, evento attesissimo ...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. E maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Puoi consultare per maggiore informazione l'apposita pagina sulla nostra Privacy Policy

Chiudi