Find the latest bookmaker offers available across all uk gambling sites www.bets.zone Read the reviews and compare sites to quickly discover the perfect account for you.
Home / Ticker (page 90)

Ticker

Le scuole di danza restano aperte: nuove linee guida

Mascherine, ingressi controllati, app di prenotazione e multe per i trasgressori. Ecco le misure previste per gli impianti sportivi, palestre e scuole di danza nel nuovo protocollo attuativo delle “Linee guida per l’attività sportiva di base e l’attività motoria in genere”. Un documento emanato dal Dipartimento dello Sport e annunciato dal ministro per lo Sport e le Politiche giovanili, Vincenzo Spadafora. Nuove linee guida 1. Obbligo di rimanere al proprio domicilio in presenza di febbre (oltre 37,5°) o altri sintomi influenzali (tosse, difficoltà respiratorie) mettendone al corrente il proprio medico di medicina generale e il medico sociale; 2. Obbligo di comunicare eventuali contatti con persone positive al virus avuti nei 14 giorni precedenti, rimanendo al proprio domicilio secondo le disposizioni dell’autorità sanitaria; 3. Obbligo di avvisare tempestivamente e responsabilmente il datore di lavoro/gestore del sito/rappresentante dell’organizzazione sportiva dell’insorgere di qualsiasi sintomo influenzale, successivamente all’ingresso nel sito sportivo durante l’espletamento della prestazione, avendo cura di rimanere ad adeguata distanza dalle persone presenti; 4. Adozione delle misure cautelative per accedere nel sito sportivo e, in particolare, durante l’espletamento della prestazione: a) mantenere la distanza di sicurezza; b) rispettare il divieto di assembramento; c) osservare le regole di igiene delle mani; d) utilizzare adeguati Dispositivi di Protezione Individuale (DPI). All’interno del sito ...

Read More »

Aidaf – Agis emergenza scuole di danza: noi esistiamo!

Le scuole di danza private, questa entità misteriosa, non esistono per il Governo Italiano. Otto mesi di pandemia e  non sono state mai  citate in nessun Decreto. Appelli, lettere ufficiali, interlocuzioni  con le istituzioni, interrogazioni parlamentari, audizioni al Senato, a nulla sono serviti. Attendiamo ancora invano un ristoro economico che non è mai arrivato! Questa indifferenza totale rischia di far scomparire un intero settore e l’indotto produttivo ad esso connesso! Eppure è solo grazie a loro che in Italia si formano i danzatori e si diffonde la cultura dell’Arte della Danza. Chi formerà i danzatori del futuro? Non ci saranno più le Compagnie di danza nel nostro Paese? I danzatori italiani all’estero, lustro dell’Arte italiana nel mondo non  esisteranno più? Chiediamo a gran voce che il Governo, nella persona del Ministro della Cultura, Onorevole Dario Franceschini, si occupi finalmente di noi, riconoscendo la nostra identità artistica e il nostro ruolo fondamentale nella società italiana e  sostenendoci economicamente al fine di non farci andare incontro a morte certa. Confidiamo nell’attuazione della Legge 175/2017, che, dopo anni di battaglie da parte di AIDAF- AGIS, contiene  la possibilità di regolamentare questo settore dimenticato,   dando finalmente dignità professionale alla figura dell’insegnante di danza, permettendone, attraverso la qualificazione, il  riconoscimento e le ...

Read More »

I motivi per cui dovremmo essere grati ai nostri insegnanti di danza

Spesso allievi e genitori non si rendono conto del grande lavoro che gli insegnanti compiono, perché è scontato, il maestro di danza è lì per loro. Finché non si è passati dall’altra parte, è difficile comprendere tutto l’impegno, la fatica e il cuore che l’insegnante investe nel suo mestiere e nei suoi allievi. Chiariamo dunque alcuni motivi per cui dovremmo essere grati per sempre ai nostri insegnanti di danza. Gli insegnanti di danza condividono le loro conoscenze e la loro passione. Trascorrono ore in sala a mostrare gli stessi passi, correggere gli stessi errori, spiegare routine e coreografie, instancabilmente, senza lasciare mai indietro nessuno. Il loro lavoro non si esaurisce in sala o dietro le quinte durante gli spettacoli, ma si esplica al di fuori (non retribuito), con la pianificazione della lezione, la creazione di coreografie, la selezione di musiche e costumi, e lo studio per accrescere la propria competenza e poterla trasmettere ai propri studenti. Gli insegnanti di danza, infatti, non si limitano a insegnare passi di danza, ma anche e soprattutto ad affrontare le difficoltà, superare le insicurezze, imparare ad accettare le critiche e a distinguere tra quelle futili e quelle costruttive da sfruttare al massimo per migliorarsi. ...

Read More »

L’affascinante storia dei Ballets de Monte-Carlo

I  Ballets de Monte-Carlo rappresentano una tra le più prestigiose manifestazioni artistiche del Principato. A Montecarlo, il culto della danza rappresenta una vera e propria tradizione di lunga data, nata dalla passione di un impresario geniale, Serge de Diaghilev. Questa sublime arte della bellezza e dell’effimero è oggi magistralmente rappresentata dalla nuova struttura dei Balletti di Montecarlo, che raggruppa la Compagnia, il Festival di Monaco Dance Forum e l’Accademia Principessa Grace, diretta da Jean-Christophe Maillot. Gli inizi dei Ballets de Monte-Carlo Le radici della danza dei Ballets de Monte-Carlo si deve ai Balletti russi. Nel 1909 a Monaco fa la sua comparsa l’arte della coreografia. Sergei Diaghilev presenta per la prima volta a Parigi i suoi Balletti russi. Si stabiliscono a Montecarlo che per due decenni diventa il loro laboratorio creativo. Diaghilev e i suoi collaboratori riformano il balletto dell’epoca in tutte le sue forme. Alla sua morte, avvenuta nel 1929, la compagnia si scioglie. In tanti, tra personalità e coreografi la fanno rinascere sotto diversi appellativi, ma nel 1951 scompare definitivamente. La nascita dell’attuale Compagnia dei Balletti di Montecarlo Nel  1985 nasce la Compagnia dei Balletti di Montecarlo (Ballets de Monte-Carlo) per volontà di S.A.R. la Principessa di Hannover ...

Read More »

Il ministro Vincenzo Spadafora: le palestre non sono focolai

Da venerdì prossimo nuove regole potrebbero coinvolgere il mondo delle palestre: ad annunciarlo è stato il ministro dello Sport Vincenzo Spadafora, che ha rassicurato il settore dicendo chiaramente che le palestre «non sono focolai». Se i dati sull’aumento del contagio da Covid avessero evidenziato una responsabilità delle palestre «sarei stato il primo a chiederne la chiusura – ha detto Spadafora a L’aria che tira su La7 – Ma così non è. Nessuna segnalazione, al momento, evidenzia focolai in tali strutture e non mi andava che fosse lo sport a pagare questo momento di criticità». Spadafora ha difeso la scelta di non imporre ulteriori restrizioni: interpellato sulla responsabilità dei controlli, «mi risulta che spesso sono svolti dai Nas, ma anche i sindaci possono mandare la polizia municipale – ha risposto Spadafora – Le immagini però dimostrano che questo mondo ha investito dei soldi per rendere sicuri gli ambienti». Quindi ha preannunciato per venerdì la pubblicazione di nuove regole che prevedono l’uso della mascherina «e, se serve, meno gente all’interno. Ma senza penalizzare un mondo come se fosse lì l’origine dell’aumento dei contagi». Redazione www.giornaledelladanza.com

Read More »
Teatro San Carlo - Scuola di Ballo

Flashmob delle allieve della Scuola di Ballo del Teatro San Carlo: le dichiarazioni del Direttore Stéphane Fournial [ESCLUSIVA]

Il 19 ottobre 2020 le allieve della Scuola di Ballo del Teatro San Carlo hanno organizzato un flashmob nella Galleria Umberto I di Napoli per esprimere il loro desiderio di riprendere le attività e di tornare a ballare quanto prima. L’evento voleva essere una manifestazione di sensibilizzazione, le ragazze hanno portato dei fiori per il Direttore Generale Emmanuela Spedaliere ed una lettera indirizzata al Sovrintendente Stéphane Lissner. Il Direttore della Scuola di Ballo Stéphane Fournial ha rilasciato le seguenti dichiarazioni in esclusiva al Giornale della Danza: Non ero al corrente di questa iniziativa, l’ho scoperto dopo, e la prima cosa che mi è venuta in mente è che, malgrado il periodo che stiamo vivendo, gli allievi della Scuola mantengono sempre altissimo il loro desiderio di apprendere e confermano la loro assoluta dedizione alla danza. La speranza di tutti è che si possano riprendere al più presto le attività. Noi siamo perfettamente allineati ai protocolli attualmente vigenti e pronti a adeguarci a tutte le nuove disposizioni in materia di sicurezza per il contrasto e il contenimento della pandemia COVID-19 – continua Fournial – Ho la certezza che la Direzione del San Carlo, nella figura del Direttore Generale Emmanuela Spedaliere e del ...

Read More »

In arrivo nuovo protocollo per le palestre, misure più rigide per scongiurare la chiusura

La linea del ministro allo Sport è chiara: “Ci vuole parità di trattamento”. Tradotto: o si chiudono tutte (o quasi) le attività sociali e ricreative o non si chiude niente e si fanno rispettare le regole. Per questo, nonostante l’aumento esponenziale dei contagi e dei ricoveri e il rischio più che concreto di un lockdown di palestre e piscine a partire dalla prossima settimana, Vincenzo Spadafora tira dritto e dopodomani, venerdì 23 ottobre, presenterà il nuovo protocollo sulle attività sportive di base. Forte anche dei risultati che da Federazioni, società, associazioni e centri sportivi stanno arrivando dopo i primi controlli dei Nas. Per cui, fino al nuovo temuto stop, avanti tutta. Il nuovo protocollo, che si aggiunge alle linee guida stilate già a maggio (distanza minima di 2 metri mentre si pratica sport o di un metro in assenza di attività fisica, igienizzazione delle attrezzatture tra un esercizio e l’altro, borse sigillate in cui riporre i propri indumenti). Nessun timore, al momento, di pareri negativi da parte del Cts o del ministero della Salute, spiegano dallo Sport, perché le misure saranno ovviamente più stringenti nel tentativo, convinto ma estremo, di rassicurare l’ala più prudente del governo a non chiudere del ...

Read More »

Il sogno di Miriam diventa realtà: sarò una ballerina!

In ogni ostacolo si nasconde un’opportunità. Lo dimostra la storia di Miriam, una bambina napoletana con la passione per la danza. Con l’emergenza coronavirus non può più frequentare le lezioni di ginnastica ritmica, ma lei non si è persa d’animo e ha trasformato il cortile di casa in una palestra. Anche se questo “cortile” non è uno spazio anonimo ma il pavé della Galleria Umberto I, uno dei posti più famosi della città. Suo papà, infatti, è il portiere di uno dei palazzi del monumento. Le prodezze di Miriam vengono notate da Stéphane Lissner, il soprintendente del San Carlo che decide di ammetterla nella scuola del Teatro, che sorge proprio lì accanto. Danza in mascherina – Ogni pomeriggio, dopo la scuola, Miriam, 8 anni, si esibisce volteggiando sui marmi della Galleria – davanti a passanti e turisti che ammirano rapiti le sue piroette e le sue “ruote” – indossando la mascherina e i guanti per evitare il contagio. “Prima lavavo le mani e basta ma ora ho paura del coronavirus”, ha raccontato la giovanissima ballerina che ha scoperto di amare il ballo tre anni fa (quando ne aveva appena cinque), dopo la visione della serie tv “Cercami a Parigi”.  Le acrobazie di Miriam sono arrivate fino agli occhi del soprintendente del Teatro Lissner, che ...

Read More »
Ouverture del Balletto alla Scala nel romanticismo di “Romeo e Giulietta”

Teatro alla Scala un documentario con Roberto Bolle per il 75° anniversario dell’ONU

In occasione del 75° anniversario di Fondazione dell’ONU il Teatro alla Scala su iniziativa della Rappresentanza Permanente italiana presso le Nazioni Unite e insieme al Fondatore e Partner principale della Stagione Intesa Sanpaolo ha realizzato un documentario sulla danza con la partecipazione dell’étoile Roberto Bolle, dei primi ballerini e del Corpo di Ballo del Teatro alla Scala. Il video sarò trasmesso al Palazzo di Vetro di New York il 22 ottobre alle ore 18.00 (ora italiana) e in streaming su: http://www.youtube.com/unitednations   Programma:   Corpo di Ballo del Teatro alla Scala Direttore Frédéric Olivieri   Étoile Roberto Bolle   Direttore David Coleman   Orchestra del Teatro alla Scala     Nicoletta Manni – Roberto Bolle Il lago dei cigni dall’atto III Coreografia di Marius Petipa Musica di Pëtr Il’ič Čajkovskij     Antonella Albano – Maria Celeste Losa Do a duet Creazione di Mauro Bigonzetti Musica di Wolfgang Amadeus Mozart     Claudio Coviello La Bella addormentata nel bosco dall’Atto II Coreografia e regia di Rudolf Nureyev Musica di Pëtr Il’ič Čajkovskij     Virna Toppi – Roberto Bolle L’altro Casanova Pas de deux Coreografia di Gianluca Schiavoni Musica di Antonio Vivaldi     Martina Arduino – Marco Agostino – Mattia Semperboni Le Corsaire Pas de trois, Atto II coreografia Anna-Marie Holmes da Marius Petipa e Konstantin Sergeyev musica Riccardo Drigo, Boris Fitinhof -Schell, ...

Read More »

La Danza scende in piazza: Flash Mob #VIVODIDANZA per chiedere al Governo sostegno!

Flash mob / mobilitazione nazionale delle Scuole di Danza e di Balletto giovedì 22 ottobre ore 11,30 – Piazza della Rotonda (Pantheon) Promotori Movimento Spettacolo dal Vivo e AssoDanza Italia Sostenitori: Raffaele Paganini, Giuseppe Picone, Mvula Sungani, Luciano Cannito, Emanuela Bianchini, Daniele Cipriani, Giacomo Molinari, Miriam Baldassari, coreografi, insegnanti, danzatori e organizzatori. “Abbiamo scelto piazza della Rotonda perché si trova al centro, tra la Camera dei Deputati ed il Senato della Repubblica che idealmente potranno ascoltare contemporaneamente il nostro grido silenzioso…” MSV e ADI Alla presentazione del DPCM 18 ottobre il Presidente del Consiglio dei Ministri  Giuseppe Conte ha lanciato un monito, mettendo di fatto sotto osservazione ed in allarme il mondo delle palestre, e quindi quello delle scuole di danza, che sono assimilabili alle stesse solo fiscalmente. Più di 30.000 realtà disseminate su tutto il territorio nazionale, avamposti che offrono alla collettività un servizio socio-culturale insostituibile che impegna in attività creative migliaia di giovani ed intercetta e forma talenti da avviare alla professione. Un mondo di invisibili composto da seri professionisti,  da donne e da uomini che fanno grossi sacrifici per portare avanti la propria realtà che spesso rappresenta la loro unica fonte di reddito! La danza, che trova ...

Read More »

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. E maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Puoi consultare per maggiore informazione l'apposita pagina sulla nostra Privacy Policy

Chiudi