Find the latest bookmaker offers available across all uk gambling sites www.bets.zone Read the reviews and compare sites to quickly discover the perfect account for you.
Home / Attualità / Sky Classica HD e il Corriere della Sera presentano “I capolavori della danza”

Sky Classica HD e il Corriere della Sera presentano “I capolavori della danza”

I capolavori della danza - GiselleSi chiama “I capolavori della danza” la completa e brillante collana di DVD e libretti promossa da Classica HD, canale 138 di Sky, in collaborazione con il Corriere della Sera. I DVD contenenti celebri opere della danza e del balletto, tutti rigorosamente accompagnati da relativo libretto, saranno acquistabili in edicola con il Corriere della Sera, ogni mercoledì  fino al 3 giugno 2015, per un totale di 20 uscite; oppure presso La Scala Shop di Milano o su store.corriere.it. La prima uscita è già avvenuta lo scorso mercoledì ed è stata dedicata a Giselle, balletto intramontabile, emblema del Romanticismo, in scena al Teatro alla Scala con due stelle del nostro tempo, Svetlana Zakharova e Roberto Bolle.

Al Teatro Bolshoi di Mosca spetta la seconda uscita (28 gennaio), con Lo schiaccianoci, nella scintillante e inossidabile versione di Jurij Grogorovič sul capolavoro musicale di Pëtr Il’ič Čajkovskij. Il fascino della ballerina-cigno in tutù bianco regna nella terza uscita della collana (4 febbraio), di nuovo in scena con il Balletto del Teatro alla Scala: è Il lago dei cigni, nella versione di Vladimir Bourmeister e nell’interpretazione appassionante di Svetlana Zakharova e Roberto Bolle.

Primo titolo del Novecento è Orfeo e Euridice di Pina Bausch, coreografa e regista tedesca che ha rivoluzionato a partire dagli anni Settanta la scena teatrale. Orfeo e Euridice è uno dei suoi primissimi lavori, riallestito pochi anni fa dal Ballet National de l’Opéra de Paris (11 febbraio): un incontro coinvolgente tra danza, musica e canto. Innovazione e sensibilità per Black and White Ballets (18 febbraio): 6 titoli del maestro praghese Jiří Kylián con il Nederlands Dans Theater, coreografie che si snodano tra il bianco e il nero della luce e del buio, tra cui il bellissimo Petite Mort su musiche di Mozart.

Si ritorna alla Scala con la sesta uscita (25 febbraio): Sogno di una notte di mezz’estate, nella versione magica di uno dei maestri assoluti del Novecento, George Balanchine. A danzare sulle musiche di Mendelssohn il ruolo principale è l’étoile Alessandra Ferri, grandissima danzatrice italiana, che proprio da febbraio torna a danzare sui nostri palcoscenici. Con lei le due étoile maschili del teatro, Massimo Murru e Roberto Bolle. In concomitanza con il debutto alla Scala, esce nella collana Cello Suites (In den Winden im Nichts) di Heinz Spoerli (4 marzo): danza astratta, senza racconto, sulle Suite per violoncello di Bach, nell’interpretazione del Balletto di Zurigo.

Nella versione di uno dei coreografi più acclamati del momento, il russo Alexei Ratmansky, esce Le fiamme di Parigi (11 marzo), con il Balletto del Teatro Bolshoi. A interpretare i protagonisti di questo balletto eroico sulla Rivoluzione Francese le due star Natalia Osipova e Ivan Vasiliev. Si ritorna al Ballet de l’Opéra national de Paris con Signes di un’altra signora della danza del Novecento: Carolyn Carlson (18 marzo), un titolo visionario, sulla natura e la stagioni, su musiche di René Aubry, scene e costumi del pittore astratto Olivier Debré. Titolo esemplare della danza contemporanea degli ultimi anni, Körper della tedesca Sasha Waltz è una magnetica esplorazione sullo strumento principale del danzatore, il corpo umano (25 marzo).

Si ritorna nuovamente ai grandi classici con il lussuoso La Figlia del Faraone, balletto di Marius Petipa, nella versione elegantissima di Pierre Lacotte, protagonista con il Balletto del Bolshoi, Svetlana Zakharova (1 aprile). La stessa étoile, al fianco del divo David Hallberg, è Aurora ne La Bella Addormentata di Jurij Grogorovič, allestita ancora con il Bolshoi; immancabile classico di Pëtr Il’ič Čajkovskij, in cui riscoprire la magia delle fiabe (8 aprile). È il Balletto del Teatro Mariinskij di San Pietroburgo a testimoniare lo smalto del periodo d’oro dei Ballets Russes di Diaghilev: due i titoli abbinati nel DVD, La sagra della primavera di Stravinskij, nella versione rivoluzionaria di Vaslav Nijinskij del 1913 e, sempre su musiche di Stravinskij, L’uccello di fuoco di Fokine (15 aprile). Il Ballet de l’Opéra national de Paris danza Tribute to Jerome Robbins, maestro della coreografia americana, titoli manifesto come In the night, su musiche di Chopin, e un omaggio di Benjamin Millepied, attuale direttore della compagnia parigina (22 aprile).

La fiaba di Cenerentola, interpretata dal Balletto di Zurigo, ha la firma di Heinz Spoerli (29 aprile) che rivisita il classico di Prokof’ev con grande inventiva, trasformando la protagonista in una danzatrice étoile. Maggio si apre con Excelsior, il grande balletto italiano di fine Ottocento, firmato per la Scala da Manzotti e Marenco nel 1881, pochi mesi prima dell’inaugurazione dell’Esposizione nazionale. Il balletto è in cartellone alla Scala questo luglio, in concomitanza all’Expo. Tra i protagonisti del DVD spicca il nome di Roberto Bolle (6 maggio). Omaggio a un grande della danza moderna americana, con Paul Taylor Dance Company in Paris, due titoli portavoce della musicalità di un artista che ha fatto storia, Brandenburgs del 1988, su Bach, e Beloved Renagade del 2008, su Poulenc (13 maggio).

Il Teatro alla Scala con Roberto Bolle e Svetlana Zakharova riporta l’attenzione sui grandi classici con La Bayadère nella versione di Natalia Makarova (20 maggio). Non poteva mancare la presenza di un rappresentante chiave del balletto narrativo del Novecento: Roland Petit. Il suo Proust ou les intermittences du coeur è interpretato dal Ballet national de l’Opéra de Paris, con Eleonora Abbagnato, oggi étoile della compagnia francese. La collezione prevede in chiusura  lo scintillio di un classico del migliore virtuosismo (3 giugno): Don Chisciotte nella smagliante interpretazione del Ballet Nacional de Cuba di Alicia Alonso.

Una collezione di DVD e libretti per scoprire un’arte in trasformazione, nella quale la grande tradizione si incontra con la modernità. Un viaggio nella storia della danza e del balletto, dal fulgore romantico del primo Ottocento fino ad arrivare ai giorni nostri, con grandi coreografi e interpreti d’eccellenza, sulle scene dei più grandi teatri del mondo. La bellezza lunare e romantica di Giselle, l’incanto de La Bella Ad­dormentata, ma anche il graffio rivoluzionario de La sagra della primavera, la maestria di Carolyn Carlson e il genio di Pina Bausch, renderanno questa collana assolutamente imperdibile, perché ci guiderà in un viaggio emozionante attraverso secoli di vera danza e di vero balletto.

Leonilde Zuccari

www.giornaledelladanza.com

Check Also

Jacopo Tissi e Olga Smirnova insieme per il Concerto di Capodanno dalla Fenice di Venezia

Il Concerto di Capodanno della Fenice come da tradizione propone un programma musicale in due ...

Danza, fiabe e rottura degli schemi tradizionali in “Princess” di Eisa Jocson

Il 20 e 21 novembre 2019, al Teatro Massimo di Cagliari sarà in scena Princess, ...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. E maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Puoi consultare per maggiore informazione l'apposita pagina sulla nostra Privacy Policy

Chiudi