Find the latest bookmaker offers available across all uk gambling sites www.bets.zone Read the reviews and compare sites to quickly discover the perfect account for you.
Home / Chicche di Danza

Chicche di Danza

La danza e l’arte non sono emanazione di un governo, sono patrimonio dell’Umanità

A seguito della guerra iniziata di recente, il governo ucraino ha preso una decisione shock: i ballerini delle compagnie ucraine non possono danzare autori russi pena licenziamento o addirittura l’arresto per tradimento. Vengono così demonizzati geni del calibro di Pëtr Il’ič Čajkovskij e i loro capolavori che non sono emanazione di un governo, bensì patrimonio dell’Umanità, eredità artistiche, storiche e culturali appartenenti a tutti gli uomini e le donne del pianeta. Cancellare o limitare l’esibizione di opere come Il lago dei cigni, Lo schiaccianoci e La bella addormentata equivale a cancellare le radici stesse del balletto. Il divieto imposto dal governo ucraino, incomprensibile, impoverisce i teatri, la danza e assesta un grave colpo all’arte. L’arte rappresenta il miracolo dell’intelligenza e del pensiero umano ed è la base della cultura, delle conoscenze e del progresso. In ogni sua manifestazione, essa permette all’uomo di manifestare la propria interiorità, di condividerla e di creare un potente e profondo canale di comunicazione. E forse è proprio questo che spaventa. Nell’arte risiedono l’identità, le capacità, l’espressione di sé come persone e come comunità, le memorie del passato, l’evoluzione e la proiezione verso il futuro. Eliminarla o limitarla significa ridurre i popoli e gli individui a meri ...

Read More »

Igor Zelensky lascia il Bayerisches Staatsballett

Con effetto dal 4 aprile 2022 Igor Zelensky si dimette dalla carica di direttore del Bayerisches Staatsballett per motivi familiari privati. Il Ministero della Scienza e dell’Arte bavarese condurrà la ricerca di un successore, che sarà nominato nelle prossime settimane. Durante questo periodo intermedio, i maestri di balletto Judith Turos e Thomas Mayr copriranno insieme e garantiranno una continuità. “Dirigere una compagnia di balletto richiede concentrazione e autorità assoluta”, afferma Igor Zelensky. “Al momento, tuttavia, le circostanze familiari private richiedono tutta la mia attenzione e il mio tempo, ed è impossibile per me conciliare queste circostanze con la gestione di una compagnia di balletto. Dopo aver riflettuto seriamente sulla questione, ho deciso, quindi, di dimettermi dalla carica di direttore del Bayerisches Staatsballett con effetto dal 4 aprile 2022 e di recedere da tutti gli impegni connessi a questo incarico. La mia famiglia ha bisogno del mio pieno sostegno”. Igor Zelensky ha assunto la direzione del Bayerisches Staatsballett nel settembre 2016 e sin dall’inizio ha ingaggiato un’intera serie di ballerini eccezionali per lavorare a Monaco. Oltre a mantenere i più alti standard artistici della compagnia, ha anche mostrato un particolare interesse ad ampliare il repertorio.  Redazione

Read More »

Luciana Savignano Premio alla Carriera a San Marino

Premio alla carriera per la grande étoile Luciana Savignano il giorno 8 aprile al Teatro Titano in occasione del San Marino Dance Festival, la tre giorni di full immersion nella danza. Sarà lei stessa a ritirare il premio alla carriera che le verrà assegnato sul Palcoscenico del Teatro Titano in occasione della prima edizione del San Marino Dance Festival. Si tratta di tre giorni di full immersion nelle diverse tecniche di danza e fra i diversi stili che vedrà la Repubblica di San Marino cuore pulsante del ballo dall’8 al 10 aprile. Tre giorni nei quali gli allievi saranno seguiti da maestri di caratura internazionale, coordinati da Maurizio Tamellini, direttore artistico e ideatore del Festival, insieme a Guendalina Fazzini. Luciana Savignano nasce a Milano il 30 novembre 1943. Figura carismatica e stella della danza italiana nel mondo, nonostante una formazione classica-accademica presso la Scuola di Ballo del Teatro alla Scala di Milano e il perfezionamento al Bolshoi di Mosca, sin dagli esordi si distingue per le sue particolarità e si rivela inimitata ed inimitabile in un percorso artistico assolutamente personale. Il viso affascinante ed enigmatico dai tratti orientaleggianti, il corpo sensuale e flessuoso dalle lunghe linee, ispirano celebri coreografi, primo fra tutti Mario Pistoni che ...

Read More »

Svetlana Zakharova e Olga Smirnova non saranno presenti al Gala per Carla Fracci del Teatro alla Scala

RIVECIAMO E PUBBLICHIAMO – Teatro alla Scala  In considerazione della situazione che stiamo attraversando Svetlana Zakharova ha deciso di ridurre i suoi impegni e, di comune accordo con il Teatro alla Scala, di rinviare la sua presenza sul nostro palcoscenico. Olga Smirnova non potrà partecipare al Gala a causa degli impegni connessi al nuovo incarico al Dutch National Ballet,  che non le consentono di avere il tempo necessario alla preparazione per la sua partecipazione alla serata. 9 aprile 2022 – ore 20 Gala Fracci Corpo di Ballo del Teatro alla Scala Direttore Manuel Legris Artisti ospiti Alessandra Ferri Marianela Nuñez Roberto Bolle Carsten Jung Orchestra del Teatro alla Scala Direttore Valery Ovsyanikov da Giselle (coreografia Jean Coralli-Jules Perrot, ripresa di Yvette Chauvirè, musica Adolphe Adam) da Excelsior (coreografia Ugo Dell’Ara, musica Romualdo Marenco) da Chéri (balletto di Roland Petit, musica Francis Poulenc) da Romeo e Giulietta (coreografia Rudolf Nureyev, musica Sergej Prokof'ev) da La vedova allegra (coreografia Ronald Hynd, musica Franz Lehár) da Lo schiaccianoci (coreografia e regia Rudolf Nureyev, musica Pëtr Il’ič Čajkovskij) da La strada (coreografia Mario Pistoni, musica Nino Rota) da La Péri (coreografia Jean Coralli, ripresa Loris Gai, musica Friedrich Burgmüller) Cachucha (coreografia da Jean Coralli, ...

Read More »

Teatro Arcimboldi Milano “Pace for Peace” Gala

Giovedì 7 aprile il TAM Teatro Arcimbol di Milano accoglierà PACE FOR PEACE – A RITMO DI DANZA, un emozionante gala con le étoiles europee e le grandi personalità del mondo del balletto internazionale, per una serata di grande danza a sostegno degli artisti ucraini e per i profughi colpiti dalla guerra. I ballerini coinvolti si ritroveranno per la prima volta a danzare insieme per un importante progetto benefico: l’incasso della serata sarà infatti devoluto al FONDO #MilanoAiutaUcraina, promosso dal Comune insieme a Fondazione di Comunità Milano, e alla Croce Rossa Italiana, per sostenere lo sforzo straordinario di aiuto immediato e accoglienza sul nostro territorio di donne, bambini e anziani in fuga dalla guerra. Sul palcoscenico del TAM assisteremo agli assoli e ai pas de deux di numerose e celebri personalità del mondo della danza europea, étoiles e primi ballerini che stanno abbracciando il progetto con passione, determinazione e a titolo gratuito. Una serata che si preannuncia imperdibile per tutto il pubblico che partecipando potrà rendersi protagonista di un’importante opera di aiuto alla comunità internazionale. Così Tommaso Sacchi, Assessore alla Cultura del Comune di Milano: “Ringrazio Gianmario Longoni, direttore artistico di TAM, per dare forza a un grido di pace unisono che ...

Read More »

Olga Smirnova lascia il Bolshoi e la Russia

Olga Smirnova, nata nel 1991 a San Pietroburgo, è ufficialmente prima ballerina dell’Het Nationale Ballet (Balletto Nazionale Olandese) con sede ad Amsterdam, Olanda. La giovanissima allieva della celebre Marina Kondratieva ha lasciato definitivamente il Bolshoi per divergenze di opinioni sull’attuale conflitto in Ucraina. Smirnova non è l’unica ad aver deciso di lasciare il paese: dall’inizio della guerra sono moltissimi i russi che stanno emigrando, spesso utilizzando la linea ferroviaria che collega Helsinki (Finlandia) a San Pietroburgo.  “Diamo il benvenuto alla prima ballerina Olga Smirnova del Russian Bolshoi Ballet e al solista Victor Caixeta del Mariinskij di San Pietroburgo nella nostra compagnia con effetto immediato – si legge in un post del Balletto nazionale olandese – Non è stato possibile per entrambi i ballerini continuare a lavorare in Russia a causa della guerra in Ucraina, motivo per cui entrambi hanno deciso di unirsi al Dutch National Ballet. Li accogliamo entrambi a braccia aperte. OIga danzerà il suo primo ruolo con la nostra compagnia nel balletto classico Raymonda (date da annunciare) che vedrà anche la partecipazione di Victor”. “Smirnova è stata esplicita nella sua recente denuncia dell’invasione russa dell’Ucraina che rende insopportabile per lei continuare a lavorare nel suo Paese”, ha aggiunto il Balletto nazionale olandese.

Read More »

Torna in Italia Carolyn Carlson

Il 19 marzo prende il via il workshop guidato da Carolyn Carlson. Il 25 marzo al MANU (Museo Archeologico Nazionale dell’Umbria) la presentazione di Mandala, coreografia di Carolyn Carlson interpretata dalla perugina Sara Orselli. A seguire la presentazione finale dei danzatori di C.R.E.A. Showcase n. 6 / Carolyn Carlson. Perugia porta in Italia Carolyn Carlson, la celebre coreografa statunitense, icona della danza, sarà in città per un workshop e due spettacoli speciali al MANU Prima coreografa a ricevere un Leone d’Oro alla carriera, la sua poetica ha dato un contributo ingente alla danza contemporanea italiana. Ballerina, Artista, figura cardine della danza, icona mondiale, Maestra e prima coreografa a ricevere un Leone d’Oro alla carriera; la sua poetica ha dato un contributo ingente alla danza contemporanea, influenzandone l’evoluzione fino ai giorni nostri. Carolyn Carlson, danzatrice e coreografa statunitense, arriva in Italia, a Perugia, nell’ambito del progetto C.R.E.A. (Choreography, Research, Empowerment, Audiences) di Dance Gallery, l’associazione perugina che dal 1994 si occupa di arti performative, danza e linguaggi del corpo. Un triplo appuntamento che la vedrà protagonista nel capoluogo umbro da sabato 19, per il workshop, fino a venerdì 25 marzo, con ben due eventi presso il MANU (Museo Archeologico Nazionale dell’Umbria). Carolyn Carlson vanta un’influenza e un successo considerevoli nella nascita ...

Read More »

Il direttore del Teatro Bolshoi di Mosca Tugan Sokhiev si dimette

Il direttore del Teatro Bolshoi di Mosca, Tugan Sokhiev, ha annunciato le dimissioni. Lo riporta l’Interfax sottolineando che Sokhiev ha rilasciato una dichiarazione in cui annuncia che si dimetterà anche dalla carica di direttore musicale dell’Orchestre National du Capitole de Toulouse. “Dopo aver affrontato una scelta impossibile tra i miei musicisti preferiti russi e francesi, ho deciso di dimettermi da direttore del Teatro Bolshoi di Mosca e da direttore musicale dell’Orchestre National du Capitole de Tolosa”, afferma Sokhiev. Redazione

Read More »

Il Teatro alla Scala omaggia Carla Fracci con un gala, previsto per il 9 aprile

Dopo il successo dell’apertura di stagione con La bayadère di Rudolf Nureyev, il Corpo di Ballo del Teatro alla Scala è ora al lavoro per il prossimo titolo in programma: lo sfavillante trittico balanchiniano di Jewels: in scena dall’11 al 24 marzo gli Smeraldi, i Rubini e i Diamanti torneranno in scena dopo otto anni con tanti ritorni ma anche tanti debutti nei ruoli principali e nel corpo di ballo. Una serata preziosa: tre gemme declinate in danza, ognuna differente per musica, colore e atmosfera; uno dei capolavori di George Balanchine, maestro indiscusso del Novecento. Subito dopo la scomparsa di Carla Fracci il Direttore del Ballo Manuel Legris aveva annunciato un gala per onorarne la memoria nel segno della grande danza: il Gala Fracci sarà in scena sabato 9 aprile e vedrà protagonisti i primi ballerini, i solisti, il corpo di ballo della Scala e straordinari ospiti del calibro di Alessandra Ferri, Marianela Nuñez, Olga Smirnova, Svetlana Zakharova, Roberto Bolle, Carsten Jung. Carla Fracci è stata e rimane una figura cardine della storia della danza, personaggio di riferimento per il Teatro alla Scala e per tutta la cultura italiana. Una storia di talento, ostinazione e lavoro che ha ispirato e tuttora ispira generazioni di giovani, non solo nel mondo del balletto.  Per celebrare ...

Read More »

Prix de Lausanne 2022. I sette vincitori

I 7 vincitori del Prix de Lausanne 2022 sono:  OAK FOUNDATION 404 – Darrion SELLMAN – United States FONDATION CARIS – JEUNE ESPOIR 307 – Tsukino TANAKA – Japan BOURSE JEUNE ESPOIR 112 – Luciana SAGIORO – Brazil FONDATION ALBERT AMON 202 – Mingyang XIE – China FONDATION COROMANDEL 406 – Dorian PLASSE – France LOGITECH 306 – Maya SCHONBRUN – United States BOURSE JEUNE ÉTOILE 316 – Amy Ronnfeldt – Australia Altri premi: NUREYEV FOUNDATION Best Young Talent Award: 210 – Miguel OLIVEIRA – Brazil MINERVA KUNSTSTIFTUNG Contemporary Dance Award: 406 – Dorian PLASSE – France FONDATION EN FAVEUR DE L’ART CHORÉGRAPHIQUE Best Swiss Candidate Award: 307 – Tsukino TANAKA – Japan Web Audience Favourite Award: 112 – Luciana SAGIORO – Brazil Audience Favorite Award: 106 – Yasemin KAYABAY – Turkey Finalists Award: the Finalists who have not been awarded with any scholarship will each receive CHF 1,000.-, offered by Bobst SA. Redazione Photo Web Site https://www.prixdelausanne.org/

Read More »

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. E maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Puoi consultare per maggiore informazione l'apposita pagina sulla nostra Privacy Policy

Chiudi