Find the latest bookmaker offers available across all uk gambling sites www.bets.zone Read the reviews and compare sites to quickly discover the perfect account for you.
Home / Attualità / Terza e ultima rappresentazione dell’anno di “Le Sacre” di Mauro Bigonzetti per Aterballetto

Terza e ultima rappresentazione dell’anno di “Le Sacre” di Mauro Bigonzetti per Aterballetto

Prima di lui Milloss, Tetley, Pina Bausch, Béjart, Mats Ek e altri coreografi dello stesso calibro avevano osato misurarsi con il capolavoro stravinskijano Le sacre du Printemps, coreografato nel 1913 da Nijinsky per i Balletti Russi di Djagilev; ma Mauro Bigonzetti, per niente intimorito, propone una versione del tutto personale del balletto, da lui ribattezzato semplicemente Le Sacre.

Il coreografo, forte del successo tributato alla compagnia emiliana di cui è il coreografo principale lo scorso 8 aprile, in occasione della presentazione mondiale durante il Festspielhaus di Baden Baden (Germania), e il 17, dopo la prima nazionale a Modena, oggi, martedì 3 maggio, alle 20.30, chiude con il suo Le Sacre la stagione di danza del Teatro Valli di Reggio Emilia, prima di sospenderne le rappresentazioni per l’estate e riprenderle nel 2012, quando la nuova produzione verrà affiancata, nel repertorio di Aterballetto, a Les Noces, primo approccio di Bigonzetti a Stravinskij (2003), per comporre uno spettacolo interamente dedicato al compositore russo.

Come è noto, il balletto inscena il rito propiziatorio pagano della Russia antica che vuole che a dare il benvenuto alla primavera sia una vergine, scelta per ballare fino alla morte e, tramutarsi, così, in vittima sacrificale offerta agli dei per ottenerne la benevolenza in vista della nuova stagione. Da questa trama semplice, già rivisitata in chiavi diverse nel corso del secolo passato, Bigonzetti ricava una versione del tutto personale, in cui il richiamo all’originale, del resto inevitabile, c’è, ma sotto forma di percezione, allusione; come la rappresentazione del sacrificio finale, che resta, ma meno concreta.

Il programma della serata prevede inoltre, in apertura, Rossini Cards (2004), su musica di Gioacchino Rossini, altro compositore caro a Bigonzetti: a detta dello stesso autore, “creazione astratta, libera da qualsiasi gabbia drammaturgica”, espressione del ritmo rossiniano “incalzante ed insieme esatto e geometrico” e di un “dionisiaco vitalismo”.

In entrambi i casi, la garanzia assoluta di successo è, oltre alla firma d’autore, il gruppo di interpreti dell’Aterballetto di Cristina Bozzolini, sempre all’altezza del compito affidatogli.

ORARI & INFO

Martedì 3 maggio, ore 20.30

Teatro Valli

Piazza martiri del 7 Luglio, Reggio Emilia

http://www.iteatri.re.it

tEL. +39 0522 458811

http://www.aterballetto.it

Francesca Romana Famà

Foto di Stephanie Schweigert

Check Also

“La Vita è una Danza” intervista al coreografo del film Hofesh Schechter

Il regista di “L’appartamento spagnolo” torna sul grande schermo con una gioiosa commedia francese che insegna il ...

Asd Formazione Danza terni Plus di Rosanna Filipponi: 40 anni di formazione

Molte volte si dice “Siamo qui per Voi”… ed  in questo caso potete credere, è ...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. E maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Puoi consultare per maggiore informazione l'apposita pagina sulla nostra Privacy Policy

Chiudi