Find the latest bookmaker offers available across all uk gambling sites www.bets.zone Read the reviews and compare sites to quickly discover the perfect account for you.
Home / Chicche di Danza

Chicche di Danza

Il rifiuto ispira la creatività e può arricchire la vena artistica di un danzatore

Ogni danzatore e ogni coreografo hanno dovuto affrontare un rifiuto durante il loro percorso nella danza. Il rifiuto da parte di un maestro che non scorge le potenzialità di un allievo, da parte degli spettatori che preferiscono un altro ballerino o un’altra coreografia, e durante le audizioni per spettacoli. Il rifiuto è un’esperienza il più delle volte dolorosa che rischia di corrodere l’autostima. Tutti siamo insicuri in qualche modo, specialmente gli artisti. Tuttavia, non è tanto importante il rifiuto quanto il modo in cui si reagisce. Per trasformare una situazione apparente sfavorevole in un vantaggio è necessario incrementare il potenziale creativo. Uno studio della John Hopkins University di Baltimora intitolato “Rifiuto sociale e creatività” esplora come l’esperienza del rifiuto sia in grado di innescare un processo psicologico che stimola la creatività anziché soffocarla. Dopo aver sperimentato il rifiuto, infatti, diventa essenziale assumere una mentalità positiva, sperimentare prospettive e approcci insoliti, incanalare l’energia nella ricerca di nuove influenze, ispirazioni e soluzioni. Affrontare un’esperienza spiacevole in maniera propositiva significa identificare i propri punti di forza, utilizzare la creatività per migliorare le performance e massimizzare i risultati. Quindi, il rifiuto e il fallimento non costituiscono di per sé condizioni negative, al contrario, possono ...

Read More »
“La Musa della danza, Auguri Carla!”: Il Teatro San Carlo di Napoli omaggia Carla Fracci

Carla Fracci, arriva al cinema. Un film attesissimo da tutti!

Ispirato all’autobiografia di Carla Fracci “Passo dopo passo – La mia storia”, il film, al cinema 8, 9 e 10 novembre, ripercorre il percorso umano e professionale di un’icona della danza mondiale. La storia della più grande ballerina italiana di tutti i tempi, Carla Fracci, sarà raccontata al cinema dall’8 al 10 novembre attraverso Carla, film co-prodotto da Rai Fiction ed Anele, che arriverà poi su Rai1 a dicembre. La pellicola è liberamente ispirata all’autobiografia Passo dopo passo – La mia storia della Fracci, scomparsa lo scorso maggio nella sua Milano. Ad interpretarla sul grande schermo è Alessandra Mastronardi, chiamata all’importante compito di calarsi nei panni di colei che è riconosciuta in tutto il mondo come una delle più splendenti icone della storia della danza, donna di straordinaria eleganza, grande carattere ed immensa passione per il suo lavoro. Seguendone le varie tappe di vita, Carla ripercorrerà la storia dell’étoile partendo dall’infanzia scandita dagli ultimi anni della seconda guerra mondiale, per passare all’adolescenza con l’inizio della carriera artistica nella Milano degli anni ’50. Da lì, la straordinaria ascesa che la porta a calcare tutti i più importanti palchi d’Italia e del mondo, riuscendo ad incantare chiunque ha modo di vederla danzare. Una carriera che non si ferma neanche ...

Read More »

Come ottenere successo e soddisfazione nella danza: i sette presupposti necessari

Ci sono sette presupposti necessari per ottenere  successo e soddisfazione nella danza, sia come professionisti sia come amatori. Stabilire obiettivi. Stabilire i propri obiettivi è un aspetto importante dell’essere un artista, che si tratti di un danzatore, di un coreografo o di un insegnante. Gli obiettivi guidano le azioni e servono per crescere nella danza e nella vita. Aiutano a non perdere di vista la propria strada e a non considerare gli ostacoli come qualcosa di insormontabile, bensì come intoppi momentanei  e superabili. Suddividere l’obiettivo scelto in piccoli passi aiuterà a intraprendere le azioni necessarie per raggiungerlo. Ma più di tutto è necessario trasformare l’idea in azione, valutando l’impegno necessario per ottenere il risultato. Essere sempre aperti a nuove opportunità. I danzatori non si fermano dopo aver raggiunto i loro obiettivi, ma sono già pronti per ciò che viene dopo. Il Dottor B.J. Fogg, scienziato del comportamento alla Stanford University e ideatore di ‘Design for Dance 2014‘ (evento che vede nella danza un elemento essenziale per promuovere la salute e la felicità nelle persone di ogni età), sostiene che il  successo porta al successo. Aprirsi alle opportunità significa quindi sviluppare le competenze e una rete di esperienza che si crea ...

Read More »

Daniele Cipriani lancia il profumo Les Étoiles con i tutù di Roberto Capucci

Per fare un balletto ci vuole naso? Anche.   Spiega Daniele Cipriani: “Diaghilev aveva capito che l’incanto dei suoi balletti era dovuto a un’alchimia dei sensi che venivano sollecitati non solo dalla coreografia e dalla musica, ma anche dalle scene e dai costumi. Grandi artisti – coreografi, compositori, scenografi, costumisti, stilisti – contribuirono alla stagione d’oro dei Ballets Russes. Il balletto, nel senso più alto, è tutte queste cose. Allora ho pensato: perché non aggiungere a questo profluvio dei sensi anche l’olfatto? Mi sono rivolto a Laura Bosetti Tonatto, “naso” professionista capace di trasformare suggestioni artistiche in fragranze capolavoro attraverso il più inusuale dei sensi, e le ho chiesto di creare il Profumo “Les Étoiles” per celebrare il ritorno alle scene (dopo oltre un anno di pandemia) del gala Les Étoiles di Daniele Cipriani,  30-31 gennaio 2022 (Roma – Auditorium Parco della Musica, Sala S. Cecilia).” Ne Il lago dei cigni ciaikovskiano, balletto per antonomasia, il Principe Siegfried danza prima con Odette, candido “Cigno Bianco”, e poi con la dark Odile “Cigno Nero”. sono i due volti del temperamento umano, ed è proprio ai questi due volti che s’ispira “Les Étoiles”di Laura Bosetti Tonatto, profumo unisex di cui ci saranno ...

Read More »

Apre a Times Square il primo museo dedicato alla storia del Musical

Dopo molteplici ritardi, il primo museo dedicato a raccontare la leggendaria storia degli spettacoli di Broadway dovrebbe aprire i battenti la prossima estate nel cuore del quartiere dei teatri. Il museo, al 145 West 45th Street, accanto al Lyceum Theatre, avrà tre sezioni Il Museum of Broadway , descritto come un’esperienza interattiva e immersiva, avrebbe dovuto debuttare originariamente nel 2020. Ma i suoi fondatori, Julie Boardman, produttrice quattro volte nominata ai Tony , e Diane Nicoletti, fondatrice di Rubik Marketing, hanno affermato che il progetto è stato ritardato. dalla pandemia. “Abbiamo davvero pensato che sarebbe stata una grande idea che fosse un ibrido tra un museo esperienziale che è molto interattivo, colorato e divertente”, ha detto Nicoletti in un’intervista, “oltre ad assicurarsi che ottenessimo davvero l’integrità della storia di Broadway, includendo anche costumi, manufatti ed elementi storici”.  

Read More »

Mara Galeazzi si racconta in un libro tra danza e vita privata: Shadow Aspect

La ballerina italiana  Mara Galeazzi , ex ballerina principale del Royal Ballet, ha onorato il palcoscenico di tutto il mondo oltre 3000 volte durante la sua carriera. Nel suo libro di memorie  Shadow Aspect , Mara ha collaborato con il fotografo Jason Ashwood per fornire la prima visione della sua vita dietro il palco come ballerina freelance e rivela come le lotte con la depressione infantile, l’ansia e la malattia guidano la sua presenza scenica di fama mondiale.   Incentrato sulla sua performance nel balletto  Shadow Aspect di Tim Podesta, Mara riflette sulle ombre della sua infanzia e della vita successiva. Incapace di affrontarli, il balletto è diventato la voce di Mara mentre trovava il modo di esprimere le parole che non avrebbe mai potuto pronunciare. Attraverso la sua storia, Mara spera che anche tu troverai più dentro di te di quanto pensavi possibile. Mara Galeazzi una vita per la danza Mara Galeazzi è nata a Brescia e ha studiato alla Scala di Milano, dove si è diplomata a pieni voti. È entrata a far parte del Royal Ballet nel 1992 ed è stata promossa a First Artist nel 1995, Solista alla fine della stagione 1997/98 e Principal nel settembre 2003. I ruoli nel repertorio classico includono ...

Read More »

Plagio coreografico e ispirazione: una differenza sottile ma abissale

Plagiare una coreografia, ossia l’attività creativa di qualcun altro, è un concetto assurdo. L’idea che una sequenza di passi di un altro coreografo diverso venga copiata e incollata sembra ridicola, ma sfortunatamente, nell’era di Youtube, il plagio delle coreografie si sta trasformando in un’epidemia mondiale. Il plagio può avvenire in diverse forme: attraverso la riproduzione totale e parziale dell’opera originaria, attraverso una sua rielaborazione non creativa, o camuffata attraverso modifiche puramente accessorie. Non è facile finire cosa definire il plagio nella danza, perché questa disciplina esprime concetti nati dalla sensibilità e dell’estro di un artista. Inoltre, niente nella danza è completamente nuovo. Parti di coreografia possono assomigliarsi perché siamo esseri umani e possediamo all’incirca le stesse gamme di movimento. Eppure la danza è una forma d’arte originale e in continua evoluzione. Rubare idee di altri coreografi degrada tutti gli artisti. Non è sufficiente prendere dei passi da video online per definirsi un coreografo, ma può accadere. Infatti, sebbene sia accettabile utilizzare altri lavori per trarre ispirazione coreografica, se un insegnante di danza o un coreografo ha bisogno di plagiare un’intera routine, significa che non è in grado di creare una coreografia, il che implica gravi carenze tecniche, spesso indolenza e ...

Read More »

E’ ufficiale i teatri di Broadway ripartono: in scena da  “Chicago”, “Aladdin”, “The Lion King” e molti altri

Si riaccendono le luci su Broadway. Dopo un anno e mezzo di chiusura a causa della pandemia, i teatri newyorkesi riapriranno a partire dal 14 settembre. Lo ha annunciato il governatore dello stato di New York Andrew Cuomo. La vendita dei biglietti inizierà già dal 6 maggio. “Broadway è una parte principale dell’identità del nostro Stato e della nostra economia – ha scritto Cuomo su Twitter – e siamo entusiasti che il sipario si alzerà di nuovo”. Ma stavolta la Broadway League, la più importante associazione di proprietari di sala e produttori di spettacolo dal vivo d‘America e probabilmente del mondo, si è vista rubare la scena dal governatore di New York, Andrew Cuomo, che ha seraficamente annunciato che i teatri (quindi anche quelli di Broadway) forse riapriranno il 19 maggio. Per ora nessuna produzione ha annunciato ufficialmente il prorpio ritorno, ma secondo il New York Times, “Hamilton”, “The Lion King” e “Wicked” annunceranno congiuntamente il loro ritorno la prossima settimana, seguiti da “Chicago”, “Aladdin”, “Come From Away”, “American Utopia” e atri. «Broadway è al centro della nostra identità di New York e una grande parte della nostra economia che impiega innumerevoli artisti e autori di spettacoli e, a partire da questo settembre, lo spettacolo andrà avanti – ha affermato Cuomo – Visitatori da ...

Read More »

L’arte della danza è maschio e femmina. La danza oltre i pregiudizi!

Negli ultimi tempi si parla molto dell’omofobia, argomento che tocca la società in cui viviamo e in particolare il mondo della danza. Spesso, infatti, l’arte coreutica rimane vittima di uno dei più comuni stereotipi: se un ragazzo sceglie di fare danza anziché calcio o pallacanestro viene immediatamente stigmatizzato e giudicato per non essere conforme a quello che la società si aspetta da lui. Ma cos’è esattamente l’omofobia? Letteralmente il termine significa “paura nei confronti di persone dello stesso sesso” e più precisamente riguarda l’intolleranza verso uomini e donne con preferenze omosessuali che, lo ribadiamo, riguardano la sfera delle libertà individuali e che nessuno ha il diritto di giudicare. L’omofobia può manifestarsi con una battuta apparentemente innocua su una persona gay, con offese verbali, fino ad arrivare a minacce o aggressioni fisiche. L’atteggiamento omofobo deriva dal preconcetto che sia sano e giusto scegliere un partner del sesso opposto, considerazione basata sulla falsa credenza che in natura non esistano comportamenti omosessuali. Gli individui che presentano omofobia in realtà sono semplicemente ignoranti, nel senso che non conoscono la realtà gay e lesbica. Ne possiedono un’idea astratta nata sulla base convenzioni sociali dominanti. Noi tutti tendiamo ad agire in modo coerente con ciò che ...

Read More »

Giorgio Armani è nuovo socio fondatore sostenitore del teatro alla Scala

Giorgio Armani è nuovo socio fondatore sostenitore del teatro alla Scala. La decisione è stata comunicata alla fine della riunione del cda del teatro. Da statuto, un socio sostenitore è tenuto a versare 600 mila euro in cinque anni.  “Il mio impegno verso Milano, in questo ultimo anno così sconvolgente, è stato importante, su tutti i fronti e non potevo certo trascurare il settore della cultura, colpito duramente in ogni suo aspetto. Le arti vengono sempre messe in secondo piano nei momenti difficili perché non appaiono immediatamente vitali e necessarie. E invece lo sono. Il teatro, la musica, il balletto sono pura espressione di bellezza e delle più alte qualità umane – creatività, ingegno, fantasia, impegno – che stimolano il progresso e la rinascita. Questa nuova iniziativa è dedicata di nuovo alla città di Milano, per il valore simbolico dell’istituzione, ma anche per i miei legami affettivi e personali con essa, per i ricordi dei tanti spettacoli e concerti cui ho assistito, degli ospiti illustri che ho vestito, di esperienze indimenticabili come la creazione dei costumi, nel 1994, per l’Elettra di Richard Strauss diretta dal Maestro Sinopoli. Ora, più che mai, sento il dovere morale di contribuire attivamente a sostegno del prestigioso Teatro, patrimonio di milanesi e non, vero e ...

Read More »

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. E maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Puoi consultare per maggiore informazione l'apposita pagina sulla nostra Privacy Policy

Chiudi