Find the latest bookmaker offers available across all uk gambling sites www.bets.zone Read the reviews and compare sites to quickly discover the perfect account for you.
Home / Attualità / Acqui in Palcoscenico tra grandi compositori, talenti italiani affermati, e non (ancora)

Acqui in Palcoscenico tra grandi compositori, talenti italiani affermati, e non (ancora)

opus ballet otello

Il Festival Acqui in Palcoscenico, nato come modo per valorizzare il turismo, soprattutto quello termale, negli anni è diventato un appuntamento importante, giunto quest’anno alla trentaduesima edizione, ancora per la direzione artistica di Loredana Furno.

Quest’anno, in occasione di Expo, i palcoscenici si allargano ad altri centri, fino alla Cittadella di Alessandria, altra location coinvolta dal 3 al 31 luglio negli spettacoli di compagnie di diversa provenienza artistica (e geografica), con una particolare attenzione anche alla danza contemporanea.

Apre il Festival venerdì 3 luglio, Viva Verdi del Balletto di Milano, scelto per festeggiare il decennale della costruzione del Teatro Aperto Giuseppe Verdi, costruito dalla pubblica amministrazione per ospitare gli spettacoli del Festival. Una scelta azzeccata, dato che il balletto combina alla bella danza della compagnia milanese le più belle e celebri musiche verdiane.

Altro appuntamento dedicato a Verdi quello del 19 luglio con la compagnia Opus Ballet, che presenta una nuova contemporanea rivisitazione di un immortale testo shakespeariano: Otello per la coreografia di Adriana Benedetti sulle note musiche tratte dall’omonima opera di Verdi, appunto.

Una storia con un finale tragico, proprio come quella della serata del 12 luglio, firmata Eko Dance International Project, compagnia che porta in scena Non solo Carmen…donne vittime dell’amore, un titolo apparentemente romantico, ma che getta una luce più che mai contemporanea su personaggi come Giulietta, Carmen e Giselle, con coreografie firmate da maestri della coreografia contemporanea come Mats Ek e Birgit Cullberg.

La compagnia di Pompea Santoro, Eko Dance International Project appunto, sarà in scena anche sabato 11 luglio, alla Cittadella di Alessandria, con una versione del Lago dei Cigni che, partendo dal tradizionale balletto di Petipa-Ivanov, approda alla contemporanea coreografia di Mats Ek.

Ancora grandi compositori accompagnano belle coreografie e compagnie d’eccellenza, prima martedì 7 luglio con la Compagnia Balletto Classico Cosi Stefanescu che presenta nella serata Stelle sotto le Stelle i grandi passi a due del repertorio accademico, omaggio ai temi musicali di Ciaikovskij, Minkus, Délibes e alle coreografie della tradizione ottocentesca; e poi il 29 luglio, con il Balletto Teatro di Torino che propone In Chopin del giovane coreografo Marco De Alteriis. Brillanti o melanconiche, dolci o aggressive, le musiche di Chopin sono qui contrapposte ad una tecnica contemporanea incalzante.

Ritmi spagnoleggianti il 16 luglio ad Alessandria, dove torna il Balletto di Milano con Ruben Celiberti, poliedrico artista argentino, nello spettacolo Amor de Tango che si conclude con il ritmico Bolero di Ravel, per la coreografia di Adriana Martellitti; ma anche in chiusura, venerdì 31 luglio, con lo spettacolo della Compagnia Flamenco Libre Andalusia Gitana con Josè Greco che porta in scena le Sevillanas, le danze più tipiche e diffuse che prendono il nome dalla città di Siviglia appunto.

A completare il festival, uno spazio ai talenti in crescita, con la serata Vivere di danza del 5 luglio, che ospita giovani formazioni e solisti provenienti da ogni parte d’Italia e, in collaborazione con l’Istituto Civico per la Ricostruzione Storica delle Arti e dei Costumi del Comune di Cassine, un programma dedicato alla ricostruzione storica delle Danze Antiche.

A coronamento di un programma tanto dedicato al talento italiano, la trentesima edizione del “Premio Acqui Danza”.

ORARI&INFO:

Festival Acqui in Palcoscenico

Dal 3 al 31 luglio,

Teatro Aperto “G. Verdi” di Acqui e varie sedi.

comune.acquiterme.al.it/cultura-spettacolo/

Greta Pieropan

Foto: Balletto di Milano, Opus Ballet

www.giornaledelladanza.com

Check Also

Buon compleanno a Sylvie Guillem una delle più grandi ballerine del nostro tempo

Sylvie Guillem, una delle più grandi ballerine del nostro tempo. “Protagonista superlativa di tanti classici ...

Nasce TAB “The Artist Bridge” un ponte tra studenti e artisti italiani con performers e creativi da Broadway e dal West End

Nasce TAB “The Artist Bridge” un ponte per rendere accessibile la comunicazione tra studenti e ...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. E maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Puoi consultare per maggiore informazione l'apposita pagina sulla nostra Privacy Policy

Chiudi